Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

martedì 9 aprile 2013

Ero una donna libera prima di avere un cane

Del perché il cane è una tassa, ma porta allegria
(Io): «Pupo, ma sei ritardato? Non puoi sputare per terra e incitare il cane a bere il tuo sputo».
(Pupo) «Ma aveva sete».
(Pupa): «Ma sei sceeemo? Non puoi dargli il mio astuccio da mangiare. Vieni qua che adesso ti ammazzo».
 (Pupo) «Ma deve falsi i denti».
Ho capito finalmente il significato profondo della raccomandazione «Tenere i medicinali fuori dalla portata dei bambini» l’altra sera, quando il Pupo mi si è parato davanti all’improvviso con una schiuma violacea attorno alle labbra. Aveva masticato (e subito dopo, sputato) il vermifugo di Laccio, il nostro cane. Nessun danno, per fortuna: tra l’altro la compressa è tarata per una bestia di sette kg e non per una di 19 kg. Prima di darmi della sconsiderata/irresponsabile, vi prego di notare che il medicinale in questione era riposto in un armadietto a un metro e 70 di altezza, e che per arrivarci il Pupo ha recuperato in dispensa una scaletta in alluminio; abbastanza leggera da riuscire a trascinarla, abbastanza oliata da aprirla con facilità. Nel caso in cui vi chiedeste dove fossi io per i tre minuti necessari a compiere il misfatto, la risposta è: in bagno.
Me-time, questo sconosciuto Scrivono di continuo i giornali femminili (tipo il mio) che nessuna donna dovrebbe rinunciare al suo sacrosanto me-time, il famoso «tempo per me» che include attività sollazzevoli e prettamente femminili tipo manicure, massaggi, aperitivi con le amiche, un'ora in piscina, una sessione di sci-alpinismo. Ebbene, il mio me-time ultimamente consiste nel portare il cane al parco la mattina, dopo aver lasciato a scuola la Pupa. Poiché piove sempre ho messo in auto stivali di gomma, uno dei quali squarciato sul retro, e una giacca da agricoltore sporca di fango e, forse, escrementi di provenienza non umana. Ero una donna libera prima di avere un cane potrebbe essere il titolo del mio prossimo libro. Se mi va bene, riesco a trascinare una delle mie amiche-mamme con me; prima andavamo al bar, ora invece a rotolarci tra gli sterpi incitando amabilmente i cani alla lotta, con espressioni gentili tipo «Daje, Laccio!» o «Non ti far fregare da quel bastardo!».
Indietro non si torna Rinchiudermi in bagno, dunque, è tornata a essere una strategia di sopravvivenza, proprio come quando i Pupi erano molto piccoli e bramavo 30 secondi di fila tutti per me. Non funziona un granché, in ogni caso, perché dopo pochi istanti da dietro la porta sento urla di bambino alternate al metodico raschiare delle unghiette. Tuttavia Laccio si fa ben volere e mi scopro a pensarlo con affetto nel corso della giornata. Il direttore del giornale per cui lavoro continua a ricordarmi: «Hai fatto una ca***ta». Altri amici, più morbidi, mi dicono: «È come avere un figlio». Ecco, forse questo è esagerato. Diciamo che come impegno - pratico ed emotivo - è circa un quarto di figlio, senza contare che d'estate lo puoi lasciare in pensione. Certo, non lo abbandonerei nell'area di servizio di Somaglia Est, ma non mi metterò a cercare apposta una vacanza adatta a lui (se lo faccio, sparatemi). Ecco, mentre scrivevo questo post mi è venuta la fortissima curiosità di sapere se voi il me-time ce l'avete, e se sì, come lo usate. C'è nella vostra vita qualcosa di sacrosanto, intoccabile, che riguarda solo voi e, soprattutto, che riuscite a fare?

93 commenti:

  1. Prima!!!
    Ormai lo porterai anche in vacanza, il caro Laccio! E vedrai che sarà anche bellissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no perché vado in turchia prima, in francia poi, in due posti in cui i cani non sono ammessi... e poi in aereo i cani viaggiano in condizioni indescrivibili, ecco una cosa che non farei mai, costringerli a stare in stiva per ore.

      Elimina
  2. PS: no, da quando ho avuto un figlio, non riesco a fare nulla da sola! E anche adesso che ha tre anni mi sta sempre appiccicato come un koala... Pure suo padre si è koalizzato! Altro che me-time...

    RispondiElimina
  3. Stamattina sono andata a prenotare ceretta e pulizia del viso. Il centro estetico in questione propone un trattamento unico, in un paio d'ore e qualcosa.
    Ho dovuto scinderlo in due appuntamenti divisi.
    Il Me-time, quando mi vede all'orizzonte, scappa!

    RispondiElimina
  4. Però vale la pena, per i figli e anche per il cane.

    RispondiElimina
  5. Visto che tanto prima o poi cederai e ti si spezzerà il cuore a lasciarlo alla pensione, consiglio la Corsica, ottima - anche - per il cane ^_^
    gg

    RispondiElimina
  6. Me time????????????????????????ah forse la colazione al mattino 10 minuti solo per me.......................

    RispondiElimina
  7. Il Me time è il lavoro. Poi ci sono quei weekend col marito in cui mi ricordo che ho 29 anni e non 85 e che posso andare a letto dopo le 9 e mezza senza morire il giorno dopo. Almeno un weekend al mese e poi il giovedì mattina accompagnamo la piccola a scuola e andiamo a fare colazione da Starbucks in libreria: io leggo l'unico giornale italiano che arriva qui, ovvero "Oggi", e lui ascolta musica.

    RispondiElimina
  8. No, niente me time da circa 8 anni.
    E si, cercherai le vacanze giuste per poter portare anche Laccio.

    RispondiElimina
  9. Me-time quotidiano. Poco, ma buono. Ginnastica (i 5 tibetani). Tempo per la lettura. Tempo al computer per interessi, passioni e cazzeggio, col cane in grembo. Guardare il cielo.
    Per fare ciò, trascuro un po' la casa e non stiro, da anni. Ma i benefici per lo spirito sono immensi. E quando si è felici si porta un po' di Sole anche agli altri.

    RispondiElimina
  10. P.S. il cane È un figlio in più.
    e per le vacanze..insieme, assolutamente! ma i cani ormai vanno dappertutto, non cè mica la legge della Brambilla?

    RispondiElimina
  11. dicevo, non posso rinunciare a viaggiare... e i cani in aereo proprio è meglio non portarli. Laccio andrà in una cascina dell'oltrepò pavese a rilassarsi un po'. e anche noi. mic mi spiace non sono d'accordo, secondo me il cane NON è un figlio in più... è un cane. per quanto bene gli si voglia. a proposito: mi risulta che al mare tra liguria e toscana praticamente non ci siano spiagge per cani. qualcuno ne conosce? questo sì mi interesserebbe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in Toscana non so, ma la Liguria è piena di "bau-beach"e anche nei bagni vedo molto cagnoloni. in spiaggia libera con un po' di buon senso i cani si possono portare.
      non mi sono spiegata bene: il cane non è come un figlio, ma è "come un bambino", questo volevo dire. è una creatura di cui prenderti cura. sull'aereo hai ragione, ma sai io non viaggio e quindi non ho problemi.

      Elimina
  12. ps e il me-time, il me-time? attendo altri spunti

    RispondiElimina
  13. Io ho l'immensa fortuna di avere una figlia dormigliona. Quindi il mio me-time è quando lei dorme, tipo ora, o il pomeriggio. I miei passatempi sono il computer e il cucito. Quando sono a lavoro, siccome faccio un lavoro che non richiede un impegno costante, ma devo spesso semplicemente attendere che entrino dei clienti, ho il tempo di pensare agli affari miei. Ultimamente disegno le cose che vorrei cucire, ovviamente principalmente sono vestitini per mia figlia e non per me. Per me compro modelli e stoffa, ma poi ho paura di non saperli fare e lascio perdere. Che fessa!

    RispondiElimina
  14. Me-time è una brutta espressione, ma il senso del discorso è chiaro!
    Quando c'è il marito ne ho parecchio di tempo per me. A volte scappo in bicicletta per staccare un po', o faccio una girata a piedi in campagna.
    Ogni tanto un cinema, un'uscita con le amiche.
    Ma il tempo quotidiano per me è a inizio e fine giornata: al risveglio se riesco a fare colazione da sola, cosa che adoro! E alla fine, quando tutti dormono, immergermi nei miei libri.
    Però ho un marito che è più che presente con i figli e davvero questo fa la differenza!

    RispondiElimina
  15. Me-time: dalle 5.30 alle 6.30 doccia e colazione in santa pace. Poi 20+20 minuti di passeggiata nel tragitto scuola dei bimbi-lavoro e ritorno con iPod ... mi sento così adolescente :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara anonima sarei curiosissima di sapere chi sei per dirti che invidio la tua volontà di ferro nell'alzarti alle 5.30 per avere una (sacrosanta) ora per te!

      Elimina
    2. Più che volontà di ferro è istinto di sopravvivenza. Se mi sveglio alle 6.30 assieme a marito e figli garantito che poi mi girano per tutto il giorno.
      Comunque, sono Paola anch'io :-)

      Elimina
  16. orgogliosissimo Me-time: ogni giovedì sera vado a taglio e cucito e circa una volta al mese/mese e mezzo esco con la mia "fidanzata" per fare chiacchere fitte e pargoli-free.
    Per quanto riguarda le vacanze, se trovi la pensione giusta Laccio sarà felicissimo di passarci le sue, così come il nostro Peloso di casa quasi quasi chiede di trasfericisi. Ne abbiamo cambiate un paio prima di trovare quella perfetta, ma ora lo lasciamo ad occhi chiusi, certi che sarà una vacanza perfetta per noi e per lui!

    RispondiElimina
  17. Me-cosa? Io nemmeno la pipì da sola in bagno riesco a fare, devo portarmi per forza l'assistente nano che sovrintende e commenta la cosa. Altrimenti sono urla, lacrime e strepiti.
    Io saltello di gioia quando mio marito va a fare notte al lavoro così, se non mi addormento, un filino di tempo per me lo ricavo. Ma non posso fare nessuna "attività da bagno" visto che il nano dorme nella camera adiacente e ha l'orecchio fino. Di solito ne approfitto per leggere o cazzeggiare al pc, altrimenti intoccabile se il nano è sveglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i miei mi seguono in bagno e io li caccio. Mi secca terribilmente quando ho il ciclo. La bambina poi racconta la storia della "strega con la patatina rossa"..

      Elimina
    2. Ah ah! Io la storia del ciclo l'ho risolta velocemente.. nano di 18 mesi, incinta di nuovo di quasi 5 mesi.. il ciclo è stata una minuscola parentesi di cui lui non ha nemmeno avuto percezione.. ne riparliamo tra un anno!
      :-)

      Elimina
  18. Io condivido il pensiero del "chi te l'ha fatto fare", io oltre a non avere lo spazio, non potrei gestire anche un animale, nemmeno un gatto, che sono fra l'altro i miei preferiti!
    Me-time anche qui poco praticato, di solito è la sera, dop aver messo i bimbi a letto e sistemato casa, quando finalmente mi butto sul divano e riesco a vedermi la mia serie tv preferita in santa pace (ovviamente registrata!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e qual è la tua serie tv preferita? sono in cerca di suggerimenti!

      Elimina
    2. Sono abbastanza "casalinga disperata" e da anni non mi perdo una puntata di Grey's Anatomy... lo so, ce ne sono mille più belle, ma ognuno ha le sue droghe! :)

      PS il marito ha cercato di coinvolgermi in Walking Dead o The Following, però boh, alla sera ho voglia di leggerezza..

      Elimina
  19. Il me-time? Non mi ricordo neanche cosa sia. Sono di quelli che il cane è come un figlio. Le vacanze le tariamo su case e spiagge che li accettino, mai lasciato in pensione. Ce l'ho, l'ho voluto, mo lo tengo! Io in compenso sonop ESAURITA. Mi devi vedere con passeggino, cane di 28 Kg, borsa e bambino che spesso vuole scendere dal carrozzino. Qualcuno incontrandomi mi ha chiesto se sulla testa volessi mettere una brocca con dei pesci rossi!
    Il discorso è che i bambini alle fine cresceranno e si organizzeranno da soli, ma come posso dare al mio cane 10 euro e fargli fare un giro senza di me, mentre io magari mi faccio due addominali???
    Baci
    Raffaella
    p.s.
    aspetto i tuoi commenti sul libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh carissima con 10 euro hai un'ora di dog-sitting! qui a Milano è pieno di gente che per questa cifra te li porta al parco! ok arrivo (per il libro)

      Elimina
  20. Io mi regalo un corso di pittura una volta alla settimana anche se delle 2,5 h previste riesco a farne 1,5, ma pazienza.
    Poi alcune volte la sera, quando il bimbo dorme, mi rilasso con un bagno caldo. Cerco di ritagliarmi dei momenti dedicati alla lettura.
    E almeno una volta al mese una serata di coppia con teatro o cinema, cioè quelle attività che non sono consone ad un bimbo piccolo.
    Io non potrei sopportare di non avere degli spazi miei e mi ricordo che quando mio figlio aveva pochi mesi sono stata contenta di dover andare un pomeriggio dal dentista! Mi sono sentita un po' "strana", ma ho capito che dovevo ritagliarmi qualche momento per me.
    francesca

    RispondiElimina
  21. il me-time arriva quando proprio non posso più farne a meno e non è mai nè manicure nè massaggi (magari) ma uscite con le amiche. L'ultima è stata l'altra sera e lei aveva portato con sè il suo cane. Un cucciolone di quattro mesi. Non è come un figlio, era quasi peggio. Almeno io mio figlio lo tengo buono con le patatine quando faccio un aperitivo (non me-time) lei no,al cane non gliele dava, perchè fanno male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche ai bambini fanno male!

      Elimina
    2. sì ai bambini fanno male ma alle mamme (che le danno ai propri figli) fanno bene! :-)

      Elimina
  22. l'unico me-time che conosco è quello trascorso in ufficio...quasi una vacanza. poi bisogna tornare a casa, prendere la pupa dai nonni, farle fare la passeggiata, tornare a casa, stai dietro ad una unenne che ormai cammina da sola e va in cerca prepotentemente di tutti gli oggetti sparsi x casa,preparare la pappa e la cena, altre amenità del tipo stendere, lavare...anche andare in bagno 10 minuti diventa un'oasi di tranquillità, in una casa con 2 stanze. E invidio quelle che dicono " ah mio marito è un tesoro se non ci fosse lui..."ma su questo dovrei scrivere un'altro post. Il cane??? io ho sbolognato anche il gatto (in giardino, già era semi-libero) che ormai si arrangia da solo!!
    Silvia
    ps. leggo da poco il tuo blog e mi piace molto

    RispondiElimina
  23. Il mio me-time?????? il sabato mattina dalle undici e trenta alle dodici per il parrucchiere e una sera a settimana per il mio corso di ballo..... ma, mentre il primo è tassativo, per il secondo dipende......... questa settimana per esempio...... nada.......
    E comunque il cane farà parte della famiglia, ovvio non lo si può paragonare ad un figlio, ma tieni conto che sarà davvero come avere un eterno bambino ........... e nemmeno io l'ho mai portato in vacanza con me, ho sempre trovato altre soluzioni, ma i viaggi per lui non sono proprio cosa.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no infatti. devo dire che ho alcuni santi amici che me lo tengono/terranno: per esempio sabato scorso ho fatto la festa del mio compleanno e siccome c'era tanta gente (=casino =stress per il cane) un'amica si è offerta di tenermelo per la notte. lui si è trovato benissimo, ora la mattina quando la incontra davanti a scuola le fa un sacco di feste!

      Elimina
  24. il mio me-time è in biblioteca. ho ripreso a studiare (alla veneranda età di 38 anni) per cercare di "ufficializzare" con un titolo di studio del settore la mia esperienza lavorativa ormai decennale, e cerco di dare almeno un esame ogni due mesi. quando l'appello si avvicina, mi rifugio a studiare in biblioteca, in una grande sala dal soffitto altissimo, densa di profumo di carta, con tavoli lunghi e piccole lampade a intervalli regolari. c'è un silenzio spesso e soffice che mi rilassa profondamente e mi rende ultraproduttiva (mmmh... forse questa è una contraddizione) e scappo lì ogni volta che posso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che bellissima immagine, grazie!

      Elimina
  25. Vediamo, il mio me-time...
    Ogni tanto esco di fretta dal lavoro e passo una mezz'oretta in biblioteca, a scegliere libri da leggere. Poi cerco di leggerli mentre addormento il pupo, che però vuole leggere anche lui, quindi si appende alle pagine e inizia a compitare: "O-Gi-Enne-I Effe-A-emme-I-Gi-Elle-I-A Effe-E-Elle-I-Ci-E" e poi comincia "c'erano una volta, all'asilo del piccoloG, Tommy e Luca. Tommy e Luca giocavano sempre con i Lego insieme al PiccoloG" e va avanti finché, con gli occhi fuori dalle orbite, non spengo la luce e mi addormento insieme a lui.
    Poi cerco, per quanto possibile, di vedere qualche amica: costringendo il marito a fare il sonnellino della domenica con il nano, di solito.
    Infine mi registro le serie tv che mi piacciono e, se ho qualche minuto di tregua prima che tornino a casa marito e bambino, me le guardo... cioè, guardo le puntate delle serie tv a puntate... di circa sei minuti ciascuna. Quindi, per favore, non raccontatemi cosa succede a Grey's Anatomy. Grazie di cuore.

    RispondiElimina
  26. Me-time... Ormai nemmeno in bagno, da quando è arrivata la nanetta!!!
    In due hanno il potere di ribaltarti tutto nel tempo in cui tu stai facendo plinplin!
    E vogliamo parlare della doccia? Noi ormani la facciamo in 3: io, kiki e la nanetta...
    Ah si, ripensandoci ce l'ho il me-time... 3 minuti, il tempo di asciugarmi i capelli col phon lasciando i nani in doccia!!!
    Ciao,
    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava! tecnica che sfrutto ampiamente fin quando i pupi lessi mi pregano di uscire.

      Elimina
  27. ahahahahahah il me-time! Scsusa mi è venuta una risata isterica! Lo vorrei, sì, lo vorrei da morire il me-time, ma con una bambina di 18 mesi e uno di 3 anni non è possibile. Ah ho anche un bambino di 28 anni (mio marito). E no, non mi è concesso avere un tempo per me. Sai qual è il mio tempo? Il lavoro. Per fortuna non sono molto controllata, per cui, a lavoro mi faccio un pò di fatti miei su internet. Ma non mi soddisfa. Vorrei tornare a studiare danza, vorrei dormire da sola, vorrei farmi un bagno caldo da sola, vorrei fare la colazione sul divano da sola, vorrei fare tante cose, ma ancora non posso. Siamo soli e non ho baby sitter e nonni che mi tengano i bambini, per cui, va bene così, sono giovane, arriverà il giorno in cui loro avranno 18 anni e come gli amici tedeschi li caccerò di casa a 18 anni e un minuto. Scherzo, in verità per ora, finchè sono così piccoli sono molto felice di non avere tempo per me e di dedicarlo tutto a loro (quel poco tempo che mi rimane oltre il lavoro...)
    Per quanto riguarda le spiagge in liguria (io sono siciliana e vivo in un posto dove non esistono lidi) una volta sono andata in vacanza lì con mio figlio, mio marito e il nostro cagnone. Per forza di cose, non c'è alternativa, siamo dovuti andare in un lido per i cani e abbiamo pagato 40 euro, dico 40 euro, per stare in mezzo ad altri 100 cani, li devi tenere al guinzaglio, devi stare attenta a scansare tutte le pipì degli altri cani...per quanto mi riguarda...uno schifo! Scusate e giuro che amo i cani! Per quanto riguarda i viaggi con gli animali, io sono contraria a lasciare il mio cane in pensione, ma gli altri possono fare quello che gli pare. e poi in pensione non stanno mica male! Magari lo lascerei a qualche amico o parente che il cane conosce già...Ciao!

    RispondiElimina
  28. paola, argomento del giorno centrato ! oggi c'è il sole qui a milano, è iniziato il salone del mobile, è arrivata una cara amica per l'occasione che nn vedo da anni, e ho organizzato un incastro di babysitter+nonni per farmi un aperitivo con lei - fantastico! io il me time lo rincorro in ogni angolo della giornata ... in ufficio in momenti come questi su internet, in pausa pranzo approfitto dei negozi della zona per fare shopping compulsivo o estetista o una passeggiata al mercato, o andare a pranzo in un posto carino con una collega simpatica e prendermi un bicchiere di vino. ho provato a regalarmi un pacchetto di 10 lezioni di yoga da fare una sera a settimana ma quando torno a casa tardi sono dispiaciuta perche vedo che al piccolo sono mancata e il papà è stanco e affamato e mi ha aspettato per cena ... sto pensando di fare le lezioni mancanti in altri orari e prendere qualche permesso dal lavoro, speriamo di farcela. e poi altri propositi ... prendere una bicicletta per estendere le mie escursioni della pausa pranzo. buona settimana anche a voi !

    RispondiElimina
  29. Paola ma il trezo chi è, se il quarto è il cane? Mike Delfino?
    il mio me-time è l'uscita dal lavoro e questi 25 km che mi separano da casa, che faccio in macchina, sono costellati di allettanti negozi, quasi tutti i giorni gli dedico 10 minuti (ogni giorno un negozio diverso) mi fermo faccio un giro, poi esco la maggior senza aver comprato nulla, le commesse che mi vedono spesso per mi scambieranno per una stalker, questo è il mio me-time! per la doccia non lo considero più un me-time ma una necessità!

    per il cane, beh ti vorrei vedere al parco stivalata e trainata da una bestia feroce!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. terzo? ho scritto terzo?
      mi farò delle foto al parco! xx

      Elimina
    2. no Paola hai scritto "Diciamo che come impegno - pratico ed emotivo - è circa un quarto di figlio", (ho riletto perchè sono rinco) e io mi sono chiesta chi fosse il terzo figlio; devo imparare a spiegarmi meglio ;-) lo metterò nella lista per la mia prossima vita...

      comunque il Pupo dev'essere simpaticissimo...il Sonte per ora non ha ancora imparato a sputare ma conto che imparerà presto!

      porterai i Pupi alla mostra dei Dinosauri in Carne e Ossa presso il parco della Villa Reale a Monza? noi ci andremo, anche se il Sonte ha puntualizzato "Mamma tutti morti (gesticolando pure...)"

      Elimina
    3. siamo andati siamo andati! ai Pupi è piaciuta tantissimo, non perdetela.

      Elimina
  30. Anche nel mio caso il mio me-time è il mio lavoro, il mio negozio-regno. E poi dalle 22.30 ca. in poi fino a quando non crollo, ma anche questa porzione di me-time è declinata ad attività lavorativo: scrivo le ewsletters, rispondo alle mail delle clienti ecc. o pseudo-lavorative (rappresentante di classe). Ieri sera avevo bisogno di me-time per cambiarmi assobente prima di fare un disastrissimo e prima di trattare le teste dei bambini con antiparassitario, entrambi colpiti ieri da pidocchi (Paola, quando un post sui pidocchi????) erano le 19.10. Allora ho chiesto di essere lasciata in pace in bagno, vale a dire ho chiuso la porta cosa che non accade mai, Cecilia 4anni ha iniziato a piangere e protestare, dicendo che doveva fare la pipì, io ho portato il vasino fuori dal bagno dicendo "ecco". Ho richiusio (non a chiave) la porta e cercato di fare in fretta, poi però Giovanni doveva ass.mente fare la pipì... e un casino... ha visto del sangue, gli ho detto che mi ero tagliata e che non volevo Cecilia vedesse per non spaventarla, alla faccia del me-time!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa se gli spiegavi che era il ciclo mestruale anziché inventare che ti sei tagliata, non lo spaventavi meno?
      (Paola urge anche un post sul ciclo spiegato a mio figlio!)

      Elimina
    2. ah no sul ciclo sono impreparata! nel senso che faccio tutto con estrema discrezione e essi finora non hanno visto nulla. solo una volta sotto la doccia il cordoncino del tampax e lì non mi ricordo cosa mi sono inventata.

      Elimina
  31. Me-time a ciaccolare con amica durante l'ora di lezione di musica e/o psicomotricità e/o nuoto del marmocchio.Vale?

    RispondiElimina
  32. certo che leggendo i nostri commenti ... riusciamo a considerare "me-time" il lavoro e annessi, il tragitto casa/lavoro, le necessità della toilette, quell'oretta in cui resistiamo sveglie (se capita) dopo aver messo a letto i cucciolotti ... prima di avere figli nn avremmo considerato nessuna di queste situazioni "me-time" vero ?
    ps aggiungo al mio me-time, l'ho fatto l'anno scorso e spero di riuscire a rifarlo, ma capisco che se dovessi avere un secondo figlio sarebbe ancora più difficile, un unico weekend in tutto l'anno al mare con le amiche per pura vacanza !

    RispondiElimina
  33. quoto assolutamente teresa!... sigh

    RispondiElimina
  34. @Elenaelle, Giovanni ha 6 anni e è una patata... eviterei di raccontare storie di ovuli per il momento... @Paola, di solito riesco anch'io a far tutto con discrezione, ieri sera con 'sta faccenda dei pidocchi, non ce l'ho fatta. Ah poi il mio me-time l'ho speso per fare il trattamento anche a me stessa. 'Notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, invece l'educazione sessuale nella sua accazione più ampia va iniziata dai 3 anni. con parole che possano capire, adeguate, ma devono conoscere la realtà

      Elimina
    2. beh a me il mio di 4 anni l'ha chiesto da dove veniva il sangue e non è che gli ho parlato di ovulazione o simili, ma gli ho detto con grande semplicità che non deve spaventarsi, non mi sono fatta male, è una cosa normale per le donne una volta ogni tanto perdere un pochino di sangue quando fanno la pipì...

      Elimina
  35. Me-time nn pervenuto.In compenso godiamo di us-time (chiamiamolo cosi) quando la pupa decenne dorme da amiche. Si succede.
    Durante l'us-time si beve si ride si mangia si beve.....l'Us prende punti, diciamolo.

    RispondiElimina
  36. Tempo per me, pochissimo, un paio d'ore dopo cena ogni tanto. Tempo per la coppia, una mezza giornata al mese in media, ma solo perchè sfruttiamo senza ritegno i nonni...e già così ho i sensi di colpa (lui no, ma pwerchè io sì???)
    Sul cane, concordo con chi ti ha detto che hai fatto una ca...ta, ma io non amo i cani e gli animali domestici in genere, tranne i gatti, quindi sono prevenuta. Però non abbandonarlo, eh? Non lo farei neppure io e infatti mi tengo il gatto che ci sveglia di notte, gratta le porte e fa la cacca continuamente!!!

    RispondiElimina
  37. me time zero anche senza cane che te lo dico a fare! Comunque mia cognata che il cane l'ha avuto ha specificato: il cane è come un figlio che non cresce mai ;-)

    RispondiElimina
  38. Cane,due figli e lavoro da free-lance. il Me-Time è il preziosissimo appuntamento mensile dalla manicure, senza il quale mi mangio le unghie, oppure gli attimi rubati sul treno tra Pavia e Milano tornando da appuntamenti. Pochi istanti, ma buoni!

    RispondiElimina
  39. per rispondere a Giulia/Lilla io di come nascono i bambini ho già parlato, ma il sangue mestruale (scusate) non lo faccio vedere né a loro né a nessun altro, non mi pare c'entri con l'educazione sessuale...

    RispondiElimina
  40. scusate, detto ciò, gli "incidenti" capitano per carità! non volevo suonare accusatoria o giudicante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi che buffo, il mio grande mi ha chiesto come nascono i bambini solo da poco, mentre sul discorso del ciclo è stato più interessato da prima, proprio perché una volta era lì in bagno con me... e d'altronde tante volte ha visto assorbenti in giro e io gliel'ho spiegato a cosa servono...
      (poi intendiamoci, ha visto anche una scatola di preservativi, ma mica gliel'ho spiegato a cosa servono!!!)

      Elimina
  41. Il me time, con un pupo di 10 mesi, ancora me lo sogno.
    Nel senso, me ne ricavo un po' ogni tanto, estetista, parrucchiera, ma sono principalmente in pausa pranzo oppure quando torno a casa dai miei genitori.
    Abitare lontani dalla famiglia è difficile, non avere una rete di aiuti che venga dai rapporti "di sangue" fa sentire quanto sia piu' duro tirare su i figli senza nonni/zii/fratelli.
    Diciamo anche che spesso, lavorando la maggior parte della giornata, il me time potrei prendermelo ma ...non voglio, perchè mi manca mio figlio e voglio stare con lui e recuperare il tempo perso mentre sono in ufficio.
    E' un cane che si morde la coda!
    Succede anche ad altre mamme?
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si certo, però mi dico che non ci sentiamo in colpa se i bambini non ci vedono 10 ore al giorno per il lavoro, perchè il lavoro si deve fare e questo non lo mettiamo in discussione ... però ci sentiamo in colpa se aggiungiamo ogni tanto un paio per noi stesse ...

      Elimina
    2. Ma io non mi sento in colpa Teresa, è che proprio mi manca e voglio stare con lui!

      Elimina
    3. Mi aggiungo anch'io... Francesca io vorrei non avere bisogno di niente, ne di parrucchiera o estetista, ne di comprarmi vestiti, xche' dopo il lavoro, che cmq mi pesa fare xche mi toglie il tempo da dedicare a me stessa e alla casa, VOGLIO stare con mio figlio...
      E capisco finalmente quelle mamme che ho sempre guardato un po' storta xche' avevano vestiti non proprio "ricercati" o capelli imperfetti e magari qualche chilo di troppo.... xche mi rendo conto di assomigliare a loro ora che sono madre anch'io! Le priorita' ora sono altre. E sono felice di qs, se non fosse per i commenti dei parenti... :(
      Tania

      Elimina
    4. Mah, sai Tania, a me in realtà invece manca parte di quel tempo che dedicavo a me, soprattutto quello riguardante le mie passioni. Di parrucchiera e shopping mi frega poco, ma senza sci, palestra, arrampicata, mi sento proprio persa e non so come fare.
      Ora sparo la banalità del secolo, ma ci vorrebbero giornate di 30 ore (e ovviamente i pupi dovrebbero dormirne venti :D)
      F

      Elimina
  42. mi ha fatto ridere questo post, specie la descrizione del sostegno ai rispettivi cani.io non ne ho, di cani, ma ho tre marmocchi sotto i cinque anni e l'unico me-time che conosco è stare in studio.per il resto, cioè il we, è necessariamente full immersion bambinesca, dalla quale discende che verso domenica a pranzo mi ritrovi a vagheggiare dell'ufficio come di un paradiso perduto...

    RispondiElimina
  43. Me-time poco poco...come tutte, vedo, il web tra una pausa caffè e l'altra, non riesco neanche a tenere decentemente un blog, ma a leggere i tuoi post non rinuncio mai, ormai da anni (3 poi...).....ah e ho deciso di andare a correre appena arriva la primavera!!! ;)
    Ciclo? mai pervenuto alle mie figlie....fino a quando ne è stato possibile. Comunque se ne abbiamo parlato (alle elementari se ne discute a scuola), non hanno visto nulla. Sarà sbagliato o meno ma sono molto discreta. Mi imbarazza un pò..ecco,

    RispondiElimina
  44. mi accontento di poco... il mio me-time corrisponde a un pomeriggio alla settimana in cui finisco di lavorare alle 14.00 e mio figlio è a scuola, allora io e il cane andiamo a spasso, ma la nostra vera meta è la PASTICCERIA e (so che sarebbe assolutamente da NON FARE, più per la mia linea che per la salute del cane) ci spariamo due goduriosissime paste...
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma anche il cane mangia il pasticcino? di che tipo?

      Elimina
    2. facciamo metà meringa a testa... lui adora la panna! :)

      Elimina
  45. Il mio me time della giornata è iniziato 10 min fa: la mia bimba di 27 mesi prima delle 23.30 no la abbatti, oggi è stata anche un po' più lunga perchè raffreddata. Per cui ora c'è giusto il tempo x un ritocchino allo smalto e poi nanna, che la sveglia suona alle 6.30!! E i me time dei papà? Sono molto più sereni a riguardo, il mio ora è ad un corso di fotografia, una volta alla settimana. Io morirei di mancanza e perché no anche di un po' di senso di colpa, già sono via tutto il giorno, anche la sera no.. Lui
    come altri papà invece affronta la cosa con molta serenità, ed è sottolineo un padre molto presente e affettuoso. Propensione, carattere, differenza tra uomo e donna che sui genitori diventa ancora più evidente? Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti diro' che a me invece è capitato un uomo che è molto "donna" da questo punto di vista; anche lui ha smesso molte (praticamente tutte, direi!) le sue attività sportive / passatempi, un po' perchè si sente in colpa a lasciarmi smazzare il pupo da sola (bravo), un po' perchè anche a lui manca tantissimo il bimbo quando è via. E' andato a sciare una volta in tutto l'inverno, ed è tornato quasi con le lacrime agli occhi, fringando "mai piu', non vi lascio maaaaaai piuuuu'!"
      :-D
      Durerà?
      ;-)
      Francesca

      Elimina
    2. beh speriamo di no! mi sembra un po' esagerato :-)

      Elimina
    3. Manno' dai, a parte l'esagerazione e l'enfasi della frase, sono contenta che gil faccia piacere passare del tempo col pupo e che non mi lasci sola tutte le domeniche per andare a sciare! :-)
      Viviamo all'estero, siamo da soli, abbiamo solo una tata che alle 5 del pomeriggio chiude i battenti e con due lavori a tempo quasi pieno, si fa quel che si puo'.
      Se si prendesse lui tutto il me-time, non resterebbe piu' manco un po' di us-time, che per ora è quello a cui tengo di piu'.

      Elimina
  46. Il mio me time é il martedì sera quando con il volume al minimo, la copertina verde e i grisbì, mi godo The Good Wife, la mia serie preferita del momento. Scritto nero su bianco sembra sfigatissimo, ma per me è il massimo della goduria, soprattutto perchè un momento così sacro che se i marmocchi chiamano ( e lo fanno sempre, hanno 3 e 1 anno e dormono con sonno ripetutamente interrotto) va il papà!!! Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow, i grisbì! una vita che non li sentivo nominare. grazie per avermeli ricordati

      Elimina
  47. tutto ma non il cane. proprio non potrei. il me-time è un week end all'anno con le mie amiche. 48 ore viaggio compreso da qualche parte in europa. YES. ma niente cani nella mia vita. mi bastano marito, due figli, un lavoro full time e un blog. ciao!!!

    RispondiElimina
  48. Ieri ho portato a casa il cane che abbiamo adottato. L'ho preso per i bambini. Penso che sia un bene. Ma...
    1. ha un mese e mezzo e la mattina lo allatto col biberon
    2. ha un mese e mezzo deve ancora essere sverminato e caga vermi
    3. ha un mese e mezzo e piagnucola
    4. ha un mese e mezzo e non sappiamo chi sia il padre ergo neanche la probabile taglia.

    Sono vicina all'esaurimento nervoso e ce l'ho da solo un giorno.
    Ti capisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao bismama, ti consiglio di cercare subito un bravo addestratore (ora si fanno chiamare educatori). è fondamentale, anche se avete già avuto cani in passato... coraggio.

      Elimina
    2. ma no, basta il buon senso e due chiacchiere col veterinario. secondo me queste sono mode per signore danarose da abbindolare

      Elimina
    3. Anche noi facciamo ricorso ad un addestratore, è un po come la scuola per i tuoi figli: con lui imparano cose fondamentali, che servono anche te. Poche regole ma chiare, che però vanno tarate secondo il carattere di ogni bestiola. Spesso bastano un paio d'ore al mese e sono soldi ben spesi! Il cane poi è felicissimo di avere delle "regole di condotta" chiare, rispettate e condivise da tutti esattamente allo stesso modo

      Elimina
  49. Me-Time? Non so cosa sia da un bel pezzo. Con tre figli, una Micia (che pretende che la sera ci mettiamo in divano a farle le coccole) e un lavoro a 20 km da casa. Farmi la doccia o andare in bagno se uno qualsiasi dei tre è sveglio è un'impresa! Figuriamoci palestra, parrucchiera o viaggi!!
    Una volta mi stavo lavando i capelli mentre loro (5, 3, e 1 anno) stavano tranquillamente giocando in camera. Pareva... sono arrivata a sedare urla e strepiti con l'asciugamano a turbante sulla testa. La credibilità di Maga Magò.
    PS. Grazie dei tuoi post, ogni tanto li leggo e mi fanno sempre sorridere!!

    RispondiElimina
  50. leggendo i vari commenti direi che io sono molto fortunata. il mio me-time è tutti i mercoledì: mia mamma va a prendere al nido la mia patata e io ho tutto il pomeriggio per me. di solito un po' lo dedico alla casa, ma una buona fetta la dedico a me stessa (massaggio, telefilm, pisolino, doccia infinita...).
    la sera io e mio marito raggiungiamo i miei, oppure ce ne usciamo a cena e poi andiamo a prendere la bimba.
    Tutto ciò mi fa molto, molto, molto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio ma cos'è questa situazione IDILLIACA che descrivi? ma sei vera? :-)

      Elimina
    2. oooh yes! non durerà molto però: sto sfruttando ancora l'allattamento e quindi finisco prima. da giugno i mercoledì sarò al lavoro fino a tardi, per poter uscire prima gli altri giorni. per ora, però, me la godo...
      in generale comunque siamo fortunati: i nonni lavorano, ma appena hanno un momento libero (i w-e, la sera, i giorni di riposo) tengono molto volentieri la nipotina. e noi ne approfittiamo per sistemare casa/ rilassarci un attimo/ fare cose.

      Elimina
  51. Me time..Vale se scrivo QUANDO DORMO? Al di là della provocazione, per me è davvero uno dei piaceri della vita e riesco a farlo ovunque e a qualsiasi ora della giornata..E anche se si tratta di 3 minuti è BELLISSIMO.

    RispondiElimina
  52. Anch'io mi alzo mezzora prima per fare u pò di yoga! Non riesco a commentare sopra ma all'argentario, sulla spiaggia della feniglia c'è la spiaggia per i cani (bau beach), l'ho solo vista da lontano, non so se faccia davvero schifo come dice Alessandra. Ma secondo me anche alla giannella si può portarli.

    RispondiElimina
  53. be', allora devi cambiare la frase nel tuo profilo: "un giorno mi piacerebbe avere un gatto" con "avrei voluto magari un gatto, ora ho un cane"
    d.

    RispondiElimina
  54. Il mio me-time sarebbe la sera, dopo che i bimbi sono a letto e io posso dedicarmi in santa pace alla lettura. Momento per me sacro e irrinunciabile, se non fosse che prima devo mettere a nanna anche i gatti, e soprattutto uno dei due, quello che reclama puntualmente i suoi 15 minuti di coccole sfrenate

    RispondiElimina
  55. il mio me-time (ritrovato dopo il terzo anno del mio mostro) e' una volta a settimana dove vado a boxe, due ore di puro sfogamento e di grasso smaltimento! per quanto riguarda il cane ..il mio ha 12 anni e passo la giornata a difenderlo dalle botte di mio figlio e le imprecazioni di mio marito che non lo ha mai voluto..la parte piu' bella? quando (marito in trasferta) lo porto giu' alla mattina da sola insieme a mio figlio e rigorosamente sotto la pioggia...come fai a non amarlo!?!

    RispondiElimina