Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

mercoledì 29 agosto 2012

Madeleine di fine vacanze

Non c'è come tentare di parlare con tuo figlio al telefono
Nell'attesa che Baracca (la Pupa) e Burattini (il Pupo) tornino dal mare dopo nove settimane di vacanza, io e Mike Delfino viviamo le ultime ore di relativa spensieratezza e folleggiamo blandamente in città. Dove per «folleggiare» si intende alzarsi tardissimo (anche alle nove del mattino!), guardare tre puntate di seguito della serie tv Mentalist (conoscete?), ingannare il tempo dipingendo le pareti di casa di vari colori (es. verde tavolo da biliardo, carta da zucchero, turchese), farsi sfottere il giorno dopo dai colleghi in ufficio («È tempera, quella che hai sparsa tra i capelli e le unghie dei piedi?»)
Il vuoto legato alla mancanza dei Pupi è del resto mitigato dai weekend di costante pendolarismo tra Milano e la Liguria. Roba che fiaccherebbe anche un cavallo: in settimana si sgobba, nel fine settimana si trotta su e giù per la spiaggia all'inseguimento dei nani, senza contare che il viaggio in sé prevede a. treni superaffollati oppure b. code in autostrada o ancora c. partenze all'alba del lunedì mattina per essere al lavoro in tempo.
In ogni caso, ciascuno di noi elabora la nostalgia come può. Mike Delfino sostiene la teoria secondo cui «i bambini è meglio non sentirli proprio, per non intristirsi e non intristire loro». Io invece li chiamo tutti i giorni.
Storie di insuccesso I Pupi, del resto, non vogliono quasi mai venire al telefono. Se lo fanno, sono bruschi e sbrigativi. Qualche esempio:
(Pupo): «Mamma, tu sei bella, pelò non ti voglio pallale» (clic).
Oppure: «Mamma, sei blutta e devi andale a vivele con un'altla famiglia. Ti voglio bene» (clic).
Oppure: «Mamma, sono mimmo mommo. Ahahahah!» (clic).
(Pupa): «Ciao mamma, da grande voglio avere la tua stessa voce e i tuoi stessi capelli. Ti voglio un bene come una carezza. Ciao, devo andare» (clic).
Oppure: «Ciao mamma, ti ricordi la mia bambola Paolona, quella che aveva paura di tutto, persino del risotto? Ora non ha più paura né del risotto né dei leoni. Però ha paura delle eruzioni dell'Etna. Ciao, devo andare» (clic).
Ogni telefonata dura in media 7/8 secondi e non prevede alcun intervento da parte mia, né interazione. Del resto, neanche con mia mamma.
(Io): «Ciao, mamma, tutto bene?»
(Lei): «Bene, bene, tu?»
«Bene. Cosa avete fatto oggi? Cos'hanno detto i Pupi?»
«Non me lo ricordo. Ogni tanto mi dico: "Questa devo proprio scrivermela" e poi hop! mi passa di mente».
«Peccato. Vabbé, mi passi il Pupo?»
Ammesso che vengano a parlarmi, la loro tecnica è: dirmi una frase a caso (massimo due) e poi attaccare. Quando va male, invece, non riesco neanche a parlarci. Allora mi accontento di sentire che aria tira sullo sfondo, mentre parlo con mia madre.
(Io): «Ciao mamma, tutto bene?»
(Lei): «Sì, bene. Mettilo dentro».
(Io): «Cosa devo metter dentro?»
(Lei): «Ce l'ho con tuo figlio. Ho detto mettilo dentro!».
(Io): «Scusa?»
(Lei): «Adesso metti subito il pisello dentro il costume. Non fare l'esibizionista. Paola, tuo figlio è un porco».
(Io): «Lo so. Si è denudato di nuovo?»
(Lei): «Stavolta il costume ce l'ha: ha tirato fuori solo il pisello. Ho detto mettilo dentro, non mi interessa se ha caldo».
Il che mi porta a chiedervi Che rapporto hanno i vostri figli col telefono? Vi parlano volentieri? Da che età sono in grado di sostenere conversazioni, diciamo, non totalmente surreali? A volte mi diverto a immaginare cosa succederebbe se i Pupi mantenessero quest'atteggiamento neghittoso anche durante la loro vita adulta. Anni fa ho conosciuto un tizio che detestava il telefono. Non si è mai comprato un cellulare, preferisce scrivere, meglio se lettere di carta e non email. Non ha molti amici, però.

35 commenti:

  1. mio figlio non parla granchè, però tiene il telefono davanti a sè e dice e fa ciao con la manima quando ci sono le nonne al telefono! Fa abbastanza ridere a vedersi!

    RispondiElimina
  2. Ahahahah! Confermo tutti i piezz'e core latitano al telefono.
    Le telefonate con PdC sono tuttora come dei sondaggi:
    -si
    -no
    -non sa/non risponde.
    Ed anche la conversazione dal vivo è all'insegna dei "non mi ricordo".
    Tutti uguali.

    RispondiElimina
  3. Ho due bimbi, un ometto di 7 anni e una streghetta di 22 mesi. E sono separata. Quindi ogni sera il papà li chiama al telefono.
    L'ometto: "Pronto. Ciao" Il papà chiede qualcosa e lui risponde "Sì, ciao." Seconda domanda "Sì. Ciao" X la serie: ti sto dicendo ciao: la capisci o no che devo andare a giocare-guardare la tv-in cortile ecc. ecc.??? Idem nel week end quando sono con lui e chiamo io!
    La streghetta invece fa discorsi lunghissimi che cominciano con Mamma o Papà a seconda di chi sia al telefono e continuano con una serie di aaaaaeeeeeoooo perchè ancora non spiaccica una parola!!

    Ps. Leggendo di tuo figlio e del suo esibizionismo, mi viene in mente che quando l'ometto finisce di fare la doccia e va in sala a vestirsi (bagno microscopico, non ce la farebbe) deve scappare dalla streghetta perchè lei vorrebbe prenderlo "lì" e tirare!!! Devo preoccuparmi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha Xina... te l'ho detto vero che adoro la tua streghetta??????? :-D

      Elimina
  4. No, no, non posso pallale al telefono. Sto mangiando/giocando/"pulisciando"... e via di seguito.

    A tre anni è il massimo che sono riuscita ad ottenere!

    RispondiElimina
  5. Mi hai fatto piangere dal ridere!! mi sono immaginata la scena del pupo, e anche le altre! Non puoi smettere di scrivere sul blog! I tuoi racconti sono un toccasana x l'umore! :)))
    Marco ha due anni ed adora il telefono... Ne ha avuto anche uno vero trai giochi, vecchio, che porta in giro x casa tutto il giorno! Credo voglia emulare suo padre che quando lavora a casa e' spesso al telefono! Xo' quando deve parlare coi nonni fa scena muta. Ascolta, non stacca un attimo la cornetta dall'orecchio ma non sibila parola! Vedremo crescendo!
    Mi piace leggere quel che scrivi, spero proprio che la tua crisi sia passata! Potresti fare un libro coi tuoi post! Sarebbe uno spasso!
    Un bacio
    Tania

    RispondiElimina
  6. Il mio ha due anni e adora il telefoni, ti racconta le cose e fa le facce buffe.. E se gli fai una video chiamata ci sta tutta la sera!!!

    RispondiElimina
  7. Mia figlia dice ancora poche parole e quindi non posso raccontare niente di particolare... Mio padre però, aveva conversazioni di 30" al massimo, e di solito attaccava il telefono senza lasciarmi il tempo di salutarlo, e ovviamente senza salutarmi :D :D

    RispondiElimina
  8. Io non ho ancora figli quindi non posso dir nulla a riguardo!Personalmente però sono un po'come quel tuo amico che odia parlare al telefono:preferisco mandare i msg e le mie conversazioni telefoniche sono piu' o meno come quelle dei tuoi figli!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  9. Consolati!!!!! io ho un figlio di 25 (quasi) anni...... gli piace girare per il mondo...... il telefono con la mamma!!!!!!!!!!! ma per carità!!!!!! mi manda le mail giusto per far sapere che è ancora di questo mondo............ e se io presa dallo sconforto/nostalgia mi azzardo a chiamarlo........ "perchè mi chiami?????? sto bene, tutto a posto, ciao"
    Consolati............

    RispondiElimina
  10. Mio figlio più grandi (3 anni) ha imparato a chiamare i nonni (vivono nella casa accanto, abbiamo un telefono interno), li saluta, li aggiorma sulle sue pipì, li informa sui nostri spostamenti.
    Il più piccolo (17 mesi) non parla, ma adora il telefono, soprattutto il mio smart phone: lo prende, se lo mette all'orecchio e pontifica.

    P.S. THE MENTALIST?!?!?!?! Noi lo adoriamo, letteralmente. Ma quanto bello è lui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quanto bello è quel suo certo sorrisetto? ti dirò, a me i biondi non piacciono, ma lui fa eccezione...

      Elimina
  11. Perché vuoi concentrare la nostra attenzione sulle telefonate quando hai un finale di post che farebbe invidia alla regina d'Inghilterra col pisello del Pupo costantemente fuori dal costume?
    :-)
    I maschi sono molto buffi in questo. Il mio di 4 anni se lo tiene sempre quando è nudo e ogni volta gli dico: Guarda che anche se non lo tieni non è che cade per terra... E lui allora lo lascia un attimo e controlla!

    RispondiElimina
  12. AHAHAHA LA BAMBOLA PAOLONA CHE HA PAURA DEL RISOTTO MI HA FATTO TROPPO RIDERE!!!

    cmq credo che il tuo folleggiare con tuo marito fra dormite,serie tv (the mentalist è bellissimo!!!) e tinteggiature sia no giusto DI PIù!!!!

    RispondiElimina
  13. Guarda, quest'anno ho lasciato per la prima volta i bimbi in montagna con i nonni per un po' di giorni e ogni volta che chiamavo il grande (6 anni) veniva a parlarmi allegro e mi raccontava cosa stavano facendo mentre il piccolo (4 anni) non voleva neanche salutarmi...quando li ho raggiunto gli ho chiesto spiegazioni sul perchè non volesse neanche dirmi un semplice ciao al telefono e lui mi ha risposto che era offeso con me perchè lo avevo lasciato lì e me ne ero andato. Si divertiva sì, ma voleva che lì con lui ci fossi anche io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non so cosa sia la mancanza dei figli, perchè non ho un cane che me li tenga nemmeno per una sera..però ho due mesi di ferie, che trascorro con loro e che mi vede arrivare a fine vacanze stremata. Dopodichè, vado a lavorare. Yeeee!!
      Nelle scorse settimane di caldo torrido abbiamo sistemato la camera dei bambini spostando mobili, pitturando pareti, montando mobili aggiuntivi..il tutto coi bambini sempre intorno con tutte le loro esigenze! Ho fame-sete-pipì-quando andiamo al parco?-tra liti, morsi e insulti.
      E'venuta bene, io però son da buttar via. Ma stasera stanno col papà, io esco per l'adorato planetario.

      Elimina
  14. Non è tanto il rapporto con il telefono a preoccuparmi che, comunque è alquanto surreale visto che prende in mano ogni cosa che somigli vagamente ad un telefono, compreso telecomando tv, telecomando condizionatore, e ci parlotta dentro, quanto il rapporto che ha con il suo pisello. Ebbene sì, anche io ho un figlio porco che lo tira fuori ovunque e difronte a chiunque e lo mostra soddisfatto.
    Vero anche che ha ficcato il, mio cellulare nella ciotola dell'acqua del cane. Addio cellulare, ma mi preoccupa di più sta storia del pisello.
    Forse gli compreo un impermeabile, modello maniaco!!
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah sì, allora mio figlio e tuo figlio si somigliano. il Pupo l'anno scorso ha preso il cellulare di sua nonna e l'ha lavato, nel bidet, col sapone. poi gliel'ha portato: «Guarda com'è venuto pulito»

      Elimina
  15. (mamma Jane): «Ciao amore come stai?»
    (il Benji): «Bene»(clic).
    (mamma Jane): «Amore mio ti mando tanti bacini»
    (il Benji): «Sei una puzzolonaaaaaaaaa»(clic).
    (mamma Jane): «Amore mio allora hanno rubato il portafogli alla nonna, ma non preoccuparti non è una cosa grave?»
    (il Benji): «Non è una cosa graveeee? Non è una cosa graveeeeeee????»(clic).
    (mamma Jane): «Amore mio tra un po' torni a casetta. Sei un po' contento?»
    (il Benji): «No»(clic).

    Per fortuna anche a me stare al telefono non piace per nulla che quando non mi vuole parlare sono quasi contenta ehehehheheh
    Massima solidarietà dear ;-)
    mamma jane

    ps. a Berlino i bambini possono denudarsi ovunque (e in molti luoghi anche gli adulti ahimè eheheheh). In spiaggia ogni tanto il pisello libero ci sta. Appoggio il PupoPisello che c'ha caldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah sì figurati, a me fa solo ridere. tieni conto però che stavolta aveva tenuto il costume e tirato fuori SOLO il pisello. questo fa ancora più ridere.

      Elimina
  16. ahahha che ridere! che belli i tuoi post. sarebbe una perdita non avere i tuoi racconti! la loquacità dei miei figli al telefono è pari a quella che ben racconti!!!! se riesco a parlare con loro, è un grosso achievement. stamattina ludovico è venuto al telefono e gli ho detto che bello sono tanto felice che domani ci vediamo! e lui : pure io lalalala (ed è scappato)

    RispondiElimina
  17. Sul rapporto di mio figlio col telefono sorvolo, perchè alla tenera età di 20 mesi si limita perlopiù a fissarlo, per poi afferrare la prima cartaccia che trova in casa, portarsela all'orecchio ed esclamare "pontooooooooo?!?!?".

    Invece sul rapporto che ha col pisello ci riconosco tanto il pupo. Tutte le volte che gli levo il pannolino fa gridolini deliziati e inizia a farci lunghissimi discorsi d'amore.

    Uomini...

    RispondiElimina
  18. GEmma (22 mesi) è loquacissima a telefono muto e quando invece viene telefonata si limita a sorridere!
    Ebbrava Paola che hai ripreso a scrivere col.sorriso sulle labbra, mancavi a tutte! Fantastico il pupo e tua madre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Opperchè non c'è il mio nome nel commento?

      Elimina
  19. Leo Leo guarda affascinato e a bocca aperta il telefono. Poi quando la nonna attacca lui si fa delle lunghe chiacchierate a modo suo. Io sono mary Poppins,ti leggo da molto tempo e ora ho aperto il mio blog rosadidonna.blogspot.it

    RispondiElimina
  20. Olivia ha quasi 20 mesi, non dice tantissime cose, ma le sue telefonate sono così: "NONNA!!! EEEEEEEEEEEEEEEEE!" Poi la nonna chiede qualcosa e lei risponde con una cantilena simile ad una frase, ma priva di alcun senso: "EEEEEEE-EEEEEEEE-EEEEEEE"
    Se parla con il nonno che va in motocicletta, gli dice anche "BRUMM BRUMM".
    Poi conclude a malincuore con un "CA-CAO!" e un bacino.
    E' molto buffa, a scrivere non rende, ma starebbe attaccata al telefono per ore, a volte ce l'ho lasciata davvero a parlare con mia mamma e mia sorella (che non sapevano più che dirle e chiedevano disperate di farsi ripassare me) mentre io facevo un po' di faccende: la babysitter al telefono!

    RispondiElimina
  21. cara paola, ciao! mi chiamo francesca, ho 34 anni, ho scoperto il tuo blog da poco e me lo sto leggendo dall'inizio alla fine. ogni tanto mi viene voglia di mettere commenti a un post, ma siccome sono ancora al 2011 poi rinuncio. adesso però ho letto il post di febbraio 2011 in cui chiedi alle lettrici di raccontare dei problemi che hanno avuto nell'annunciare la gravidanza in ufficio. e qua non resisto, questa la devo raccontare.
    io lavoro da 4 anni a bruxelles, tempo indeterminato. qua la gravidanza è vista come una cosa bella, non come un intoppo (va anche detto che la maternità è più breve, cioè danno meno mesi, ma questa è un'altra storia).
    comunque, qualche mese fa vado dal mio capo (maschio) e gli dico "capo, volevo dirti che dovrò assentarmi per fare degli esami medici..."
    capo, illuminandosi tutto e con gli occhi a cuore: "sei incinta!"
    io: "no. ho le emorroidi."

    RispondiElimina
  22. Mio figlio lo devo tenere lontano dal telefono perché ogni volta che sto parlando con qualcuno con qualche acrobazia riesce sempre a mettere giù @#%^$¥]

    RispondiElimina
  23. Bello questo post. Bello perchè, oltre a essere davvero simpatico, è per me un training. Tra due giorni il mio esserino se ne andrà al mare con i nonni. E pure noi inizieremo settimane di relativa pacchia a due, e weekend di trasferte in Liguria per tutto settembre.
    In quanto alle telefonate, per ora mi "esercito" con la classica dall'ufficio, a metà giornata. Se l'esserino (21 mesi) è particolarmente in vena racconta. Oggi: "Cotto pannocchia cluuuudaaaa, pulisi pulisi, tlaaaapano, sivolo, isotto booooono!" = siamo andati in campagna col nonno, abbiamo raccolto una pannocchia, la volevo mangiare ma mi hanno detto che non potevo perchè era cruda. Poi ho fatto un po' di pulizie (aiuto: insieme al meccanico, il pilusci-pulisci è il suo gioco preferito!), poi ho trapanato un po', mi sono fatto un paio di scivolate al parco giochi e ho mangiato il risotto, che mi è piaciuto molto".
    Se non è particolarmente in vena, fissa l'immagine sul cellulare del nonno (dove c'è la mia foto) e invoca: "in blaaaaaaccio!".
    Come farò ora a dirgli "Sì, ti prendo in braccio tra una settimana..."?!

    RispondiElimina
  24. Confermo che a 10 anni ancora non sono affatto interessati al colloquio telefonico. Dell'adolescenza ho espsrienze solo di figlie femmine e a quel punto ti puoi scordare di avere un apparecchio telefonico in casa (il fisso chiaramente) perchè non lo trovarai mai libero!

    RispondiElimina
  25. Che ridere!!!! Io ho due femminucce, quindi storie di piselli niente....;-) e quando sparano cose divertenti mi dico che me le devo segnare per raccontarle, ma poi purtroppo spesso passan nel dimenticatoio. Così su due piedi mi viene in mente "porno" al posto di "forno" , vale comunque? Al telefono invece la piccola sorride e fa ciao con la manina, la piccola risponde "no" quando le si chiede se vuole parlare al papà in viaggio di lavoro....

    RispondiElimina
  26. Figli di 18 e 15 anni. Al telefono parlano più o meno come i tuoi. Con me. Perché invece coi loro amici sono loquacissimi. Soprattutto la femmina.
    Telefonata standard dall'ufficio di metà mattina (11 e mezza):
    - Ciao siete svegli?
    - Secondo te?....se ho risposto!
    - Cosa state facendo?
    - Niente
    - Tuo fratello ha fatto qualche compito?
    - Boh, forse prima mentre dormivo
    - Cosa prepari per pranzo?
    - Pasta (tutti i giorni)
    - E di secondo?
    - E chi ha voglia di mangiare il secondo? Ci siamo appena alzati. Ciao ma', mi suona il cell... Clic.

    RispondiElimina
  27. L'amica Tipa mi passa spesso Nipotina e Coccodrillo al cellulare. Prima, si sente un gran frastuono tipo ancheioooo ancheameeeee che riguarda il parlare con la pseudozia che sarei io. Poi me li passa e, uno per volta, tutti e due: "ciao tesoro come stai?" "mmsì." bene? cos'hai fatto, hai nuotato?" "msì." il mare è bello?" "msì." E la telefonata potrebbe andare avanti per ore se io non mi facessi passare l'altro bambino o magari di nuovo la mia amica.

    RispondiElimina
  28. Mi e' arrivato il tuo libro! Evviva Amazon UK! E ho preso anche Una madre lo sa, che avevi consigliato in non so piu' quale post.
    Se per caso ti incontri le lo autografi? (Il tuo)!

    RispondiElimina