Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

giovedì 27 febbraio 2014

Volevo dire gelosia, invece ho detto paura

Quel mostro dagli occhi verdi che dileggia la carne di cui si nutre
«Ho detto "paura" ma forse volevo dire gelosia. Quando dicevo "Mamma, ho paura di andare in bagno da solo, accompagnami" intendevo "Mamma, voglio che tu stia con me sempre, persino quando vado in bagno"». Mesi passati tentando invano di capire, curare, guarire il Pupo e le sue improvvise inspiegabili paure, e ora vien fuori questo. Come sempre accade, quel che fino a un momento prima era un enigma insolubile diventa facilissimo a partire dall'istante esatto in cui l'hai decifrato.
Formidable (ceci n'est pas une leçon) Accade anche che il punto più basso sia anche quello di svolta. Una notte il Pupo ha urlato come al solito chiedendo aiuto e quando barcollando sono arrivata da lui mi ha spiegato che non solo aveva paura dei mostri sotto il letto e di quelli nell'armadio, ma anche dei suoi pupazzi. Essendo al quarto risveglio in due ore lì per lì gli ho dato del cretino e l'ho odiato. Poi la mattina ci ho pensato e ci ho pensato ancora. Tipo: quando anche le cose più vicine e più care diventano temibili, vuol dire che il mondo attorno a noi sta crollando. «Pupo, abbiamo mai parlato di gelosia io e te?». «Cos'è gelosia, mamma?». «Gelosia è temere che qualcosa o qualcuno ci porti via quello a cui teniamo di più, a cui vogliamo più bene». «Allora, mamma, forse non sono fifone ma sono geloso».
Eh, le bébé. Oups: mademoiselle Il Pupo essendo la creatura sulfurea e dirompente che ben conosciamo - il bambino gigante il cui sogno più grande è diventare «l'uomo più forte del mondo» - ma anche il pulcino dalla pelle di cristallo che quando lo sgridi ti dice «Mamma, così mi fai sanguinare il cuore». E se di giorno con la signorina che ho appena partorito è protettivo e affettuoso, durante la notte la paura di perdere il suo posto nel mondo lo divora e diventa tutti i mostri che riesce a immaginare.
Tous les mêmes E dunque, nuovo cambiamento nelle nostre complesse geometrie notturne. Per recuperare energie al momento dormo in camera dei miei figli con il Pupo accanto e la Mini nella culla, la Pupa con Mike Delfino nel nostro lettone. La stanza degli ospiti al momento resta tale. «Pupa, com'è fare la nanna con Mike Delfino?». «Ottimo. È caldo, è coccoloso e soprattutto non mi cammina sui capelli mentre dormo».
Da che punto guardi il mondo (tutto dipende) E così il Pupo mi ronfa beato a un centimetro di distanza. Dopo aver trascorso mesi a funestare gli altrui sonni ora osa lamentarsi perché la Piccolissima «respira rumorosamente». Questa è una soluzione transitoria: il tempo di rassicurare il Pupo - che intanto ha ricominciato ad andare in bagno da solo - rispetto alla mia presenza al suo fianco. Dopodiché spero, nell'arco di qualche giorno, di riprendere la mia postazione. Mentre scrivo questo, penso: chi l'avrebbe detto, che dormire al fianco di un essere umano adulto sarebbe diventato così difficile.
Tutto dipende/2 Il Carnevale incombe (il sabato grasso ambrosiano è tra 10 giorni), io guardo a quella data con orrore. Voi come vi regolate? Abiti fatti in casa o comperati già pronti? La mia vicina di casa bravissima ci ha messo venti giorni a cucire per sua figlia un abito da pecorella da fare impallidire i disegnatori di Shaun, vita da pecora. Subito quegli sfacciati dei Pupi mi hanno chiesto qualcosa di simile. Gli ho detto: «Se proprio proprio, posso vestirvi come l'Uomo di latta del mago di Oz». E i due sempliciotti, gli occhioni sgranati: «Davveeero, mamma? E come ce lo prepari, il costume?». «Voi state belli fermi e chiudete gli occhi. Un paio di giri di carta stagnola ed è fatta».
Soundtrack: Tous les memes
Formidable
Depende

31 commenti:

  1. che tenerezza, il pupo! ma lo vedi che ci insegni sempre qualcosa? attenzione alle situazioni transitorie che poi diventano costanti. baci ps ah scusa ...abito principessa rigorosamente comprato al super

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cavolo papamamma mi fai venire la pelle d'oca con la frase "attenzione alle situazioni transitorie che poi diventano costanti". perché è vera, ah come è vera...

      Elimina
  2. il classico fantasma? lenzuola bucata e via.
    ah, se vuoi saltare i carri in duomo, al giambellino c'è un carnevale interculturale
    https://www.facebook.com/events/594434797305036/?source=1

    RispondiElimina
  3. Io una cosa simile la sto vivendo con la mia fagottina di quasi 2 anni: improvvisamente ha iniziato a "capricciare", dire no e poi si e poi pianti se non le fai fare quello che vuole...ho scoperto che è entrata nei famosi terribili 2 anni. Quando capisci una cosa la sai affrontare e spt l'affronti con più serenità perchè sai che forse una soluzione la puoi trovare. Coraggio tris mamma ti ammiro io mi sono fermata ad una.

    RispondiElimina
  4. Ewwiwa! E speriamo che sia davvero transitoria come soluzione, nel frattempo la stanza degli ospiti attende la zia!

    RispondiElimina
  5. Mi sa che gelosia sarà una delle prossime parole,capisci a me Popi. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ambe'. non vedo l'ora di leggerti. e grazie a te.

      Elimina
  6. Risposte
    1. ennò dai non mi dire così!

      Elimina
    2. Sì Paola....giuro! Eh....che ti devo dire....io devo campare...e per me campare significa DORMIRE! Non ho previsioni sulla durata dello schema.... :(

      Elimina
  7. Grazie del post Paola, illuminante. Spero anche per te!
    PS non intestardirti sui "pochi giorni" di situazione transitoria, se fossero un paio di settimane ma tu riuscissi a dormire tuuuutta la notte, non sarebbe comunque un gran successo? ;)
    franz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah! il mio pupo ha solo un anno e mezzo ma per il suo primo halloween (qui in francia lo festeggiano un po' di piu del carnevale) mi sono arrabattata anche io col classico... fantasma. Voto per il lenzuolo con due buchi per gli occhi e le ragnatele disegnate!
      Altrimenti ape e fiore! (il fiore ha solo i petali di carta crespa in testa, ed è vestito tutto di verde... l'ape se hai culo e trovi la maglia a strisce, ha solo bisogno di pantaloni neri e ali di fil di ferro e collant nero!
      (piu' facile a dirsi che a farsi, con un neonato per casa...)

      Elimina
  8. Che bello questo post, il tuo pupo mi ha commosso..e mi ha riportato all'annosa questione che mi tortura: meglio stare vicino a un bambino che ha paura, o meglio lasciralo sconfiggere le sue paure da solo?mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la psicologa pediatrica mi ha detto: meglio stare vicino. per il resto... ma quando finisce questa tortura? damn.

      Elimina
  9. io ne ho solo una ma dorme con noi dalla nascita. meglio dormire qualche ora tranquilla e con lei beata accoccolata e serena nel lettone o svegliarmi 300 mila volte per rimetterla nel suo lettino con lei che si sveglia piangendo? Cercate la soluzione che vi fa riposare tutti più sereni, per tornare ognuno nei suoi letti c'è tempo! un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  10. La mia "scimmietta" di 2 anni e mezzo dorme con noi da sempre, un pò per scelta (leggi voglia di dormire), un pò per necessità (troppe visite, vivo in Belgio). Ora è in arrivo il fratellino e l'idea era quella di abituarla a stare nella sua stanza...fallimento totale: dorme ancora con noi (anche per i sempre presenti ospiti). A questo punto vedremo cosa succederà, ho deciso di non preoccuparmi prima del tempo!
    Grazie di aver condiviso questa tua esperienza, illuminante!

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola!
    La mia grande ha ribadito più volte di non essere gelosa ma.... piccola premessa: ha un carattere ombroso, adorabile o odiosa. in questo periodo è molto antipatica un po'con tutti. pochi giorni fa al parco giochi incontrano un'amichetta molto simpatica e solare. La nonna chiede alla mia: vedi com'è simpatica G? Perché non fai come lei? E mia figlia, con tutta naturalezza: ma lei è figlia unica, non ha una sorella e un fratello che le hanno rubato la mamma!
    Noi per carnevale solo costumi home made, cuciti dalla nonna. Impazza Frozen ma i costumi relativi saranno per il prossimo anno...la nonna non ha tempo, così riciclato quelli vecchi.
    Flavia

    RispondiElimina
  12. Ciao Paola!
    La mia grande ha ribadito più volte di non essere gelosa ma.... piccola premessa: ha un carattere ombroso, adorabile o odiosa. in questo periodo è molto antipatica un po'con tutti. pochi giorni fa al parco giochi incontrano un'amichetta molto simpatica e solare. La nonna chiede alla mia: vedi com'è simpatica G? Perché non fai come lei? E mia figlia, con tutta naturalezza: ma lei è figlia unica, non ha una sorella e un fratello che le hanno rubato la mamma!
    Noi per carnevale solo costumi home made, cuciti dalla nonna. Impazza Frozen ma i costumi relativi saranno per il prossimo anno...la nonna non ha tempo, così riciclato quelli vecchi.
    Flavia

    RispondiElimina
  13. Ciao Paola!
    La mia grande ha ribadito più volte di non essere gelosa ma.... piccola premessa: ha un carattere ombroso, adorabile o odiosa. in questo periodo è molto antipatica un po'con tutti. pochi giorni fa al parco giochi incontrano un'amichetta molto simpatica e solare. La nonna chiede alla mia: vedi com'è simpatica G? Perché non fai come lei? E mia figlia, con tutta naturalezza: ma lei è figlia unica, non ha una sorella e un fratello che le hanno rubato la mamma!
    Noi per carnevale solo costumi home made, cuciti dalla nonna. Impazza Frozen ma i costumi relativi saranno per il prossimo anno...la nonna non ha tempo, così riciclato quelli vecchi.
    Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah povera crista la tua bambina, che tenerezza...

      Elimina
  14. Avevo fatto un costume da zombie per mio figlio, ricavato da una federa, lacerato e sporcato da fare orrore, ma lui non ha mai voluto metterlo: si vergognava. E io delusa a pensare che era già un consumista, schiavo dei costumi industriali. Ma poi mia mamma gli ha cucito un costume da re su precise indicazioni del giovane e perfetto in ogni dettaglio. Quello lo porta con orgoglio. Morale: i costumi fatti in casa ok, ma bisogna saperli fare :)

    RispondiElimina
  15. Anche noi siamo ambrosiani...allora che si fa??
    Il sabato grasso 'emigriamo' in zona romana...lì il carnevale è già bello che digerito!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava. ottima idea. va detto che la Pupa sabato grasso sarà agli scout, ergo almeno questo problema è risolto.

      Elimina
  16. Occhio alla Pupa ... Prima o poi verrà anche lei a"batter cassa". La mia quando sono con i due più piccoli mi dice: "ehi qualcuno si occupa anche di me?"....marta mamma di tre

    RispondiElimina
  17. Brava Paola! La gelosia potrebbe essere la mia prossima conversazione con il mio piccolo mostriciattolo! Comunque abbiamo avuto il tuo stesso problema. Adesso quando le sorelle sono a letto e lui si alza invece di riportarlo subito nel suo letto le facciamo le coccole tutte dedicate a lui. Il problema sembra risolversi piano piano (almeno ogni tanto riusiamo a dormire da soli!)

    RispondiElimina
  18. cara Ana, ma quanto tempo è durato tutto ciò? (così, tanto per sapere...) grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. andiamo avanti così da un mese ma non si alza tutte le sere (oggi per esempio eccomi qui, tranquilla al computer) E oggi ho visto una cosa che potrebbe fare al caso tuo (e di tutte le paure). Lo farò spero presto per i miei. Con una bottiglia per pulire, quelle che spruzzano, disegnare tanti mostri cattivi e chiamarla "spray anti mostro" ;)

      Elimina
  19. Anche il mio grande quando è nata sua sorella (aveva 30 mesi) ha avuto qualche problemino col sonno: non si addormentava più da solo, come aveva sempre fatto, e si svegliava di notte urlando, chiamandomi e poi cacciandomi brutalmente. Se ripenso a quel periodo mi vengono ancora i brividi. E' durata credo un annetto, con risvegli notturni sempre più radi. Poi passa, credimi, anche se finché ci sei dentro ti appare un tunnel senza fine. Penso che se il ragazzo aveva un buon rapporto con il sonno PRIMA, poi lo recupererà. E' che ora sta usando il sonno come strumento di sfogo, o di sottile "punizione" (in senso lato, ovviamente) per i genitori che gli han fatto questo bello scherzetto. Ma un uso strumentale è per forza transitorio. Coraggio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grande ilaria! grazie del sostegno.

      Elimina
  20. Posso saltare l'argomento sonno del Pupo e parlare di Carnevale? le maschere i miei due mostri, sono vestiti da Mostri di Monster & Co, Il Sonte è Randall, fatto a mano in casa e cucito a macchina dalla nonna, Leone è Mike Wazowski, questa volta il costume l'ho comprato sono stanca e troppo presa da altre cose per confezionarlo. e io invece faccio Sulley con cappello peloso e corna annesse ;-)

    RispondiElimina