Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

venerdì 17 aprile 2009

I bambini e i verbi

Come il sole all'improvviso
Stamattina presto la Pupa, quasi quattro anni, era uscita sul balcone a "guardare il sole", cosa che ama molto fare. Ha sbirciato un po' tra i fiori e le piante. E' rientrata in tutta fretta chiudendosi la porta finestra alle spalle, poi ha visibilmente tirato un sospiro di sollievo.
- (Io): "Pupa, che c'è?"
- (Lei): "Avrebbero potuto pungigliarci. Saremmo stati tutti pungigliati".
- "Da chi, Pupa?"
- "Be', dagli api. Sai, quelli gialli e neri", ha risposto con la schiena dritta e lo sguardo limpido di chi è convinto di aver detto una cosa importante.
Ho sorriso e ho pensato: diavolo d'una Pupa. Sa usare il condizionale passato.

10 commenti:

  1. A questo punto capire anche il "genere" delle api sarà una bazzeccola...

    RispondiElimina
  2. la pupa farà strada.

    RispondiElimina
  3. ma questa Beth chi crede di essere? la regina delle api? la Pupa imparerà "il genere" quando lo riterrà opportuno.

    RispondiElimina
  4. ma anonimo, chi sei? perché sei così bellicoso? la Pupa non voleva mica generare polemiche con i suoi api. e poi firmati, dai.

    RispondiElimina
  5. @anonimo: certamente lo farà quando lo riterrà opportuno, come tutti i bambini. Sorprendente che abbia imparato con tale facilità ad usare tempi verbali così difficili. Dunque confermo: hai ragione, la pupa farà strada...e dato che è così brava imparerà anche il genere delle api (ovviamente quando lo vorrà... :)..e penso che erounabravamamma abbia colto il senso del mio commento che era assolutamente elogiativo...

    RispondiElimina
  6. assolutamente sì. grazie beth!

    RispondiElimina
  7. A proposito di verbi - e neologismi
    Sapete che cos'è un cane "lagato"? Un cane di pezza aggiustato e ricucito con ago e filo:
    - Giorgio il tuo cagnolino si è rotto, adesso la mamma lo aggiusta, attento che ho l'ago il mano.
    - No mamma non lo tocco il lago. Ma non bucare il mio cane.
    - No non ti preoccupare non lo buco, lo aggiusto, cioè lo cucio con ago e filo.
    - Adesso è lagato? Lo posso prendere?

    RispondiElimina
  8. cara mammaigiene, voglio conoscere Giorgio. ma anche lui personalizza gli imperfetti? La Pupa dice: "Eraviamo", "Faceviamo", "Andaviamo"... ma non ho cuore di correggerla.

    RispondiElimina
  9. Dice "dormevamo", "dormevo",
    quando era più piccolo invece che "questa cosa andava messa qui" diceva "questo VAVEVA qui" ed avevo la netta sensazione di essere l'unica persona in grado di capire cosa intendesse dire ... amore mio

    RispondiElimina
  10. che carino. la Pupa allo stesso modo diceva, al posto di "va bene/vanno bene", "va bene/ VA BENGONO".

    RispondiElimina