Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

martedì 16 febbraio 2010

Regressioni infantili (e degli adulti, pure)

Mentre fuori c'è il Festivàl di Sanremo, nella casa-cantiere
La Pupa ha avviato una bizzarra regressione. Con una certa frequenza, da qualche settimana a questa parte, parla come una bambina di due anni (o meno). Anziché dire «Ti piace il libro?» dice «Piasce i-bo?».
Sgombriamo subito il campo dagli equivoci: non fa ridere, non è tenera, non è accattivante, innervosisce e basta (anche perché spesso non si capisce quel che vuol dire). Sono i momenti in cui una mamma si chiede "Cosa avrò sbagliato? La sto trascurando? Lavoro troppo?" e le risposte sono "Boh. Non mi pare. Sì". Per me: ora più che mai è assai prepotente il desiderio di arrivare viva alla scadenza del 1 marzo (consegna libro - che più che altro è un istant book) e di cercare il conforto di un'amica. Ultimamente le amiche mi mancano molto. Quelle senza figli passano il tempo volando a Marrakech fuori stagione e frequentando corsi di paracadutismo, rafting o sci estremo, quelle con figli sono inguaiate come e peggio di me. Capita anche a voi?
Forse sbagliamo tutte strategia e dovremmo impegnarci per uscire assieme la sera, tra donne, come facevamo un tempo, almeno un paio di volte al mese; ma c'è che l'inverno non aiuta, che bisognerebbe avere due vite sul serio, e guadagnare il doppio, e che a bere più di un bicchiere e mezzo di vino si è già ubriache, e che tra chi allatta, chi ha smesso di fumare e non sopporta più chi lo fa, chi è diventata vegana, chi musulmana è davvero difficilissimo mettersi d'accordo.
Ora per esempio ho fissato una cena per il 2 marzo con due tra le mie migliori amiche, e sono già qui che friggo al pensiero che a una di noi si ammali un figlio, che ci venga un attacco di gastrite il giorno stesso, che il lavoro maledetto ci trattenga in ufficio. Per il resto nella casa-cantiere la lotta con le muffe continua e forse volge al termine, stiamo chiedendo la surroga del mutuo, e presto faremo una mostra di cui vi dirò.
Il Pupo ha cominciato a parlare sul serio: oltre al vecchio "Mamma" dice "Babba-papapapapapà" (Barbapapà), "Bu" (Blu e brum), "Ma" (Mao), di nuovo "Ma" (ma con un'inflessione leggermente diversa, significa "Bau"), "Nenna" (Nonna) e "Nenno". "Papà" da solo ancora no. Ormai schifa le pappe, e verrà il giorno in cui mi deciderò a studiare e a mettere in pratica i suggerimenti di 101 ricette da preparare al tuo bambino per farlo crescere sano e felice. Uno di quei libri da comprare anche solo per sentirsi un po' meno in colpa, in attesa di tempi migliori, che presto verranno (magari con la primavera?)

13 commenti:

  1. devo essere onesta, io esco almeno una volta a settimana, con amiche con figli e non, e se i figli sono makati mio marito se la sgriga alla grande. Esco alle nove, quando sono a letto, ma non rinuncio a una serata di sfogo fuori, è sacrosanto...

    RispondiElimina
  2. Anche io per mille motivi diversi aspetto con ansia questa cavolo di primavera! Ma arriverà?

    RispondiElimina
  3. Oddio, trovo delle somiglianze tra il tuo pupo e il mio e mi domando: ma sono tutti così?
    Il mio (bilingue, speriamo!) chiama i barbapapà "papapapà", spesso aggiungendo delle sillabe, perché nel più ci sta il meno... papapapapà
    Dice bene Nonno e male Nonna che spesso diventa Nanno.
    Ma devo dire che è molto divertente (anche se sono arrivata ad odiare la Pimpa e alcuni episodi dei Barbapapà visti dozzine di volte)!

    RispondiElimina
  4. cavolo valewanda è il mio idolo. valew, devo fare anche io come te. @mammolina, sì, arriverà: dai adesso è (per forza) veramente dietro l'angolo. @elenaelle, mi piace un casino il papapapà. quanto tempo ha il pupo tuo?

    RispondiElimina
  5. Segnalo questo blog di ricette per bambini e non solo. Io lo trovo utile e divertente, e può dare geniali spunti!
    http://www.tempodicottura.it/

    RispondiElimina
  6. Sei in ottima compagnia!!! io sto come te... solo che ho solo un figlio, quando ne avrò due, e spero relativamente presto, mi suiciderò!!! Lavoro, gestisco in tutto lo gnomo, ho un marito (???) che lavora e che quando sono rimasta incinta ha deciso di iscriversi all'università!!! Risultato?? sono una mamma single con la rottura di dar retta anche ad un marito (geloso, permaloso e padre del figlio!!!) vabbè mi sono sfogata abbastanza!!! Ah le amiche??? come te!!! però sai che penso?? dovrei smetter di vivere di sensi di colpa nei confronti del mio gnomo e prendermi come dici tu un paio di serate al mese per uscire con le amiche anche non per bere ma solo per sparlare!!!
    un abbraccio e hai tutta la mia comprensione
    lisanna semiesaurita!!!

    RispondiElimina
  7. credo che parlo così per imitare il fratello non colpevolizzarti e ignorala! per le serate stiamo tutte sulla stessa barca non si esce da mesi complice caro euro, crisi e maltempo ci rifaremo quest'estate con una vacanza forza che il mese prossimo è primavera :-D

    RispondiElimina
  8. da noi i Barbapapà si chiamano "mammaepapà"!
    uscire la sera senza prole: per ora è utopia. la piccola sta solo con me e poi alle 9 non dorme nessuno, a parte io che dormo in piedi, che invidia x valeWanda! però nel mio piccolo mi concedo dei bellissimi laboratori di erboristeria presso l'abbazia di Chiaravalle. abbiamo fatto le palle da bagno effervescenti e faremo saponi e distilleremo oli essenziali..
    dai Paola il 1 Marzo è vicino che bello!

    RispondiElimina
  9. Per rispondere a Paola: il mio pupo ha 19 mesi, ma come dicevo è (dovrebbe essere, sarà?) bilingue visto che il padre è francese.
    Quanto alle serate: il mio compagno lavora in un ristorante e quando rarissimamente ha una sera libera chiamiamo al volo un'amica o una baby sitter e scappiamo fuori! Cinema o pizza, va bene qualsiasi cosa pur di ritrovarci in coppia!
    :-)

    RispondiElimina
  10. A volte sogno una serata al cinema con mio marito, ma poi mica ci voglio stare senza la mia pupina: ha 8 mesi, e io sono ancora nella fase "è solo mia!" Poi passa, vero? Anche qui si attende primavera dopo che la combo inverno+inizio asilo nido ci ha regalato, in sole 3 settimane, sesta malattia e raffreddorone che ora è diventato influenzone con febbre. E non volendoci far mancare niente, ci sono anche due denti che hanno deciso di spuntare dolorosamente proprio adesso. Scusa lo sfogo. Mi piace molto leggerti!

    RispondiElimina
  11. guarda ... io nemmeno parlo ... non sono nemmeno riuscita a passar a salutarti quella famosa sera dell' inaugurazione vicina all' ufficio ...
    tra bimbi, lavoro e stanchezza è troppo un casino ...
    w la valewanda, allora.
    a proposito, valewanda: scrivere un libro sull' argomento per dirci come si fa, no eh?

    paola

    RispondiElimina
  12. In effetti, come per ogni cosa, basterebbe solo iniziare ad allenarsi e suppongo che il tempo si troverebbe: sia di uscire una sera al mese, anche solo, con le amiche a fare Sex and The City, e una sera al mese col marito a vedere un film (cinema, ormai non so più nemmeno dove stiano) e a mangiar bene... invece cuociamo nell'abbrutimento (almeno,la sottoscritta) e nel senso di colpa (perenne ed anche tutto sommato ingiustificato). poi si potrebbe passare alla fase due: prendersi libertà estreme quali andare un'ora dall'estetista senza sentirsi come quella che lascia il figlio nel cassonetto, oppure farsi un pomeriggio ogni sei mesi all'hammam.
    Nel mio caso, c'è ancora parecchia strada da fare....

    RispondiElimina
  13. FranciLeoLudo1 marzo 2010 12:31

    :) io come te.......anzi credo peggio......(ovvero + clausura!!!) anche io me lo dico spesso U SCI RE! U SCI RE! prima o poi........!

    RispondiElimina