Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

martedì 15 marzo 2011

Lettone sì, lettone no (ep.1)

Lasciate che i pargoli vengano a voi

Ricevo da un frequentatore di questo blog (Papongi) e volentieri pubblico:


«Il lettone...
ormai per noi è condivisione. È la nostra agorà.

Esempio classico: Domenica mattina ore 6.27
tum, tum, tum, puff!!!!!!
Little Miss Sunshine arriva nel nostro letto con la sua piccola corte dei miracoli composta da: pupazzo piccolo di Hello Kitty (conosciuto anche come "Kitty vomito" perché durante i momenti di difficoltà è quello che viene sempre sommerso...), pupazzo medio Hello Kitty, coniglietto di stoffa, peluche enorme Nemo, e questa è solo la formazione base.


Ore 6.32

LMS dopo essersi piazzata nel mezzo insieme alla sua ciurma (separando me e sua madre come Mosè con le acque del Mar Rosso), comincia a interagire con i pupazzi...

vd. rimproverarli perché non vogliono dormire, consolarli perché stanno male, o mandarli in esplorazione sotto il piumone.


Ore 6.45

la madre di LMS comincia dare i primi segni di insofferenza e iniziano le minacce.


Ore 6.47

LMS si paralizza come gli opossum dell'Era Glaciale quando c'è un pericolo.


Ore 6.51

LMS ricomincia il suo show, farcendolo con un "Mammina ti voglio bene", giusto per ingraziarsi il pubblico, suscitando ovviamente apprezzamenti diffusi.


Ore 6.59

Ormai il sonno è un dolce ricordo. Siamo nel clou dello spettacolo: monologhi, interrogazioni e canti vari.


Ore 7.03

LMS manifesta un certo appetito...

Capita l'antifona, padre coraggio raccoglie tutte le forze e dice: "Forza cucciolo, andiamo, che ti preparo la colazione". Tutto ciò per la gioia del pubblico restante (la madre), che può godersi gli ultimi scampoli di sonno di una domenica mattina.»


Che dire? Intanto onore e gloria a Papongi che si sacrifica per il sonno di sua moglie (donne: quanti tra i vostri compagni/mariti lo fanno?). E poi: voi come siete messe/i sullo specifico tema "lettone"?



43 commenti:

  1. ok sono la prima, forse!
    simpatica descrizione di questo papà che come tanti si "sacrifica", mio marito era uno di questi, dico era perchè per fortuna ora i pargoli dormono quasi tutta la notte, anche se abbiamo trovato una soluzione alternativa nei periodi di influenza in cui si svegliano in continuazione, io nel lettone con il pupo piccolo, il grande nella culla accanto al lettone e il papà nel divano letto, così si dorme quasi tranquillamente tutta la notte. Il bello è sgattaiolare durante la notte nel divano letto a cercare il marito.
    Rosa

    RispondiElimina
  2. Il mio lo fa.
    Si alza lui a fare il latte SEMPRE, ogni notte.
    E a volte si offre di cullarla, in questo però lei non collabora...

    RispondiElimina
  3. Anche io sono fortunata, mio marito si occupa della colazione ogni mattina e di farla dormire quando non vuole (dorme tutta 10 ore senza svegliarsi, ma si resiste ad andare al letto e non ci riusciamo fino a mezzanotte).

    RispondiElimina
  4. wow! tre testimonianze positive. Mike Delfino all'inizio mi diceva: non ti preoccupare, sarò "come di vedetta". nel tempo ha perso un po' di colpi, ma in compenso la notte scorsa gli ho giocato un brutto tiro di cui poi vi dirò... e ora è certamente in credito.

    RispondiElimina
  5. daniela - narayan15 marzo 2011 18:06

    Mmmm, su un social network che frequento è stata sollevata la questione "cosleeping" e strano a dirsi non ci sono stati accoltellamenti virtuali (di solito discorsi come questi, per esempio sull'allattamento, scatenano delle guerre di religione che levati), anche se il confronto è stato bello vivace.

    P.S.: mio marito non sente niente, niente, se proprio sono fuori di me dalla stanchezza lo chiamo e si alza lui, ma è raro. Se invece è sveglio si alza e la coccola, e spesso è più bravo di me a farla riaddormentare.
    Io la mia pupa l'ho ospitata nel lettone per circa 19 mesi (ora ne ha quasi 21). Questione di sopravvivenza (mia), perché alzarmi, allattarla - ha smesso poco dopo i 18 mesi - rimetterla nel lettino e tornare a letto 2 o 3 volte a notte era troppo stancante. Quindi alla prima sveglia in genere finiva a letto con noi. Il che non ci ha impedito di mettere un'altra pupa in cantiere, con la quale penso mi comporterò uguale uguale.

    RispondiElimina
  6. daniela - narayan15 marzo 2011 18:07

    Mi ha mangiato un pezzo di commento, asigh :(

    RispondiElimina
  7. I miei bimbi vengono tutt'ora nel lettone e non ne faccio una tragedia. Solo un problema di ossa rotte. Non vi restano per tutta la notte, ovviamente... Un po' di coccole, si addormentano e li porto nel loro lettino. Se uno dei due si sveglia in preda a brutti sogni e viene da noi non lo caccio certo via ma lo coccolo... a volte anche entrambi se si svegliano entrambi. Mio marito non sente nulla. Niente. Niente di niente tranne i calci dei figli sulla schiena ma si sposta pià in là e nulla più... Mi alzo sempre io, da sempre, tranne rarissime - ma proprio rare - occasioni.
    Per me non è un problema perchè oramai sono abituata ma ammetto che a volte al mattino sono più stanca della sera!
    Ps. i figli crescono in fretta e so che rimpiangerò le manine della mia bimba che per dormire cerca le mie orecchie e quelle del suo fratellino che, da bravo ometto, cerca le tette della mamma per coccolarle un po'!

    RispondiElimina
  8. Quando i nani si svegliavano ancora di notte era sempre il mio Fantasticomarito ad alzarsi e lo fa tutt'ora quando capita..in linea di massima noi non abbiamo il lettone invaso dai nani (per fortuna). Loro dormono con noi solo quando non stanno bene ma non appena guariscono sanno che il loro posto per dormire è il loro lettino...

    RispondiElimina
  9. come più volte ho scritto la mia Vi non viene nel lettone se non le mattine del sabato e della domenica ( e avendo il k---pazzesco che dorme come noi, significa intorno alle 9.30), quando la portiamo per giocare o coccolarci.
    Ho sempre avuto vicino a me la culla, poi il lettino che dopo l'operazione ho spostato nella sua cameretta.
    Ho provato solo una notte a tenerla nel lettone i primi giorni tornata dall'ospedale: niente, non ha dormito neanche un nanosecondo...e io neppure.

    E' una situazione che si è creata da sè, anche se fondamentalmente io e marito M ci eravamo detti che avremmo voluto evitare di farla dormire con noi, ma sapevamo che sarebbe potuto succedere, per stanchezza, per abitudine etc...
    Se fosse stata una per esempio che si svegliava alle 6.00 del mattino, col cavolo che non l'avrei tirata in mezzo a noi un pò...

    RispondiElimina
  10. lettone forever!!
    nel nostro c'è posto anche x due gatti.

    tutti i miei figli sono stati nel lettone, li ho messi nel lettino solo quando sono stati in ghardo di alzarsi e raggiungermi autonomamente..non faccio una notte intera di sonno dal 2004, almeno se posso evito di alzarmi..
    la terzogenita poi, nel lettone x default a cominciare dall'ospedale.mio marito forse si alzerebbe, ma non ha le tette..e così me la tengo ancora lì, da un lato del letto. ho messo una sponda mobile così non cade. non mi piaceva l'opzione di metterla tra me e mio marito. anche perchè lei non vuole essere coperta nemmeno con un lenzuolo, io invece ho freddo (anche perchè ho sempre le tette di fuori!), e al centro sarebbe stata ingestibile. e poi, almeno la libidine di avere un contatto piede a piede col marito!!
    mi piace un sacco averla vicina, sentire il suo respirino e la sua morbidezza..l'infanzia passa presto, tra una manciata di anni chissà con chi dormirà..

    RispondiElimina
  11. ma perchè li chiamate nani? lo trovo così umiliante

    RispondiElimina
  12. Come mai tutti i vostri fantasticimariti riescono perfino a svegliarsi? Il mio Uomo del Nord non fa una piega, continua imperterrito a ronfare, qualunque cosa gli succeda accanto nel lettone..... e mai una volta si e' alzato la notte (cioe', forse si, secoli fa quando presi una storta ad una caviglia e la cucciola era in periodo di svezzamento e pretendeva ancora il latte di notte)
    Comunque lettone si, in casi estremi. D'abitudine, nemmeno a parlarne. Solo la mattina sono concesse due coccole nel lettone prima di alzarsi. E sono dolcissime!

    RispondiElimina
  13. Io ho detto la mia qui:
    http://mammamogliedonna.blogspot.com/2010/10/co-sleeping-e-affini_01.html

    RispondiElimina
  14. I miei sono comodamente parcheggiati lì. Ho provato a sfrattarli, ma non ne vogliono sapere.
    Mio marito si alza regolarmente e lo ha sempre fatto tutte le notti.
    Forse dovrei accendere un cero, in effetti!
    vistodalei.splinder.com

    RispondiElimina
  15. Lettone? Magari! Il mio pupo, di 27 mesi, del lettone non ne vuole sapere... quando i risvegli notturni superano il numero limite (5, 6...) cerchiamo di convincerlo a venire a dormire con noi; NIENTE. Urla disperato attaccandosi alle sbarre del lettino: "Ettino picolo! Ettone gaaande nooo!". Stessa cosa quando si sveglia alle 6 (il che e' la norma), sabato e domenica compresi.
    Qualcuno dira': bene, meglio cosi'. Eh no, perche' lui vuole stare nel lettino ma avvinghiato alla mia mano/braccio come un polpo. Colpa mia, l'ho abituato ad addormentarsi cosi'... l'unico modo per convertirlo al lettone e' prospettargli degli smarties nascosti sotto il cuscino oppure lasciargli portare il "camon gaaaande" (un tir piu' grande di lui, comodissimo per dormirci insieme)

    RispondiElimina
  16. Ciao Paola, devo dire che anche io sono fortunata, mio marito si sacrifica anche la notte!!! La Popa ormai (finalmenteeeeeeeeee) alla veneranda età di 3 anni 1/2 dorme tutta la notte, il Popo invece una sera si e una no ce lo ritroviamo nel pieno della notte che pensa di scalare l'everest e invece cerca solo di infilarsi nel lettone, ovviamente appiccicato a me!!! E allora il mio amato marito, lo prende, lo porta sul divano e sta con lui finchè non si riaddormente.... poi per il sonno di tutta la famiglia lo abbandona li e se ne torna a letto!!!!!
    Un abbraccio Stefy

    RispondiElimina
  17. Sul risveglio nel fine settimana anche io non mi posso lamentare...praticamente sempre mio marito si alza prima di me e i piccoli, che arrivano nel lettone la mattina quando si svegliano a prendersi la loro bella scorpacciata di coccole e abbracci, poi seguono papà per iniziare a giocare, mentre io rimango ancora a crogiolarmi tra le lenzuola e li raggiungo a colazione pronta!!!!!
    Sui risvegli notturni, che per mia fortuna non sono mai stati fissi e numerosi, invece ahimè non sente niente di niente, manco le cannonate..ma va beh ci compensiamo!!!!!
    E poi per tutta la settimana lui esce quando tutto il resto della famiglia si sta svegliando perciò l'imbarcamento truppa spetta a me sola e quindi, in un certo senso, me lo deve, o no?!!??!? ^_^

    RispondiElimina
  18. ahhhhhhh ora è tutto più chiaro.....
    ecco perchè sono così flippata......!!!!
    è da due anni che mi sveglio sempre e soltanto IO e da mesi ormai, nel bel mezzo della notte, la nana urlante mi sveglia e devo andare a dormire nel letto in camera sua (lettone non ne vuole sapere...solo con me!). il maritino invece dorme a pelle d'orso nel lettone!

    marta

    RispondiElimina
  19. ahahah che bello immaginare le nostre/vostre notti! mi viene in mente come un film in cui la telecamera inquadra i letti (e gli spostamenti) dall'alto. sul cosleeping non saprei. personalmente come Micol amo molto la possibilità di sfiorare con un piede Mike Delfino e non un pupo, poi ho un sonno piuttosto frastagliato e con i bimbi in mezzo mi sveglierei troppe volte per sopravvivere alla giornata successiva. quindi i miei nel lettone non ci vengono mai, solo la Pupa quando ha il gòmito. Il Pupo, come un altro bambino citato qui sopra, non è MAI riuscito ad addormentarsi con noi - nemmeno quando aveva pochi mesi e lo allattavo. e adesso che parlucchia anche lui dice "Etto piccolo, etto piccolo", pretendendo di essere portato "dillà".

    RispondiElimina
  20. La mia ha solo 18 mesi, si addormenta e dorme da sola (culla-lettino-camera separata) da quando è nata e finora di dormire nel lettone non gliene è mai fregato niente (anche se le cose potrebbero cambiare, immagino). Noi non l'abbiamo mai cacciata, anzi, a volte io ce la porto di peso per gratificazione mia, ma lei proprio non vuole saperne.
    Le piace invece montarci sopra di giorno, con tutto un corredo di braccialetti tintinnanti, e infilarseli ai polsi e alle caviglie. Poi, quando si stufa, prende la mia sveglia dal comodino e la smonta pezzo per pezzo, molto fiera di sé. A margine: "nani" è affettuoso, no? La nostra è addirittura "gnoma"...

    RispondiElimina
  21. certo che "nani" è affettuoso! la prendo come la solita provocazione dell'anonimo che ogni tanto passa di qui...

    RispondiElimina
  22. ahahah...anche io il Dibab lo chiamo "nano", anzi, se gli chiedi "tu chi sei?" e lui " Babo" (Fabio), " e poi?" e lui "Nanooooooo"...fa troppo ridere! anche perchè lo è davvero un nano, 'ste gambette corte corte...fa una tenerezza!
    Comunque, argomento letto...ne ho parlato nel mio blog l'altro giorno...io ci ho provato per sopravvivere a mettermelo nel lettone...addirittura ci ho provato in ospedale a 2 gg...niente da fare, lui vuole dormire o sopra di me (e non ci siamo!) o da solo...da quando ha 2 mesi è nel suo lettino in cameretta sua. Peccato poi che però chiami anche 8 volte a notte se non sta bene, 3 se sta bene...e ciuccia, quindi ho la poltrona vicino al lettino, appena si rilassa lo stacco e lo metto nel letto (ooooops, ha quasi 21 mesi!)
    Il lettone lo usa per fare la lotta con papà, o in sua assenza, con me e morderci fino a farci male... lui a noi...che carino, eh?

    RispondiElimina
  23. ah...il marito non avendo le tette non serve di notte, non si è mai alzato...a parte quando bisogna lavargli il naso (e lui è il più esperto) o ha vomitato ovunque e io cambio me e il nano e lui cambia le lenzuola e lava il pavimento. e va bene così!

    RispondiElimina
  24. Care tutte, ora ribaltiamo la situazione...
    Voi da piccole cosa facevate????????????

    Io per esempio accedevo al lettone dei miei solo la domenica mattina (non ero ben accetto, non facevo dormire nessuno cambiando ogni 30 sec. posizione, oltre che per altri chiari motivi...) e in genere per fare la lotta con il coccodrillo (mio padre), mia sorella invece super abbonata.

    RispondiElimina
  25. cara Paola, io comunque quando non si svegliano i figli, mi sveglio lo stesso, oramai sono programmata..
    quindi il mio sonno è a singhiozzo e andrà rieducato.

    sui nani: a me fa venire in mente Biancaneve! è carina, ma non la uso.
    mia nonna usava la parola "nanu", indifferentemente x maschi e femmine, era un termine dialettale. la mia amatissima baby sitter usava invece "piofa".
    usa quel che vuoi..l'importante è che sia detto con amore!

    RispondiElimina
  26. uguale a mia figlia solo con due differenze lei viene nel lettone o direttamente all'ora di andare a letto o tra le due e le tre di notte e dopo aver chiesto l'acqua almeno tre volte!!!! inoltre il coraggio a mio marito non serve perchè tanto lei risponde sempre "no, solo mamma" "no l'acqua me la da mamma" "no la colazione me la da mamma " e così via........ comunque post MOLTOOOOOO CONSOLATORIO:))))

    mamma ele

    RispondiElimina
  27. quando era piccolo piccolo e dormiva nella culla mio marito si alzava, lo cambiava e me lo portava a letto x allattarlo. ora ha 2 anni, dorme 12 ore filate x notte in mezzo a noi nel lettone, dove è arrivato non si sa bene come verso i 6 mesi e non è più uscito!

    RispondiElimina
  28. Da talebana del "lettone mai!" (prima di diventare madre) , ora sono ormai rassegnata al lettonismo. Quest'estate troppe cose hanno coinciso: cambio di casa, una stanzetta per pelloni che prima non la aveva e dormiva nella nostra stanza, un lettino "da grande" per lui, un fratellino quasi in arrivo. Per tutte queste ragioni, non ho avuto da eccepire sull'arrivo del pellone nel lettone. Poi, come sempre accade, la cosa e' divenuta abitudine. E devo ammettere che mi piace da matti abbracciare il topino finalmente abbandonato... Anche se poi lo spostiamo nel suo letto, quasi sempre ritorna, anche perché nella sua stanza c'e' anche il piccolo che si sveglia almeno una volta per notte e sveglia anche il grande. Quindi alla fine la situazione e' la seguente: nel lettone il dr, che non si alza mai, pelloni, la gatta ed io. Nella sua stanzetta tutto solo il piccoliffo...

    RispondiElimina
  29. pro lettone! non ce la posso fare diversamente!!!
    fortunatissima con papàbarba mattiniero che si alza e mi lascia dormire (la domenica anche fino a tardi). per compensare è impensabile guardare un programma insieme la sera. russa dopo 30 secondi e se lo sveglio mi giura che ...stava ascoltando (con la bocca impastata).
    ci sono stati momenti in cui non riuscivo a dormire se non avevo un koala appiccicato! sintomi da dipendenza acuta! adesso intorno alle quattro arriva la piccola, un attimo di assestamento e si continua a dormire. i più grandi le hanno concesso il posto d'onore.
    ricordo ancora le domeniche mattina nel lettone dei miei quando l'unico modo per starci tutti era "sedersi" sulle ginocchia dell'altro (siamo 4 figli!).

    RispondiElimina
  30. il tomato ha 18 mesi e dorme nel suo lettino nella sua cameretta da quando ne aveva nove, prima stava in camera con noi, ma sempre nel suo lettino. ha dormito pochissime volte nel lettone e solo perché stava male Per noi è difficilissimo condividere il letto, lui è come un facocero imbizzarrito e vorrebbe dormire letteralmente sopra di me toccandomi i capelli per ore e magari dando anche affettuosi calcetti al suo papà. Quindi l'opzione lettone è praticata di rado, anche se al mattino quando si sveglia ci viene praticamente sempre, ma a quel punto dopo una notte di sonno tranquillo è bellissimo averlo lì che mi coccola e mi guarda come nessun uomo mi ha mai guardato appena sveglia! il mio non marito poi è bravissimo, e ci siamo sempre spartiti le alzate notturne (anzi, con lui il tomato si riaddormenta pure prima)...peccato però che abbia le orecchie foderate di prosciutto e non lo senta fino a che non raggiunge i decibel di un concerto dei metallica..ma a quel punto mi sono già alzata io!

    RispondiElimina
  31. Io sono per il lettone in caso di sopravvivenza e come piacevole eccezione. In periodi di risvegli notturni eccessivi rispetto alla mia capacità di sopportazione ho piazzato il bimbo nel lettone senza troppi sensi di colpa...anche le mamme devono sopravvivere ! Consapevole però che doveva arrivare il momento di farlo nuovamente dormire nel lettino..e il momento è poi arrivato. Che bello però ogni tanto portarlo nel lettone ( se il papà è fuori per lavoro, se lui è ammalato..)...sono momenti preziosi, che posso godermi ancora per poco, perchè non farlo ? Sorge però un altro problema: ora che i bimbi sono due ci staremo nel lettone tutti quanti ? Ci vorrebbe un letto a 4 piazze !!!
    Samantha

    RispondiElimina
  32. Eccomi... io ero e sono rimasta una talebana del "lettone mai", il lettone è off-limits, ognuno dorme nel proprio letto, da sempre. Quando erano piccoli, ho fatto, soprattutto con Cecilia intere notti in piedi, su e giù dal letto a causa delle coliche: ti metto nella culla, piangi, piangi, mi alzo, ti prendo in braccio, non smetti, allora tanto vale, ti rimetto giù, piangi, piangi, forse posso darti il latte, ma sì sono già passate 2 ore e mezza da ultima poppata, vado in cucina, preparo il latte, torno in camera, ti prendo, tetta1, tetta2, giunta con il biberon, ti tengo su perchè c'hai pure un problema alla valvola e rigetti a fontana, forse ti sei addormentata, ti metto giù, piangi, piangi, no è troppo presto per altro latte, non so cosa fare... tutto questo fino alle 5.30/6.00 del mattino. Ora ci alziamo a turno quando necessario, questo in alcuni periodi può significare anche molte volte ogni notte. Nanni una volta è venuto nel lettone, ma eravamo in albero, aveva 3 anni, aveva iniziatgo a vomitare, non smetteva più ed era molto spaventato, allora gli ho proposto di venire nel divano-lettone con me mentre Ale ha preso il suo posto nel lettino. Quando Ale è via per lavoro, sono io ad andare nel letto di Nanni (dorme in un normale letto adulto + sponda ribaltabile), mi porto anche Cecilia, leggo una storia, poi Cecilia ed io ringraziamo Nanni per l'ospitalità, io ripongo Cecilia nel suo lettino e, spenta la luce, vado anch'io a dormire, sola nel lettone, be' mica subito è chiaro che a quel punto ho ancora 1.234 cose da fare...

    RispondiElimina
  33. Scusate ma mi da un po' fastidio l'idea che se è il padre ad alzarsi allora lui "si sacrifica". E' dare per scontato che noi mamme invece è normale che ci sacrifichiamo: sta nel nostro DNA!
    Non voglio essere polemica, ma proporre un punto di vista diverso perché se poi ci lamentiamo tanto della condizione femminile è anche perché noi stesse siamo vittime di stereotipi...
    Ok, Paola scusa l'OT, vengo al tema...
    Il nostro pupo viene nel lettone solo la domenica mattina a leggere e giocare: ce lo godiamo ma io non vorrei rinunciare mai all'intimità della nostra camera, rifugio della coppia!

    RispondiElimina
  34. @Samantha: nel nostro letto, che è una piazza e mezzo francese (cioè largo 1,40m anzichè 1,20 come la piazza e mezzo normale) ci stiamo anche in 5 e due gatti!!
    con creatività, qualcuno si può mettere per traverso o in fondo ai piedi a mo' di cagnone..

    RispondiElimina
  35. Bella discussione....
    Lettone si, quando è necessario e non ci sono alternative:bambini malati, incubi, denti che spuntano etc.
    I miei in ogni caso una volta riaddormentati li rimetto nel lettino. Ma per par condicio il piccolino nel lettone cerca il contatto fisico col papà, si incolla a lui e se mio marito si sposta lo cerca, finchè non lo riporto nella culla. Da me invece vuole la tetta per addormentarsi.
    I sacrifici li abbiamo fatti entrambi, sia nei risvegli notturni (il primo figlio non ci ha fatto dormire per 18 mesi),sia in tutta la gestione dei figli, e devo dire che tante cose le fa meglio lui. Per il secondo è stato tutto 1000 volte più semplice, ma specialmente ci ha fatto dormire da subito, nonostante lo allattassi.
    @papongi:non siamo mai andati a dormire nel letto dei nostri genitori, era una regola ognuno nel proprio letto.Ma non abbiamo mai creato problemi nel dormire.Il figlio maggiore non ha sicuramente preso da me. A volte andavamo nel lettone per giocare prima di andare a dormire.Ma questo credo spetti di diritto a tutti i bambini.
    Carini tutti i commenti sulle coccole,condivisibili anche questi.
    Mamma ooh oh

    RispondiElimina
  36. pensato stanotte, ore 1.15, divano finalmente, patato di 18 mesi e due giorni a nanna, papà dal patato, dopo emozionante torneo di calcio alla play station (unica, e sottolineo unica, attività che pare essere compatibile con il SUO essere sfinito) a nanna anche lui, quadrupede di nome lilli (lalla, detto possibilmente gorgheggiando per il patato di cui sopra) accoccolata sul divano insieme a me. Noi due, le donne di casa, finalmente sole! decisione clamorosa: non mi metterò a rispondere all'ennesima mail di lavoro, non controllerò lo stato avvilente del nostro conto in banca, non risponderò al messaggio malinconico dell'amica single che povera lei è di nuovo costretta a partire per parigi/londra/berlino per non pensare alla sua solitudine. No, stavolta no, mi metto a girovagare senza meta, in rete ovviamente...e incontro te e il tuo blog...un'ora abbondante di risate, talmente intense da contorcermi il pancino e portarmi alle lacrime, rido di te, di pupa e pupo, di mike delfino e del tuo quotidiano, rido con te, perchè ad ogni paragrafo mi ritrovo a pensare: ma questa sono io, ma questi siamo noi, ma patato devo assolutamente portarlo a giocare con pupo e pupa!!! mi ritroverai tra i tuoi amici di blog, non mi par vero di aver trovato un luogo dove poter sonoramente ridere e sorridere delle mie disavventure, e dove poter scrivere a caratteri cubitali che... certo sono i nostri piccoli, li amiamo e adoriamo, sono quanto di più bello e tenero e divertente possa esistere, ma non è che sia sempre sempre sempre una magica esperienza, non è che gravidanza con vomitini e nausee per 9 e dico 9 mesi e un giorno (quello dopo il parto), parto da 16 ore di travaglio con pargolo di 4 kg che ce l'ha messa davvero tutta per farmi capire il significato dell'espressione "partorirai soffrendo", e poi 18 mesi di fatica, corse, incastri tra lavoro, nido, trasferte, festicciole, corsi di musica in culla, acquaticità, laboratori vari, mestieri di casa, influenze, virus di ogni genere anche sconosciuti, insomma non è che tutto questo sia sempre quell'esperienza mistica e fantastica così come sostenuto dai più (che di solito però hanno figli maggiorenni o non ne hanno!!). e concludo con due cose per cui vale la pena vivere (10 in questo momento mi sembrano troppe): il mio piccolo che sciaffetta per la prima volta in una pozzanghera e il più classico dei bagni caldi, con casa vuota, libro in mano e dolcetto preparato dal papà del patato nell'altra.

    RispondiElimina
  37. Dunque... bell'argomento! Io non sono favorevole al co-sleeping, perché la notte mi giro e mi rigiro e questo serve a non svegliarmi tra un ciclo di sonno e l'altro. Va da sé che BisMarito invece preferisce l'Alieno nel lettone... si muove di meno, e comunque con meno movimenti tellurici! L'Alieno dorme nel suo lettino (ma in camera) da quando aveva tre mesi. Al 10° mese circa abbiamo cambiato posizione con BisMarito mettendo lui in prossimità del giaciglio nanesco... questo, di fatto, fa si che anche se lui non ha le tette (con cui l'Alieno a 17 mesi ancora si sollazza) almeno si tira su per prelevarlo, porgermelo e riaccomeodarlo alla fine dell'operazione. Questo quando durante la poppata non ci addromentiamo tutti e tre.

    RispondiElimina
  38. Per il tema "lettone" l'unico compromesso accettato dal Terminator (3 anni) fin'ora è quello di dormire nel suo lettino, ma ancora in camera nostra e senza la spondina laterale: in pratica abbiamo creato una specie di letto a 3 piazze, ma perlomeno si dorme tutti senza calci nelle reni.
    Per quanto riguarda invece l'alzarsi di notte, mio marito sarebbe anche disponibile, è il pupo che non lo vuole!! Vuole solo la mamma....caro dolce cucciolotto......sto pensando di provare a minacciarlo con una mazza quando si sveglia, forse lo convincerebbe che papà non è poi così male! che dite? ;D

    RispondiElimina
  39. Nel lettone, a cuccia. Mi piace da matti averli lì, entrambi. Se poi vomitano è una poesia. E se fanno il piscialetto è estasi sublime.
    La colazione mi sveglio io a prepararla. Sì perché la domenica sono òì alle 7. Di settimana bisogna usare le bombe per tirarli giù. Eh sì, che vita...

    RispondiElimina
  40. grazie a tutte per i numerosi commenti! e in particolare a Elena, una nuova amica in rete.
    @lalaiza... leggo un po' di amarezza e sarcasmo nelle tue parole. urge incontro chiarificatore.

    RispondiElimina
  41. ciao! sono nuova di qui e son felice di nn sentirmi più tanto sola!
    Io ho allargato il lettino e dormo con il Boss dalle 3 di notte in poi, l'orario in cui solitamente mi chiama...1pz e mezza per noi due è sufficente...il papo lo lasciamo su da solo che tanto non gli interessa e se per caso si alza me lo rinfaccia per una settimana, d'altronde lui lavora e io no...licenziata:) dopo la maternità...comunque io e il Boss dormiamo come angeli insieme..e finalmente non mi sento più in colpa....forse vivo in una comunità di bacchettoni ma non avevo mai trovato nessuno che ammettesse di dormire col pupo...::)

    RispondiElimina
  42. patto: lui va a correre e un sabato sì e uno no allo stadio. io il weekend al mattino dormo. tranne quando la bimba mi reclama con voce rotta e allora mi alzo impietosita.

    il lettone in condivisione non mi è mai piaciuto, in genere ce la portavamo verso il 3°-4° risveglio consecutivo in quei mesi (terribili) in cui non si dormiva (fino a 6-7 risvegli per notte). Oggi, che si sveglia solo una volta alla settimana (un sogno!) la porto solo quando mi sento che non ce la posso fare a tenere gli occhi aperti e riaddormentarla...

    RispondiElimina