Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

venerdì 11 ottobre 2013

31esima settimana

«Sono un guarriere»
Il Pupo alza sempre l'asticella
Potrebbe sembrare che io abbia saltato una settimana, ma in realtà avevo inserito l'ultimo post poco prima dell'inizio della 30esima e scrivo invece questo alla fine della 31esima, perciò tecnicamente ci siamo. Il Pupo, quasi 5 anni, alza sempre l'asticella: due sere fa ha reso una dichiarazione spontanea che recitava testualmente, «Ho paura che quando nasce la sorellina poi voi non mi guardate più». Grandi applausi alla sua capacità di elaborazione, ah che bel lavoro stiamo facendo come genitori, seguono rassicurazioni varie, ah com'è bello che i nostri figli parlino apertamente dei loro problemi.
L'ora del demonio Il punto è che, purtroppo, le nostre notti si fanno progressivamente più difficili. Eravamo abituati a un bambino che - praticamente dalla nascita - dormiva da solo senza difficoltà, e quando lo racconto tutti a dire ringrazia Dio che fin qui è andata così bene, il che per qualche motivo risulta solo di parziale consolazione: adesso si sveglia anche tre, quattro volte di fila, con disperazione di Mike Delfino e soprattutto mia, poiché per un mix tra panzone e nervosismo fatico a riaddormentarmi, al punto di metterci anche un'ora ogni volta. Aggiungi che il bambino si sveglia preferibilmente a orari maledetti, tipo le 2.30 (ora in cui avvengono le invasioni aliene del nuovo sci-fi Oscure presenze) o, ancor peggio, le 3.07 (ora in cui si manifesta il demonio nel terribile L'evocazione, chi l'ha visto sa di cosa parlo), quindi se mi cade l'occhio sull'orologio oltre che essere nervosa mi spavento pure, e nel buio comincio a sussurrare a Mike Delfino frasi rassicuranti come «È la fine del mondo» oppure «È l'inizio di un film horror e noi non ce ne rendiamo conto, adesso arriverà qualcuno a rapirci i bambini e a portarmi via la nascitura dalla pancia».
Strategie di sopravvivenza A proposito di film horror, sono convinta di avere un cimitero indiano di 40 centimetri quadrati sepolto proprio davanti alla mia cucina a gas. L'altra sera mi sono scottata la coscia sinistra col brodo del risotto: l'ustione peggiore della mia vita, comprensiva di vesciche. Per fortuna (vi giro questo consiglio nel caso non lo sapeste) mi sono ricordata che in questi casi bisogna immergersi subito in acqua fredda, e così, tipo vacca nel Gange anche per via delle dimensioni, ho messo le chiappe a mollo nella vasca gelata per 15 minuti, evitando forse cicatrici permanenti - ma non uno choc termico. La mattina successiva invece, per una serie inspiegabile di congiunture sfavorevoli, ho fatto da arco voltaico - avevo i piedi nudi, le mani bagnate, eccetera - e ho preso la scossa più forte della mia vita mentre tentavo di accendere il gas.
Sulla sponda del fiume mi sono seduta, eccetera Subito dopo la scossa, ho pianto. Tra l'altro Mike Delfino era fuori col cane, proprio come la sera prima (quando mi sono scottata). Il Pupo per consolarmi è corso a prendere i suoi vecchi ciucci da un cassettino dei ricordi; la Pupa, più pragmatica, ha attivato una app dell'iPhone che si chiama MyBaby'sBeat e in tempo zero ha verificato, con le cuffie nelle orecchie, che il cuore di sua sorella battesse ancora. Visto che sì, ho chiamato al volo una mia amica medico che, ancora più pragmatica della Pupa, mi ha rassicurato: «Se non sei morta all'istante per un'aritmia, direi che tu e la Piccolissima state bene».
In tutto ciò, il Pupo Anche se ho finto di parlare d'altro, il nostro vero problema ora sono le notti insonni. Con l'avvicinarsi dell'evento-Piccolissima cresce la preoccupazione: cosa succederà quando dovrò allattarla? Aver capito che è il pancione a disturbarlo non aiuta a risolvere il problema, quel che conta davvero è che ora abbiamo circa 59 giorni per rimettere il Pupo in carreggiata, essendoci peraltro già giocati molte delle strategie consigliate: il bambino dorme con il suo pupazzo di riferimento (chiamato "il Ma"), a cui si è ora aggiunto un vice-pupazzino che ha superato l'apposito training scacciamostri; in camera c'è la lucina azzurra "contro le paure notturne", nel disimpegno c'è una vice-lucina gialla a far da sostegno, prima di addormentarlo gli leggiamo le sue storie preferite e gli facciamo tutte le coccole rasserenanti. L'altra notte Mike Delfino esasperato vaneggiava: «Ora basta, ci sta prendendo in giro, non può venire ogni dieci minuti a dire hopauramiscappalapipìhosetehofamevogliolamamma, se lo fa ancora io, che ho già perso la mia salute mentale, giuro che lo chiudo in camera a chiave, oppure lo metto in giardino come un nano, e ne riparliamo domattina». La privazione del sonno, si sa, fa scherzi strani, resto in trepida attesa di preziosi consigli (che possibilmente non siano «Aspetta qualche anno e vedrai che passa»), perché, come disse Forrest Gump dopo aver attraversato gli Stati Uniti di corsa, arrivata a questo punto «Sono un po' stanchina».

38 commenti:

  1. Ciao! In questo periodo mio figlio (6 anni) proprio non sopporta la piccolina (2 anni)...oggi mi ha detto "Mamma perché hai fatto Anna Vittoria?...Va be...tanto oramai l'hai fatta!" e io solo per provocarlo un po' "E se mamma facesse un altro bimbo?" "Se fai un altro bimbo io fuggo ad Abudabi!". Si va avanti tra alti e bassi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh Abudabi non è neanche la peggiore delle mete possibili. come gli è venuta in mente?

      Elimina
  2. che paura cara Paola, intendo dire per la scossa.per fortuna state bene. l'unico consiglio che potrei darti per il pupo è di fargli fare un corso di psicomotricità, se non lo stesse già facendo.se poi la psicomotricista è anche una brava professionista, ti saprà aiutare e consigliare strategie di volta in volta mirate ad affrontare i cambiamenti del pupo.io per contro vorrei far fare judo a mio figlio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "per contro" nel senso che mio figlio fa psicomotricità.faccio sempre casino coi post.e si che li rileggo pure.barbara

      Elimina
    2. ahahah mi fai morire grazie :-)

      Elimina
  3. Carissima! Sono cavoli, e per semprei. Il mio primogenito ripete spesso che vorrebbe essere figlio unico ed è arrabbiato con me perchè l'ho "tradito" facendo gli altri due!
    Per il sonno, so com'è non dormire una notte intera, da quasi 9 anni. E quando loro dormono, io mi sveglio lo stesso: 2,3, 5 volte per notte.
    Io lo metterei nel lettone, e vedrai che non si sveglia più. Dopo il parto ne avrai due nel lettone o forse tre, ma quello non è per sempre.

    RispondiElimina
  4. Sfinirlo di coccole finché ne abbia talmente abbastanza da dirti "e basta ma', mo' lasciami in pace...."
    Può funzionare?

    RispondiElimina
  5. Cara Paola, come ti capisco!
    Ora ti racconto la mia esperienza: le mie bibinde hanno quasi 5 anni e 3 e 1/2. La prima, come il tuo, ha sempre dormito benissimo fino alla nascita della sorellina. Loro hanno solo 18 mesi di differenza, quindi mi sono ritrovata a non dormire per tutto il primo anno di vita della seconda perché la piccola non dormiva mai e la grande aveva iniziato a risvegliarsi. La piccola poi ha imparato a dormire bene, ma la grande ha continuato a non dormire la notte fino a questa primavera. Me la ritrovavo davanti al letto 2-3 volte per notte, a qualunque ora, e veniva a svegliare solo me, mica il papà! Lo scorso autunno sono stata coinvolta nel giro di catechisti della parrocchia e così ho accettato l'impegno. Una lezione settimanale nel tardo pomeriggio e alcune riunioni preparatorie durante l'anno. Le prime volte le bimbe non volevano che mi allontanassi, poi la bimba grande un giorno mi ha chiesto se poteva venire anche lei. Visto che è molto tranquilla e sa stare ad un tavolo a fare lavoretti o colorare ho deciso di prenderla con me. Le stampavo dei disegni e mentre io spiegavo lei stava brava al suo posto a fare le sue cose. Morale: in due settimane (= 2 volte che veniva con me) ha ripreso a dormire tutta la notte! Non volevo crederci, ma è stato così. Una coppia di amici che ha avuto un problema analogo con una delle figlie, ma era più grande, si era rivolta ad una psicologa, che in tre "sedute" aveva risolto il problema. Stessa soluzione: la mamma doveva dedicare del tempo esclusivo alla figlia. E così è stato. Quindi mi sento di consigliarti la stessa cosa, anche se io ci ho messo 2 anni a capire che tipo di tempo esclusivo volesse la mia bambina.
    Ora anche da noi sta per arrivare il fratellino: la grande è entusiasta, bacia il pancione, vuole sentire i calci e gli parla. La sorella invece è più ermetica, è come se non volesse sbilanciarsi, ma ogni tanto anche lei gli parla e gli fa i disegni. Ora ho preparato un spazio nell'armadio alla loro portata, in cui ho messo tutine, bodini e metterò pannolini. Sanno già che potranno aiutarmi e non vedono l'ora. Nonostante questo la grande ha iniziato a risvegliarsi ogni tanto la notte, ma soprattutto la mattina presto vuole venire da noi nel lettone. Purtroppo pure io dormo malissimo e con il tunnel carpale infiammato ho le braccia come due mulini a vento...è già tanto se non prendo a sberle mio marito nel sonno e la sola idea di avere i bambini nel lettone mi fa innervosire. Col catechismo andrò a singhiozzo, ma la grande sa già che verrà con me. E io sto tranquilla. Speriamo che duri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per il tuo racconto! in effetti anche io penso che dipenda da quello... tra 10 giorni sto a casa e farò un sacco di cose da sola col pupo, spero che la situazione migliori

      Elimina
  6. ciao cara, io ho una bimba di 5 e mezzo, un bimbo di 4 appena compiuti, e la terza piccolina è attesa tra 2 settimane salvo anticipi. per dire, ti capisco bene. il piccolo da mesi è diventato una colla in mia presenza. i risvegli notturni sono iniziati da circa una settimana ma per fortuna per ora si risolvono in incursione nel lettone tra le 4 e le 5 (io lo mollo lì con il papà e vado a dormire nel suo letto, meno male che gli abbiamo preso un bel letto grande e comodo...). ieri abbiamo montato in camera nostra il lettino e il fasciatoio in bagno, ed è partita l'angoscia latente della più grande (quanto stai in ospedale? io con chi sto quando tu e papà andate in ospedale? e se mentre sei in ospedale l'ospedale va a fuoco? e via in crescendo....)
    insomma, ci vuol pazienza. uno o due anni e dovrebbe passare tutto ^_^
    tu riguardati e attenta agli incidenti domestici!!!!
    Silvia

    RispondiElimina
  7. Vedila così: il tuo piccolo sta metabolizzando il cambiamento..ogni volta che si cresce si compie una piccola digressione..forza però,non mollare, che con la tua ironia lo spiazzi!
    a presto
    Marta e Sara di MammeCheFatica.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah guarda, sull'ironia è benissimo messo anche lui... diciamo però che a questo punto rinuncerei a una parte di divertimento diurno per un bel sonno notturno...

      Elimina
  8. Dunque la mia prima ha 3 anni e il sonno è un argomento scottante nel senso che non abbiamo mai dormito una notte intera....solo quest'anno, a giugno e luglio ci ha fatto provare l'ebbrezza delle notti di sonno continuo ed io ero felice perché con la seconda gravidanza in atto vomitavo gon giorno e stavo malissimo...poi ha ripreso a svegliarsi come prima e non so se dipenda dal fratellino...il secondogenito è atteso per il 2 dicembre e io come strategia non faccio nulla...subisco la situazione dicendomi che siamo allenati al sonno disturbato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu poi la prendi nel letto oppure cerchi di riaddormentarla nel suo?

      Elimina
    2. Ora che ha il lettino senza sbarre si alza da sola e silenziosamente arriva da noi e sale nel lettone....io e mio marito siamo in stato comatoso e lasciamo che si piazzi in mezzo....so che sbaglio ma lascio correre lo stesso

      Elimina
    3. no, non sbagli. si tratta di sopravvivenza. mamma che sta bene=bimbo che sta bene. nessuno dorme a 16 anni nel lettone..non in quello di mamma e papà intendo

      Elimina
  9. Hai provato a chiedere consiglio alla Pupa? Mi pare un esserino molto sensato, sai mai.
    Scherzi a parte, davvero non so che dire, perché ho una figlia sola e per ora nessun fratellino tra i piedi. Ti auguro che il Pupo sia come me: vado in paranoia perle attese, ma poi affronto le cose di slancio, quando arrivano.
    C.

    RispondiElimina
  10. Il sonno dei bimbi è un mistero da Voyager. Nessun consiglio. Tieni duro. Solidarietà.

    RispondiElimina
  11. Oh mamma..le 3.07...quanto mai ho visto quel film..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah l'hai visto? è vero che è ALLUCINANTE?

      Elimina
  12. Conosco la condizione, ossì se l' ho conosciuta!!!!
    Medio ha iniziato a fare le notte intere a 6 anni, prima siamo arrivati anche a 14 levate a notte: l'inferno!!!
    Come consiglio ti dico: aspetta che la veda, capirà che la sua 'nemica' non fa poi così paura, anzi....sarà un prezioso alleato!!

    RispondiElimina
  13. Tra quello e "L'esorcismo di Emily Rose"..terrore!!

    RispondiElimina
  14. Non ho consigli ma ti posso giurare che si sopravvive. Anche il mio nano ha fatto così per tutte le ultime settimane di gravidanza ma io me lo mettevo nel letto e andavamo avanti a dormire sereni come se nulla fosse (ma eravamo dai nonni e quindi nel letto c'eravamo solo noi due e mezzo).
    Ora si sveglia ogni tanto viene messo nel lettone per due coccole e poi rispedito nel suo letto. Se il letto è già occupato dal micro nano l'atmosfera si fa tesa e le parolacce del marito ben udibili ma con mirabolanti stratagemmi di solito lo convinco a ritornare nel suo lettino.

    RispondiElimina
  15. @gina, mi ricorda qualcuno... adesso sto preparandogli un medagliere, l'idea è che per ogni notte andata "abbastanza bene" lui riceva una medaglia, quando ne accumula 5 avrà un regalino (consiglio della pediatra)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ho usato la stessa tecnica per aiutarlo a superare la paura di entrare a scuola da solo, ma nel mio caso il regalo è stato immediato e quotidiano per ogni giorno in cui lui riusciva ad entrare senza piangere, e poi non bastava l'ovetto kinder come ricompensa ma si doveva dare un rinforzo tanto grande quanto il suo impegno.si chiama token economy , e mi è stata suggerita dalla psicomotricista del corso di cui sopra.tutto questo è durato una settimana, da me ribattezzata la settimana del salasso per ovvie ragioni. però ha funzionato!
      Barbara

      Elimina
  16. ieri sera tornando a casa dal parco con i cani, sento un urlo provenire da una macchina parcheggiata. mi giro e vedo una coppia che sta guardando in un notepad un film dell'orrore, tipo the ring. ovviamente ho visto proprio la scena più ansiolitica quando compare la ragazzina (sono quelle frazioni di secondo che ti condizionano per sempre la vita, anche se non vedrai MAI l'intero film).
    un qualche anno fa mi ustionai una coscia con la stufa a gas Warm Morning che aveva un simpatico logo, una W e una M. mi si marchiarono sulla pelle tipo manzo argentino.
    detto ciò, che come vedi le cose inquietanti e sfigate capitano a tutti (o quantomeno nella nostra famiglia, infatti anche matteo si era marchiato con un WM una chiappa - svantaggi del fare la doccia e non avere il riscaldamento = cercare fonti di calore).
    e anche il fatto che il Pupo sia spaventato è alquanto normale, basta vedere il più piccolo dei fratellini di chiara quando è nata Anita. prima della nascita parlava come un bambino di 2 anni (nonostante ne abbia 5) cosa che anche la Pupa se ricordi aveva cominciato a fare.
    non so se esiste un rimedio, forse parlarne è una strada, rassicurandolo che nulla cambierà nei suoi confronti.
    cmq tienilo lontano dalle stufe.
    a proposito, io regolarmente prendo la scossa ogni volta che tocco la lavastoviglie ikea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi dispiace per le scottature, ma questo commento mi ha fatto ridere TANTISSIMO.

      Elimina
  17. Massima solidarietà per le notti insonni! Io non reggerei!

    Difficile dare consigli,ogni bimbo è diverso. Posto che io per ora sono stata fortunata (3 nani di 5,3,1 anno e tutti dormono, nella stessa stanza per altro), hai provato con una musica dolce - senza parole! - che può riattaccare quando si sente solo? O puoi mettere tu, del tipo " se senti la musichetta allora la mamma è vicina".
    Comunque stando a casa, vedrai che andrà meglio:))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho provato una musica dolce ma il Pupo come sai ha un suo carattere e dunque che fa? l'attacca e poi la spara a 180 decibel...

      Elimina
  18. Non so che dire. Il Benji non ha dormito per tre anni (4 risevgli a notte) e io volevo buttarmi dal balcone :-) ora si sveglia solo una volta a notte (ha 5 anni e mezzo). Posso solo dire che chi fa un altro figlio dopo un figlio che non ha dormito per anni ha la mia infinita stima e il mio totale sbalordimento incredulo. Così, a isitinto, credo anch'io che il tempo esclusivo per il Pupo potrebbe migliorare molto le cose. Ti auguro davvero che funzioni! mamma Jane

    RispondiElimina
  19. Paola, io ho provato la Melatonina e ha fatto veri miracoli...tu che ne pensi? Virgi (Fi)

    RispondiElimina
  20. ho provato la melatonina ieri sera, quella apposta apposta per i bambini, su consiglio della pediatra. stanotte puntuale attorno alle 3.07 è arrivata La Chiamata. in effetti il pupo era un po' più intorpidito del solito (e anche contrito per avermi svegliato, e dispiaciuto perché non riusciva a riaddormentarsi da solo) ma non sono riuscita ad averne ragione. Mike Delfino non dava segni di vita, io dopo 2 minuti sono crollata e gli ho dato accesso al lettone, sistemandomi come al solito nel suo lettino da una piazza. stasera comunque ci riprovo. è anche frustrante per lui perché non riesce a vincere nessuna medaglia, poveretto

    RispondiElimina
  21. mettigli Laccio nel letto! domani sera provo con pulce e pezza, e vediamo come va....

    RispondiElimina
  22. Ciao paola, anche io tre pupi ora di 7, 5 e 3 anni... che dire.. io e mio marito abbiamo riprovato/ritrovato quest'anno l'ebrezza di una nottata intera di sonno...
    La mancanza di sonno fa male, c'è poco da dire, fa molto male e ti capisco benissimo!
    Strategie: con la grande alla nascita deL 1° fratello abbiamo tenuto la linea "dura" (devi stare nel tuo letto e basta, facci vivere!) forse troppo , ne è derivata un po' di insicurezza e rabbia che solo i "momenti esclusivi" principalmente con la mamma (di cui sopra altre hanno parlato) hanno risolto; con il secondo alla nascita del terzo abbiamo aderito al dettame AMORE&PAZIENZA (si ma na' valanga di pazienza). Epperò è contato. L'ho lasciato sempre nel suo letto, rassicurato ad ogni risveglio e fatto con lui di giorno cose "da grandi" solo con lui. Ti dico anche che li ho allattati tutti per 2 (sì 2 ) anni e quindi la notte diventavo una circense equilibrista (mamma voglio una mano, mamma vieni a farmi una carezza... e il piccolo si svegliava ...).
    Sappi che poi, poi, alla fine, molto alla fine, tutti si dorme.
    E' solo che il "poi" è sempre troppo lontano ;-)
    abbracci

    RispondiElimina
  23. Cambio di stagione, cambia la luce, l'alimentazione cambia, di solito, a casa mia, il sonno pure cambia e si alzano in due! Non do consigli a mamme esperte ma provare a mettersi vicino a lui e fargli compagnia nel momento di andare a letto, potrebbe funzionare?

    RispondiElimina
  24. e farlo stancare abbestia durante il giorno nella speranza che poi la sera crolli?

    RispondiElimina
  25. idea! (scusa mi sono loggata una volta con wordpress e una con blogger, per sbaglio): e se il pupo parlasse delle sue paure con la saggia pupa e lei gli raccontasse come è stato per lei quando è arrivato lui?

    RispondiElimina
  26. complimenti, blog molto interessante! ero alla ricerca di blog per noi mamme diversi dai soliti blog ! ti va di seguirci?

    "Le luxe doit être confortable..." http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/il-lusso-deve-comodo-nona-luna/

    grazie
    Mari

    RispondiElimina