Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

mercoledì 7 marzo 2012

Quante storie per un piccolo ritardo

L'arte di accarezzare i piccioni
Se ancora non l'avete letto, non posso che consigliarvi l'ultimo romanzo di Fred Vargas, La cavalcata dei morti. Classificato come "poliziesco" in realtà è un romanzo che trascende i confini di genere, con una serie di digressioni surreali e adorabili. A un certo punto un padre, a proposito del figlio 28enne appena entrato nella sua vita - nel senso che, prima, non sapeva nemmeno che fosse nato - fa la seguente riflessione: «In una cosa era bravo, per lo meno. Bravo ad accarezzare i piccioni: anche banali, sporchi e brutti come quello» (il riferimento è un piccione trovato per strada con le zampine legate, ndr).
Amore e altre catastrofi Nonostante le perplessità di Papàmamma (che ritiene questa storia barbosa) qualcuno mi ha addirittura scritto in privato per chiedermi aggiornamenti sullo stalker ormai noto come «Il Tizio della Piscina». Calma, ragazzi, calma! Il fatto è che per il momento non c'è nessuna novità. Per fortuna, dice la parte privata di me; purtroppo, dice la narratrice che freme all'idea di raccontarvi ogni benché minimo sviluppo. Il Tizio della Piscina secondo me è morto o era malato, perché le ultime tre volte che sono andata a nuotare non l'ho visto. Peccato: il mio collega mi aveva accompagnato bello carico, con l'intento di menarlo, e invece ha dovuto soprassedere, limitandosi a sfogare il testosterone prendendo a schiaffi l'acqua con qualche vasca a delfino. Ma domani ci torno e, se lo ribecco, state sicuri che ve lo dico subito.
Una cosa orribile L'altra mattina sentiamo una risatina soffocata. Non c'è un modo carino per dirvelo, perciò ve lo dico e basta. Il Pupo ha rubato dal piano della cucina, dov'era appoggiata, la vaschetta piena a metà di cubetti di ghiaccio - l'altra metà essendo appena stata usata dal padre, aka Mike Delfino, per farsi un caffè shakerato. Poi l'ha messa per terra davanti a sé, ci si è inginocchiato davanti - il Pupo, non Mike Delfino - e deliberatamente, coscienziosamente, ha pisciato (uso questo termine perché l'azione nefanda lo merita) in ciascuno degli scomparti liberi. Credo che se non l'avessimo fermato avrebbe anche tentato di mettere la vaschetta in freezer, per vedere se riusciva a ghiacciare la pipì. Poi sua sorella si è girata, l'ha visto e angelica ha commentato: «Che carino il fratellino, vedete? Ha colorato i ghiaccetti con l'acquerello». Non abbiamo avuto cuore di dirle la verità, ma abbiamo pensato: questa è un'anima bella, nella vita si farà fregare dal primo che passa.
Il Pupo invece si è trovato irresistibile e ha continuato a ridere per un bel po'. Notare che non ne ha versata a terra neanche una goccia: quando si dice la precisione.
Stanotte, invece Da troppo tempo, almeno una settimana, dormivamo sonni tranquilli. Poi stanotte, a un'ora X che non ho nemmeno verificato - mi viene l'ansia doppia, se guardo l'orologio - abbiamo sentito un urlo belluino. Non mi sono svegliata subito, anzi sognavo che qualcuno stava costringendo la Pupa a inghiottire una biscia, pensate un po'. Invece era "solo" lei che urlava perché, nel letto, si era appena gomitata addosso. Mike Delfino mi raggiunge mentre presto i primi soccorsi e mi dice: «Hai bisogno che ti porti qualcosa, da sotto?». Gli faccio: «Un rotolo di scottex, per favore».
Ha borbottato qualcosa ed è sceso. Forse non ci crederete, ma è tornato di sopra con:
- Una paletta
- Un catino di plastica con un buco molto grande sul fondo
- Un sottovaso verde, diametro 22 cm.
- Un guanto di gomma (mano sinistra)
- Neanche l'ombra dello scottex.
Persino nella malattia, la Pupa ha riso. L'ho rassicurata: «Non ti preoccupare, i maschi di notte non capiscono niente». Il Mike si è lamentato dicendo che lo sottovaluto, poi si è chinato a frugare sotto il lettino del Pupo, che in tutto ciò dormiva beato. «Cosa fai, Mike, accarezzi il parquet?». «Sto cercando le lenzuola pulite», mi ha risposto lui, tra il confuso e lo stizzito. Per terra, sotto un lettino, accanto a una tartaruga gigante di peluche. Non nella cassapanca di legno dove, da almeno quattro anni, persino i pesci rossi sanno che le teniamo.
PS Stamani, interrogato, Mike Delfino non ha saputo dare spiegazioni convincenti sul suo comportamento. Ma anche i vostri compagni (o compagne, se siete maschi) danno il meglio di sé durante la notte? Si aspettano aneddoti e solidarietà.

55 commenti:

  1. Wow, sono la prima?
    Allora, di mio marito ricordo questo.
    Nano di quasi due mesi. Sveglia notturna per il biberon. Allora ero una povera stordita e pensavo che il biberon andasse preparato al momento, altrimenti chissà cosa succede. Il nano si sveglia, io: "Amo', scendo a metter su l'acqua" Marito: "Mmmh. Mmh. Mmh. Sì."
    Ritorno di sopra, nano che ciuccia poco convinto e frignetta.
    Io: Adesso vado a cambiarlo.
    Marito: Sì, sì. Mmmmh. Mmh."
    Torno dal bagno, rimetto il pupo nella culla
    "Scendo a vedere se la temperatura del biberon è giusta. Tutto bene?"
    "Sì, sì. Sì. Mmmh. Mmh."
    Risalgo, faccio mangiare il pupo e il marito non lo sento più. Beh, si è riaddormentato quando si è accorto che sono salita, mi son detta.
    Ovviamente la mattina dopo si è svegliato bello fresco come una rosa e mi ha detto "Hai visto quanto è bravo il nostro bimbo? Tutta la notte come un angioletto ha dormito!"

    Certo, io qualche volta non sono da meno, però quella notte è stata fantastica!

    RispondiElimina
  2. uh beata te che almeno il tuo Mike si riscuote durante la notte!Per far tornare il mio Papistress (mio marito) dal mondo dei "morti dormienti" ci vorrebbe l'allarme antincendio e dopo che tu hai fatto una nottataccia lui al mattino fresco come una rosa ti chiede "Non hai dormito?"...ed io ho manie omicide....

    RispondiElimina
  3. ah, ma guardate che io mi metto anche i tappi di cera, a volte, e nonostante i tappi riesco a sentire i pupi prima di mike! che le rare volte che si alza poi si lamenta dicendomi: «sbaglio o stai perdendo colpi?»

    RispondiElimina
  4. che sia una questione di genere?
    mio marito ha sentito la nostra piccina piangere solo le prime 6 o 7 notti, nelle quali si alzava la puliva etc.
    Ad oggi dopo due anni e con un altro in arrivo non c'è richiamo che tenga.
    è un sasso!

    Mi piacerebbe proporvi il mio nuovo blog sulla seconda gravidanaza.
    un diario di pensieri, insicurezze e bellezze in attesa dei secondi figli.
    grazie
    Alice
    http://bimammia.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Mio marito per forza di notte deve destarsi....abbiamo due gemelle di 9 mesi. Anzi, devo dire che ultimamente si alza solo lui e mi lascia dormire tranquilla perché ha capito che se non dormo divento una belva (ed inoltre sto da sola con le pupe tutto il giorno). Una perla d'uomo?.No, solo un furbone che ha capito che viene ripagato con succulenti pranzetti!

    http://passionsofthequeen.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. che fortuna che hai....l'unico uomo sulla faccia della terra che ha la mira!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Allora, a casa nostra il maschio grande ha una sordità selettiva per il pianto del maschio piccolo. Perciò se anche si sgola, lui non lo sente.
    Se, in caso di vera emergenza, gli chiedo una mano di notte per qualsiasi cosa lo devo chiamare una decina di volte almeno e quando arriva dal piccolo mi dice sempre: "mamma che fatica, mi gira tutto e mi viene da vomitare". Invece a me che scatto su come una molla al primo "aahh" del piccolo nessun riflesso vagale, no? Ma che glielo dico a fare?
    Se poi gli chiedi di fare qualcosa esce deciso dalla stanza, si allontana, si ferma, torna indietro e mi dice: "cosa mi avevi chiesto di fare?"

    Francesca

    http://ginabarilla.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. ...ma pensa te che avventure! l'altro giorno anche i miei hanno "gomitato"... però la pupa ha fatto in tempo ad andare in bagno mentre il piccoletto è arrivato solo a metà strada...
    la storia della pipì è fantatica! questi bimbi sono pieni di risorse.
    Ps. mi segno il titolo del libro.

    RispondiElimina
  9. Che sia notte o giorno, mio marito da sempre il meglio di se... Oggi ho un bel aneddoto e quindi lo spiego: Lunedi, stranamente, cinque persone diverse mi hanno detto che quel giorno mi vedevano molto bella, e in treno (ancora più strano) un ragazzo che faceva l'Erasmus mi ha guardato con insistenza. Arrivo a casa, mi metto il pigiama e racconto tutto a mio marito, che beato mi chiede: "Ma come eri vestita oggi?". Si può? :D :D Di notte, però, e sempre lui che si alza quando la piccola piange, io poche volte la sento...

    RispondiElimina
  10. il mio bestemmia in greco antico quando la notte lo svegliamo con i vari traslochi di letto e minaccia di lasciarci tutti ;)
    tranquilla ho letto una ricerca che dimostra che il gene xy si addormenta e si riattiva solo alle prime luci dell'alba, non è colpa loro, li hanno disegnati così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' perchè l'uomo lotta e va a caccià, e le femmine a laurà.
      Lo dice anche Attila.

      Elimina
  11. Con la scusa che allatto, lui non si sveglia MAI. Se lo sveglio io, si alza biascicando, ma di suo proprio non ce la fa.

    RispondiElimina
  12. Comunque la vicenda dei ghiaccioli colorati è degna di nota. Ho amici (più adulti) che si sono divertiti a farlo come scherzo ai novelli sposini. E quindi posso confermarti che sì, è diventata ghiaccio.

    (se ti interessa il lato scientifico dell'esperimento) ;)

    RispondiElimina
  13. No, il mio non sente la necessità di celare la propria storditaggine nel buio della notte, gli va benissimo pure il giorno.
    "Ciao, hem, ho fatto il test."
    "Ah sì?"
    "Sì, hai presente? IL test.."
    "Brava. Bene. E quindi?"
    "Eh."
    "Cosa?"
    "Sono incinta."
    "In che senso?"
    "..."

    Erano le 5 del pmoeriggio.
    Manco le attenuanti, proprio non ce la può fare.

    Susibita

    RispondiElimina
  14. No ma, mi sto sbellicando!! Il Pupo è fantastico! Hehe che idea stramba quella dei cubetti di pipì! :)
    Per i mariti di notte, lasciamo perdere, se non fossimo sveglie con giramento di scatoòle in atto, ci sarebbe da morire dal ridere, andrebbero registrati e poi fargli vedere e sentire quello che fanno e dicono!
    Baci

    RispondiElimina
  15. pensate che ancora ieri sera mike d. ha negato che gli avessi chiesto lo scottex e mi ha spiegato che aveva preso gli altri oggetti (compreso il sottovaso) «ritenendoli utili».
    il lato scientifico dell'esperimento pipì mi affascina molto. magari chiederò al pupo di riprovare e poi la ghiaccio.
    mi fa molto ridere il marito di susibita che, quando lei dice "sono incinta", risponde "in che senso?". ahahah, impagabile.

    RispondiElimina
  16. Ah ma allora non sono sola in questi risvegli solitari nottirni!Il mio compagno è un russatore olimpionico, e quando, come l'altra sera, mangiamo e beviamo un po'di più la cosa si aggrava. Prima di andare a letto mi dice: "Se russo tanto e non risci a dormire svegliami che vado in cameretta". L'intenzione è buona, peccato che poi non si svegli nemmeno con una tromba da stadio, e quindi dopo vari tentativi (compresi pizzicotti e scossoni) cedo e vado io a dormire al freddo in cameretta!E la mattina, puntualmente, mi chide "Ma perchè sei andata tu in cameretta e non mi hai svegliato?"=.='
    Francesca

    RispondiElimina
  17. se lo giri sul fianco non migliora? mike sì. oppure ti consiglio i tappi di cera. io con quelli sento i bambini, ma non una persona che russa al mio fianco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao...adesso ti dico che faccio la stessa cosa anche io...da sempre. Mio marito russava come un trattore rotto e ho iniziato a mettermi i tappi proprio quando è nata la mia prima figlia. Non mi faceva dormire quasi nulla e i pochi momenti in cui lei non frignava non dormivo lo stesso per colpa dell'uomo. Una mia amica mi consigliò i tappi e mi disse proprio che lei sentiva i bambini ma non il marito. Infatti è vero, ma ti dico anche che ho letto su focus di una ricerca scientifica fatta in tal senso e ne è venuto fuori che le donne hanno una corsia preferenziale per l'udito sulla voce dei figli, quindi c'è una selezione data dall'importanza dei suoni che vogliamo ricevere. Quindi è per questo motivo che non sentiamo il marito che "ronca" al nostro fianco mentre appena i bambini sospirano io li sento.
      Bacio

      Elimina
  18. Mio marito non si sveglia mai. Non li sente, o fa finta, tanto sa che poi mi alzo io, non lo saprò mai.
    Le rarissime volte che succede, di solito quando sto male e prendo qualche medicina che mi fa effetto soporifero, la mattina dopo fa pure il sarcastico "certo che tu proprio non li senti 'sti bambini!" O_O
    Sul Pupo comincio a tremare... il mio piccolo ha ancora 9 mesi, ma sta già facendo vedere il suo caratterino rispetto alla sorella grande, e davvero ho paura di quello che sarà capace!
    rob

    RispondiElimina
  19. oddio, piango dal ridere pensando a te con il guanto sinistro e la catinella bucata che raccogli il gomito.
    Anche pilù l'altra notte ha vomitato, e anzichè urlare belluinamente ha gridato "aiuto!", io l'ho presa a letto con me e ho lasciato il vomito intatto. Perchè di notte non capisco niente (la mattina dopo però col vomito secco son cavoli).

    RispondiElimina
  20. @Paola:si, a volte migliora se si gira sul fianco, ma rimane sempre il problema di farlo girare!!!Anche in questo caso i miei vari "Amore, stai russando, girati sul fianco" "Gatto, girati sul fianco" "Carlo caxx girati" servono a poco e nulla:lui mi risponde, con gli occhi aperti anche, e poi riprende a russare senza muoversi!
    I tappi li uso, però quando è "in forma" servono a poco..mia suocera dice che ci farò l'abitudine..speriamo!!
    Francesca

    RispondiElimina
  21. Cel'ho cel'ho cel'ho!
    Una notte in cui la pulcetta aveva circa 2mesi, ricordo di averlo chiamato dicendo "vieni a darmi una mano col cambio patello, sento che è piena fino alle orecchie...così facciamo prima!"... risposta "si arrivo"...vado in bagno, inizio la svestizione, apro la bomba atomica (che per fortuna non ha lasciato trapelare nulla all'esterno!), apnea, pulisco rapidamente e bene, calmo con canzoncina la pulcetta frignante, cambio con bomba pulita, rivesto, chiudo, spengo e torno a letto. Dove ritrovo ovviamente lui dormiente nella stessa identica posizione in cui l'avevo lasciato. La mattina l'ho salutato con un "grazie per stanotte eh!"...faccia da puntointerrogativo... "mi hai detto arrivo e nn ti sei nemmeno alzato!"... risposta!? "no davvero!? non ricordo nemmeno che mi hai parlato!".
    MORALE: mi par di capire che siamo tutte sulla stessa barca!

    RispondiElimina
  22. Solidarietà, quanta ne vuoi: la notte tra venerdì e sabato Cecilia ha vomitato 6 volte (la 1a nel lavandino mentre si apprestava a lavare i dentini, le successive 5 nel lettino, gli uomini erano in montagna, quindi no aneddoti pertinenti recenti. Però sta notte ho vomitato io, zero reazioni da parte di Ale. Siccome avevo iniziato alle 19.30 mentre ero a casa da sola con i 2 bambini, gli ho mandato un sms dicendogli che non avrebbe trovato la cena pronta. Ha mangiato crackers e grana facendomi capire che in fondo il mio impegnarmi tanto davanti ai fornelli non è fondamentale...

    RispondiElimina
  23. Ciao Paola,
    ti ringrazio per il post, perchè un po' mi consola, circa lo spirito di iniziativa maschile...pensavo fosse un talento solo del mio, di uomo, invece noto con piacere che è prerogativa della categoria.
    pensa che la notte che nacque mia figlia, mentre mi aggiravo in casa, tra la camera da letto e il bagno dove con docce calde cercavo di placare le contrazioni in attesa che quelle maledette si stabilizzassero per poter correre in ospedale, mio marito, guardandomi tutta affannata, con candore mi dice: "fa caldo, mangiati un gelato!".
    Che aggiungere?

    RispondiElimina
  24. Il Pupo che piscia dentro la vaschetta del ghiaccio mi ha fatto morir dal ridere! A proposito di stranezze notturne mio marito nel mezzo della notte e' riuscito a tirarmi una gomitata nell'occhio (con tanto di livido il giorno dopo) dirmi scusa e riaddormentarsi russando.. Il tutto in meno di 20 secondi! Non male eh

    RispondiElimina
  25. uhm vedo che anche tuo figlio è in piena fase "sono simpatico e il mondo cacca/pipì è mio!!!" anche mio figlio ultimamente lo è, mi fa morire quando mi dice "mamma stai in bagno che devo fare una caccona oppure una pippona (pipì grande)" tutto ciò lo affascina, e pensare che solo 3 mesi fa si rifiutava di fare la cacca nel vasino, valli a capire...
    e purtroppo il Mike Delfino di casa sono io :( non capisco niente se mi svegliano di notte, meno male c'è lui :)
    solidarietà per entrambi

    RispondiElimina
  26. AHHH UOMINI e SUOCERE!!! ecco il mio "marito" chiamiamolo così, nel suo armadio non sa nemmeno dove sono le cose, una volta sua madre in visita gli portò una tuta (premetto che le sue cose gliele sistema sua madre io nel suo armadio non ci metto il becco), fu ritrovata dopo qualche mese perchè prima non l'aveva mai cercata realmente. Nell'armadio dei bambini ho sistemato le cose a prova di idiota (ma forse l'idiota sono io...) prima le cose di prima necessità, tute (i pantaloni dei completi sono infilati dentro la felpa per evitare accostamenti inguardabili), tutine, body, intimo, calze e calzine, tutto diviso e ben piegato e ben in vista, sono riusciti a mandare il Sonte all'asilo con un paio di pantaloni del pigiama, io mi trovavo reclusa in ospedale col bambino piccolo; al mio ritorno mia suocera (qua si potrebbe aprire un lungo capitolo) mi aveva mischiato tutine di un mese (erano state accontonate su dei ripiani pronte per essere incelofanate e archiviate) che oramai al Leoncione non entra nemmeno una coscia con quelle 6-9/9-12 mesi, e mischiando pure i body tra di loro e dicendomi al mio rientro a casa: è stata tua mamma a metterli nell'armadio! lo so che non è a tema, ma questo fatto ancora mi fa imbestialire!
    non parlatemi di russare, ho in casa tre maschi e tutti e tre russano quando iniziano insieme è un bel concerto!

    RispondiElimina
  27. ooh e io che e' giorni che stalko sia te che la Pellona per un briciolo di aggiornamento...
    (no, ma non ero io che la contattavo in pvt, neh, quindi conti almeno DUE pazze che non hanno una vita tra le tue fans O_o )

    RispondiElimina
  28. approdo qui dal blog di pellona. mi hai fatto scompisciare!
    sì i maschi la notte non capiscono niente... il mio è pure sonnambulo. una volta si è alzato e mi ha portato dei cd. io ero in pieno post partum e a un certo punto mi stavo convincendo che avrebbe fatto fuori me o la piccola nella culla.

    RispondiElimina
  29. Che risate! Sì, i maschi sono proprio strani! Da grandi non sono capaci di centrare il water e da piccoli fanno gesti di precisione come il tuo Pupo!
    Mio marito? Non si sveglia e se lo obbligo perché ho davvero bisogno di aiuto riesce a farsi male anche con una piuma o con il rotolo di scottex... sempre che riesca a trovarlo! ;-)

    RispondiElimina
  30. Solidarietà per tutte noi! il papà di Gemma è bravissimo, come lo sono tutti i nostri compagni del resto, ci aiutano e ci sostengono ... ma non ti far venire in mente di fare richieste precise, tipo appunto, portami questo o portami quello ... o gli dai istruzioni precise con sottotitoli cubitali, o non c'è verso! e anche in quel caso fai prima a prendertelo da sola!
    boh, o siamo noi troppo avanti o loro non sono veramemente in grado di "vedere" cosa serve!

    RispondiElimina
  31. Mio marito non si è mai svelgiato la notte, nemmeno quando il piccolo Pietro urlava così forte da svegliare i vicini, enmmeno quando io ero in post operatorio enon potevo alzarmi e Pietro sempre lì che urlava.
    Quindi ti considero già fortunata in quanto il tuo Mike almeno ti tiene compagnia da sveglio.
    Buon week end
    Grazia

    RispondiElimina
  32. mi interessano molto le parole di Parola di Laura che dice: secondo recenti ricerche il gene XY si addormenta la sera e si riattiva all'alba (che poi, all'alba...). E mi incurioscono le (poche) donne che dicono di essere loro, quelle che di notte non sentono nulla! Affascinante prevaricazione della cultura sulla natura, credo.

    RispondiElimina
  33. E poi: Pellons (Mamma Pellona) ieri è venuta con me in piscina e ha fatto un reportage sullo stalker. Ora non so che fare: se ri-portarlo anche di qua oppure no, perché il mondo di voi follower si divide in chi di questa storia non ne vuole più sapere e chi invece ha una gran voglia di sentire il seguito... accetto consigli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io voglio sapere la storia della piscina. Di stranezze fate da uomini, sono sazia. Ma storie di stalker nuotatori con occhi da merluzzo fritto, no!

      Elimina
  34. Il Dr, ovvero l'uomo con cui divido le notti, da un paio d'anni non ha più manifestato reattività notturna ad alcuno stimolo. Temo ecceda nella benzodiazepine serali. Per esempio un paio di settimane fa è saltata la luce alle 3 del mattino, ed è per questo partito un allarme mefitico nel condominio. Io mi sono agitata pensando che allora il nostro, di allarme, non avrebbe funzionato in caso di intrusioni, mi sono alzata e ho messo il passeggino davanti alla porta (è infatti noto che un passeggino protegge dai ladri), ho tirato giu' tutte le tapparelle che non tiriamo mai giu', ed ho continuato ad agitarmi nel letto. Mezzora dopo l'allarme è cessato. Il dr al mattino dopo si chiedeva come mai le tapparelle fossero giu' ma nel corso della notte non ha fatto un plissè. Io non ho chiuso occhio dalle tre in avanti, ovviamente.
    Comunque Mike Delfino è assolutamente uomo da difendere perchè almeno si presta all'aiuto.

    RispondiElimina
  35. Del resto, però, mi chiedo: cosa ve ne fate in casa di un catino con un buco sul fondo?
    E poi vorrei dire pubblicamente che ieri ho avuto il famoso libro che avevo vinto ad un concorso indetto dalla Maraons, così che la sua immagine possa essere riaccreditata agli occhi dell'opinione pubblica.

    RispondiElimina
  36. sì, che poi io non gliel'avevo dato non perché non volessi, ma perché me n'ero dimenticata e lei non me l'ha ricordato. alle vincitrici dell'ultimo concorso invece voglio dire che vi ho spedito i pacchetti, siate gentili e avvisatemi quando li ricevete.

    RispondiElimina
  37. Beh a volte è meglio che non si sveglino. Una notte che Paciocco si è svegliato causa "gomito" (ma perché lo chiamano tutti così?) mentre io lo cambiavo lui si è alzato per aiutarmi, ha afferrato le lenzuola e le ha roteate come eliche di un elicottero facendo arrivare la famigerata sostanza ovunque (tappeto, giochi, muri)... Quando ho osato farglielo notare mi ha urlato che: lo facevo per aiutarti (corse ho delle pene da espiare) visto che hai da ridire me ne torno a letto (arrabbiatissimo). Ho cancellato le tracce dalla scena del delitto e le 8 volte successive (!) me ne sono stata tutta sola ad abbracciare il mio bimbo a bordo water cambiando lenzuola.

    RispondiElimina
  38. Sul fatto poi che non trovino mai niente avete mai avuto la "fortuna" che vi aiutino a svuotare la lavastoviglie? Nemmeno i ris di Parma troverebbero più le tazze del caffè. Perché mai sistemare le 2 lavate di fianco ad altre 4 identiche? BANALE, meglio impilarlel tra una pentola e uno scolapasta, non trovate che sia un bel modo per movimentare la giornata? Come potrebbero trovare cose sistemate da noi secondo una nostra logica visto che non trovano nemmeno quelle infilate da loro in posti fantasiosi...?

    RispondiElimina
  39. Sono incinta, entro nel 9° mese tra qualche giorno e leggendo questo blog sto scoprendo cos'è l'incontinenza da gravidanza... rido tanto da dover lanciare il pc ed andare in bagno. Siete grandi!!!
    Vedremo quando nascerà la Fagiolina cosa combineremo noi ma intanto prendo spunti per vivere tutto con filosofia!
    Michela e Maria Sole (nella pancia)

    RispondiElimina
  40. Mike rientra nella categoria dei mariti moderni, attenti e collaborativi. Ma è un uomo. tutto qui. Ho due figlie di 12 e 8 anni, un marito attento e collaborativo, ma pur sempre un uomo. Fa il chitarrista e da ragazzo lo chiamavano Segovia (?!).
    Avrei aneddoti per aprire un blog pure io ma ora mi viene in mente solo questo. Sono incinta, agli ultimi giorni, e con sonno ovviamente leggerissimo. Segovia si sveglia per un bisogno notturno e da vero tesoro per non disturbarmi pensa di andare in bagno senza accendere la luce. Purtroppo non è portato per queste imprese da forze speciali, e fa una certa confusione. Ovviamente mi sveglio, vado anche io in bagno, e un'umidità inaspettata mi disturba i piedi nudi.
    Finisce che sono china con pancione, straccio e alcool ad asciugare il vano tentativo di centrare la tazza al buio.
    Lui dorme già tranquillo e io vado sul divano a scanalare per l'ennesima notte, e a quell'epoca non avevo nemmeno sky.

    Sulle gomitate ho aneddoti a non finire, in generale Segovia si palesa completamente spaesato e insicuro, tipo casalinga di Voghera catapultata dal suo salotto a un vernissage di arte concettuale a New York. Non mi è chiaro ancora se è una carenza congenita o se furbescamente ha capito che così viene liquidato con un "grazie vai pure a dormire che ci penso io". Propendo comunque per la prima ipotesi.

    Circa il maniaco della piscina vorrei portare alla vostra attenzione la teoria della mia amica Robi, che trova fondamentale alla nostra età (45 e oltre) l'incontro con uno "sbavatore aziendale". Trattasi di soggetto che in varia maniera dimostra il suo interesse e allieta le assurde giornata di noi mamme moderne, o perlomeno fornisce diversivo più o meno gradito. Normalmente insediato nel luogo di lavoro, lo sbavatore si trova anche in altri siti da noi abitualmente frequentati.
    Io condivido in pieno. Attendo news sul nuotatore depravato con ansia.

    RispondiElimina
  41. scusa paola se approfitto per un personalissimo ma credo condivisibile piccolo sfogo.
    serata casalinga di ieri: figlia a nanna, marito sul divano, moglie (io) con tanto di pancia a trafficare tra sala e cucina.
    dopo 1 h circa: figlia sempre a nanna, marito sempre sul divano dormiente e russante, moglie (sempre io) a preparare compiti per la scuola.
    dopo 2 h circa: figlia e marito vedi sopra, moglie (io) si dedica un quarto d'ora di computer e poi, dopo aver caricato l'ennesima lavatrice, inizia a prepararsi per andare a letto tentando invano di risvegliare il marito letargico che supplica ancora cinque minuti (CINQUE MINUTIII?)
    morale della favola...
    ...con quale coraggio mi definisco ancora una femminista???????
    bimammia.blogspot.com

    RispondiElimina
  42. aspetto news sullo stalker della piscina...

    RispondiElimina
  43. ho letto su io donna che gli uomini Alfa preferiscono le donne beta, cioè predisposte alla maternità e con un lavoro part-time....sono rimasta basita. allora io sono una donna beta, cioe di seconda classe perchè ho deciso di mettere su famiglia e tagliare l'orario di lavoro? dovevo decidere diversamente per essere considerata una donna alfa??? tu che ne pensi cara paola, ti senti beta per avere fatto figli??????????

    RispondiElimina
  44. Il mio compagno la notte non si è mai alzato (tranne forse una volta che mi ha sentito piangere disperata e urlare "io mi butto dal balconeeeeeeeeeeee") perché, così lui dice, "tanto il benji vuole solo te".
    Il tutto è colpa mia, ovviamente. Avendolo allattato (fino ai 9 mesi mica fino ai tre anni)la notte l'ho abituato alla mia presenza e così negli anni (ora il benji ha 4 anni) tutte le notti sono state mie nessuna esclusa (e il benji fino ai 2 anni e mezzo si è sempre svegliato 3 o 4 volte a notte. Ecco perché volevo buttarmi dal balcone...). Ora il Benji è più grande e si sveglia una volta a notte (max due, ma raramente) e probabilmente gli andrebbe bene anche il papà. Così l'altra settimana avendo 39.5 di febbre ho avvisato Fabio "stanotte ti alzi tu".
    Nella notte ecco il richiamo dello gnomo assetato e/o infreddolito "mammmaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa".
    E io "Amore alzati, vai dal Benji". E lui, dopo dieci secondi di silenzio "no amore, mi spiace ma proprio non me la sento". Così, con 39.5 di febbre ho fatto quello che sempre faccio, mi sono alzata, ho dato l'acqua al benji, l'ho coccolato un minuto e poi gli ho rimboccato le coperte dicendogli che tornavo subito dopo aver fatto pipì (di solito al mio ritorno sta già dormendo di nuovo). Al mattino il papà in questione ha così commentato "io non so proprio come fai a svegliarti tutte le notti. Fosse per me questa storia sarebbe già finita".
    Non ho detto nulla perché in momenti come questi un lanciafiamme mi pare l'unica soluzione. mamma jane
    ps.non ho ancora ricevuto nulla ma aspetto speranzosa :-)

    RispondiElimina
  45. Io, pigra all'estremo, e considerando che i bimbi hanno la camera al primo piano e noi al secondo, li ho "addestrati" (!!!) che quando si svegliano vengono su senza far rumore, la mamma alza le coperte, loro si intrufolano, e dopo 10 secondi netti si sta tutti dormendo. A volte, la mattina me ne trovo uno sul letto senza essermi accorta di niente. Vi assicuro che la qualità della vita è migliorata. Uniche eccezioni in caso di malattia o "gomito", per fortuna molto rare..

    RispondiElimina
  46. lamiadolcemetàtuttadunpezzo è totalmente inutile la notte, se alla 4° o 5° richiesta reagisce ha una sola modalità PRELEVOBAMBINODALETTINOEPORTONELLETTONE, purtroppo per noi il nostro Chiccodigrano ultimamente piange a dirotto se viene spostato senza richiederlo dal lettino al lettone. Stamattina è successo questo alla 5° chiamata lamiadoclemetàtuttadunpezzo reagisce, si alza e lo porta di forza nel lettoni, Chiccodigrano piangeva e piangeva e continuava a piangere dicendo "lettino lettino" e lamiadolcemetàtuttadunpezzo, che avrebbe dato una gamba pur di dormire tranquillo ancora ha anche pensato di dirmi "no no vedrai, si calma, non dargliela subito vinta, coccoline coccoline" ... una crudeltà la povera creatura voleva starsene buona buona nel suo lettino con il suo biberon per i fatti suoi e noi a forzarlo alle coccole ... ovviamente si è svegliato alla grande! Addio coccoline, addio sonno ... maledetto il momento in cui l'ho svegliato ;)

    RispondiElimina
  47. Ho sempre pensato che le "incomprensioni" con mio marito come ama chiamarle lui fossero date da problemi linguistici visto che non è italiano, o almeno così tentavo di giustificare certe sue mosse molto simili a quella qui citata di mike delfino. Da quando leggo il tuo blog mi pare di capire che la differenza linguistica e culturale non centra proprio. E rido, rido un sacco, perchè mi sento meno sola.
    L'altro giorno ho chiesto a mio marito di fare lui la spesa perchè ero distrutta, la "mia pupa" ha 21 mesi e il "mio pupo" 2. Per evitare equivoci, gli ho scritto una lista. Invece del latte ha preso il latte scremato a lunga conservazione, al posto dello yoghurt ha comprato ben 2 vasetti di panna, al posto dei biscotti integrali che mangio tutti i giorni da 3 anni a colazione, ha comprato dei biscotti al cioccolato per bambini (?!)...

    Quando siamo andati a registrare la nascita del nostro secondogenito, tutto serio mi ha chiesto se il nome di nostra figlia contiene "h" perchè al momento non se lo ricordava... (la risposta è no)

    A metà febbraio siamo andati a trovare sua sorella e suo fratello che a loro volta hanno rispettivamente 2 bambini, e lui continuava a confondere i nomi dei suoi nipoti. Il culmine l'ha raggiunto quando ha chiamato nostra figlia Paula, dato che suo nipote MASCHIO si chiama Paul.

    E queste sono solo le ultime vicende eclatanti che mi vengono in mente.

    Ma ce li teniamo lo stesso!????

    RispondiElimina
  48. mio marito è riconosciuto come l'uomo più distratto del mondo, ma di notte...... fa le prove generali della morte e niente lo sveglia.
    Con la nostra primogenita ero convinta di dover fare tutto io e non ci provavo nemmeno a svegliarlo; con la seconda ho fatto qualche piccola eccezione, alla terza lo scaravento giù dal lettto a spintoni e io non mi alzo più.
    Un episodio per tutti, la terzogenita si sveglia per la poppata notturan; io lo spingo giù dal letto perchè me la porti per attaccarla al seno. Lui dopo qualche minuto si presenta con al secondogenita in braccio. Gli faccio notare che non è lei che allatto, lui si gira, entra nella camera delle bimbe, si avvicina al letto della piamgenita e dice: "Ma qui è occupato, dove la metto?"

    RispondiElimina
  49. FranciLeoLudo23 marzo 2012 14:44

    che bello questo post! e le numerosissime risposte! PAOLA FOREVER. baci p.s. attendo libro!O!!O!!O!O!O :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto mi hai fatto ridere!!! Alla storia dello scottex avevo le lacrime agli occhi! Grazie grazie grazie!

      Elimina
    2. (volevo commentare, non rispondere, scusate, ho fatto confusione!)

      Elimina