Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

lunedì 17 maggio 2010

Che bello, il cacaìtto maìno

Ci sono cose che dovremmo scrivere, prima che il tempo se le porti via

La mia amica Luana mi ha fatto venire in mente una cosa. Lei, che ha un bimbo di sei anni, un giorno era appena uscita dalla doccia quando lui le ha detto: "Mamma, che belle sisette!" (loro sono di Roma). E lei, intenerita: "Grazie! Come sei gentile". Lui: "Ma guarda, e hanno pure il nasino!". Lei: "Sì, anche se non è più alla francese".
Spero che mi abbiate seguito fin qui, perché lo scambio secondo me merita molto (se poi Luana si arrabbia perché l'ho pubblicato, lo censuro all'istante). Ed è ancora una volta rivelatore di tutte le battute che i nostri figli si inventano: comicità di altissimo livello, gratuita e terapeutica.
Mentre, in anteprima assoluta, vi mostro una chiara immagine dei Pupi intenti ad architettare una delle loro porcatine, vorrei condividere con voi alcune perle linguistiche della Pupa - l'unica minorenne in grado di parlare, al momento, in casa nostra - e vi invito a partecipare, se vi va, con le graziose vaccate che dicono i vostri figli. Altrimenti poi ce le dimentichiamo, e sarebbe un peccato.
* La Pupa, che per molti versi si esprime come il linguista Tullio De Mauro, fa degli scivoloni improvvisi quando meno te l'aspetti. Per esempio sbaglia tutte le prime persone plurali degli imperfetti, in modo piuttosto creativo: "Eraviamo", "Andaviamo", fino all'elaborato "Stavaviamo" (per "Stavamo"). C'è un che di lussurioso nel modo in cui pronuncia i verbi.
* "Clessiva" al posto di "Clessidra"
* "Erbivoli", "Carnivoli" (dei dinosauri)
* "Eglaciale" al posto di "Era glaciale"
* "Tricioperàtoro" e "Esterodazzino" (quest'ultimo ve l'avevo già detto)
* "Mamma, hai fatto la multa?" quando mi metto una di quelle maschere per il contorno occhi che si lasciano seccare nottetempo e si eliminano lavandole la mattina. "Fare la multa" (alias "la muta", come i serpenti) è una delle cose che affascinano di più la Pupa, che poi pretende e ottiene di togliermi la "vecchia pelle" con le sue manine a pinza.
Poi mi verrà in mente altro ma per ora mi fermo qui, e vi passo la palla.

36 commenti:

  1. E' vero che rischiamo di dimenticarle..Proprio mia figlia Alice (anni 6 scarsi), cuginetto Samuele (7 scarsi) erano in passeggiata nei campi e hanno visto tanti papaveri. Alice: "che belli i papaveri, io li sposerei...!". Mio nipote Samuele "Non puoi sposare i papaveri...NON HANNO L'ANELLO!!!"
    Sfido qualunque adulto - anche il più fantasioso - a pensare che avrebbe potuto dare lui quella ineccepibile spiegazione. A seguire altri..

    RispondiElimina
  2. La prima che mi viene in mente. Io: "Meryem, lasia lavorare quel pover'uomo" (riferito al padre, assaltato da lei dietro il banco della kababberia). Meryem, serissima e un po' preoccupata: "Ma mamma, non è un uovo. E' papà!"

    RispondiElimina
  3. Mia figlia chiama la musica da discoteca: "musica da biblioteca"
    Più o meno ci siamo, no?

    RispondiElimina
  4. sempre Alice, chiama il trasloco "TRASBLOCCO".. ma a pensarci rende più l'idea o no?

    RispondiElimina
  5. Claudia@noknok.it17 maggio 2010 21:42

    ma la genesi di Limonazio che fine ha fatto?
    Il Paciugo ancora non parla, quindi aspetto con ansia tutte le postate delle altre mamme! (oltre che -ovviamente- la suddetta genesi!)

    RispondiElimina
  6. noi abbiamo un quadernino in cui le scrivo..
    ne cito qualcuna a memoria: pompetti (pompelmi); macchina nobile (automobile); Gesù è RISORSO; scerotto (cerotto); statuaggi (tatuaggi), la statuetta che si ALLUMINA, NON SI CUÒ (può)e poi anche noi: andaviamo, eraviamo. Viola invece dice una parola tutta sua: de-ddoong. la ripete sempre e darei l'imposssibile per sapere cosa vuol dire!!!

    RispondiElimina
  7. Paola la mascherina per occhi per me è una novità assoluta! la compro e poi ti dico cosa dicono i tesorini. Ludo, due anni freschi freschi, si sveglia e dice "Leonardo" perfettamente. mi fa ridere proprio perchè lo dice supercorrettamente e chiama Leonardo suo fratello che chiamiamo quasi tutti Leo! stamattina però si è svegliato e ha detto "volio Pramod!" (un amico indiano nostro caro che lui ha conosciuto l'altro ieri) e ieri sera: "Pramod ha chiesto se vai in India con lui" e lui "siiii, ebbibaaaaa!!!!!!!!!!!". sempre Ludo sfreccia con la "ppada" e urla correndo "allattaccoooo!!!" anche questo perfettamente (ehm). Di Leo non mi viene in mente nulla.......caspiterina! anche lui è un piccolo tullio de mauro! beh, l'altro giorno mi ha chiesto se i samurai sotto l'armatura hanno il judogi (kimono di judo!)! ;))) baci, Paola!

    RispondiElimina
  8. La mia amica Mamigà ne ha fatto una sezione "sproloqui" spassosissima sul suo blog. lo trovi qui.
    http://mamamma.splinder.com/
    Per il momento dalle mire parti siamo ancora a mhhgghhh, ghi urli ed ultrasuoni.

    RispondiElimina
  9. Il mio pupo (poco più di due anni) dice "scioppo" invece di sporco, "bisciotti" invece di biscotti, "affa" invece di acqua ... ma il tragico è che stiamo cominciando a parlare come lui anche noi, è troppo carino!
    La più bella però è "aprito" invece di aperto: in effetti sarebbe corretto, secondo la coniugazione dei verbi in -ire ... forse non ha ancora studiato i verbi irregolari ;-)

    RispondiElimina
  10. questa è fresca fresca. ieri sera il babbo delle bimbe ha noleggiato in biblioteca un dvd di candy candy, una palla che non vi dico. camilla, che è la gemella "principesca" e "perfettina", del segno della vergine, una che mena le sorelle se colorano fuori dai bordi per intenderci, mi ha detto: "mamma, ma noi ce l'abbiamo una serva? vorrei una serva, dove posso trovarla?" 8|

    RispondiElimina
  11. "Limonazio Limonazio/ Guarda come corre tutto allegro Limonazio/ Ah, Limonazio/ Quando cade scappa a piangere dai suoi genitori/ Limonazio Limonazio/ Si chiama così perché gli piacciono i limoni/ E quando gli ho fatto sentire per la prima volta il nome Limonazio/ Ha sorriso perché gli è piaciuto molto/ Anche se non ha detto nulla io ho capito che gli piaceva perché ha sorriso/ non ha parlato solo perché i bambini DA un anno non parlano"
    (Filastrocca della Pupa, circa due settimane fa. Ripetuta nei giorni a seguire in diverse varianti, ma il concetto è sempre lo stesso).

    RispondiElimina
  12. Gabriele fa 17 mesi questa domenica e ancora non spiaccica una parola che sia una, certo gorgeggia che è un piacere. Credo, quasi con certezza, che il paa paaa in prossimità della cucina voglia dire pappa e l'altra sera ha detto ma maaaaaa... però guardava un piatto di mais... mi devo preoccupare che ancora non parli??????
    Grazie per il sostegno!
    Marina

    RispondiElimina
  13. Vittoria ha imparato abbastanza presto a parlare e ha sempre pronunciato bene le parole tanto che non era sempre necessario tradurre agli estranei. Adesso che ha 5 anni credo che rimanga affascinata da alcuni vocaboli di cui, suppongo, ignora il significato e dal loro suono al punto che li inserisce a sproposito nelle frasi allora si che mi tocca spiegare agli estranei anche quello che non ho capito io. Comunque una storpiatura che ormai è entrata a far parte del lessico familiare è "scaramogi" al posto di scarafaggi, che quasi quasi, chiamati così me li fanno sembrare anche simpatici, il che è tutto dire!!
    Stefania mamma di Vittoria

    RispondiElimina
  14. Paola fa la multa, io invece mi turco.."mamma, ti turchi?" chiedeva ieri Paolo! (mamma, li turchi! ho pensato)

    Limonazio, Limonazio, di limoni mai sei sazio..

    @Paola: grazie x averlo segnalato! il link mi ributta nella pagina dove richiedere i biglietti. ho scritto due righe anche su fb..alla peggio lunedì mi presento con la bimba scalza e io scarmigliata modello quarto stato..avranno pietà e passeremo!! scrivo qui perchè libero fa le bizze.

    ..@Marina: riposa le orecchie finchè puoi che poi quando cominciano a parlare ti tirano ciucca!!! io ne ho uno che a volte vorrei imbavagliare, parla, canta, strepita anche mentre dorme!! per fortuna è intonato.
    la bambina dice già un sacco di parole, è terza ed è femmina! i maschietti parlano dopo, non è un luogo comune. non ti preoccupare! chiamano "mamma" tutto quello che gli piace.

    RispondiElimina
  15. Mia figlia "lagrande", ora quasi 4 anni, fino a qualche mese fà, aveva forse un pò le idee confuse sui vari mestieri e voleva andare a fare la spesa al SUMMECCANICO...!
    Sulle orme della sorella, "ilpiccolo", 2 anni e mezzo, si cimenta in lunghe discussioni... ma a volte stenta, come dire, a partire... e si "inceppa", ripetendo 100 volte la stessa parola ("io...io...io..." e, poi, finalmente prende il via...!!!). Attualmente, la sua frase + simpatica è: "IO VUOLO SETE".

    RispondiElimina
  16. e cosa dire a un bambino di 4 che vuole la mela senza il pino?? (picciolo)

    RispondiElimina
  17. La mia nipotina,che ormai ha 9 anni, da piccola ha coniato un vocabolario tutto suo..il Petteto (tappeto),la Imma (mucca), il cacaitto maino (questa era difficile..cavalluccio marino!!),i pipelli (capelli),le Cacanze (vacanze) e tante tante altre che purtoppo mi sono quasi dimenticata!!se le avessi scritte allora!!

    RispondiElimina
  18. all'inizio, per farmi capire che aveva sete e voleva l'acqua, il benji mimava il gesto del bicchiere alla bocca con la manina aspirando e facendo il tipico sshhrrrp
    dal verso siamo passati a dire sshhiku e da sshiku siamo passati a ishko. Quindi ora quando ha sete dice: mamma ishko!

    RispondiElimina
  19. ah! la pupa dice anche "è dentico" e "sono è dentici". mi piace molto sshhrrrp, e anche sshhiku e la sua evoluzione ishko; il pupo quando vuole bere dice "mamma, lllà"!. che ridere che fanno questi pupi. che bello il cacaitto maino, ho pure cambiato il titolo del post.

    RispondiElimina
  20. La mia bimba grande quando aveva 4 anni durante le vacanze al mare coi nonnni ogni fine settimana quando ci salutavamo, lei per strada e noi genitori in auto, appena svoltavamo l'angolo urlava: TI MANCHERO' anche se voleva intendere che io le sarei mancata...quando vedo il film Australia e il bimbo dice: "ti canterò a me"mi viene sempre in mente! engi

    RispondiElimina
  21. ciao a tutte!per ricordarmi le parole buffe di mia figlia più grande,3anni e 1/2,le ho scritte su un quaderno,ogni tanto le rileggo e mi ribalto dal ridere. Alcuni verbi: salo,leggio,l'ho aprito,e la recente espressione bellissima "mamma perchè avete snudato i cuscini?",quando abbiamo tolto le fodere dei cuscini del divano x lavarle. E che dire di "sono la giocatora di pallavolo","mamma perchè non hai fatto una fratellina?","facciamo che io ero la leggitora e tu eri la guardatora?",e momenti di intimità farterna..."devo fare la cacca,voglio stare da sola con Giacomino,tu vai fuori". Abbiamo anche un piccolo diario delle sue prime parole e anche lì ce ne sono delle belle,incomprensibili ai più,come "pototi"(ippopotamo),"la uaua" (bersaola) e altre ancora.Adesso spero di riuscire a fare lo stesso col piccolo,meglio noto come Jack Attack che per ora dice solo mommo(io),quaqua(bevande varie)e papa (cibo?papà?),visto che si sa che coi secondi ci si impigrisce...un saluto a tutte!
    ISAbel

    RispondiElimina
  22. Care mamme, non so se è così anche per voi... ma io ho notato che i miei bimbi, nonostante sappiano ormai esprimersi piuttosto chiaramente e riescano a pronunciare + o -correttamente quasi tutte le parole (a loro conosciute), sono rimasti "affezionati" ad alcune espressioni, continuando a storpiare alcune parole, così come le hanno pronunciate per la prima volta nella loro vita... Qualche esempio da "ilpiccolo": CIATA = cioccolata; IZZATO = omogeneizzato (che, nonostante i 2 anni e 1/2, rimane ancora il suo cibo preferito!); GULA = tartaruga.
    E, per la serie: "bimbi parsimoniosi", ecco come i miei cuccioli hanno iniziato (e continuato per un bel pò...) a chiamare il biscotto, risparmiandosi ogni sforzo linguistico: BO (lagrande), CCOTTO (ilpiccolo).

    RispondiElimina
  23. la mia "unica" 2 anni e mezzo mi dice: "mamma mi eggi Celurentola e poi i tre purcellen"

    Chicca

    RispondiElimina
  24. a proposito di favole (lette e rilette 1000 volte),che ne dite di "specchio specchio delle mie grame..."? e hai voglia a dirle che si dice brame,lei insiste a dire che ha ragione e allora...perchè discutere?
    ISAbel

    RispondiElimina
  25. Mi viene in mente al volo un'espressione coniata dal mio ometto (4 anni e poco più).
    Giocando con il piccolino di casa (2 anni e poco più!) ai cavalieri della tavola rotonda, mentre vanno ad esplorare la scala che porta alla lavanderia dice, con fare cospiratorio: "Vieni che andiamo nel bosco buioso!!" Un mix tra buio e spaventoso: rende perfettamente l'idea o no?!??!

    RispondiElimina
  26. Io sto tenendo un quaderno con le prime parole del mio che ha quasi due anni e per il momento parla poco e fa un meraviglioso mix di italiano e francese (dovrebbe venire fuori bilingue visto che il padre è francese, ma chissà...).
    Così ogni tanto mi chiama MAMO (maman) e poi vuole il "pane e patatatta di mamama" (pane e marmellata della nonna francese).
    Decisamente ha una predilezione per la sillaba PA e non è un caso che le prime parole pronunciate bene siano state proprio: papà, patate, pane, pappa per non parlare di... patatta (marmellata), pototto (biscotto)...
    Ultimamente va matto per le API (Piaggio), per TATABEA (maestra Beatrice) e per il resto della famiglia: Puka (Luca), Tanna (Anna) e Paolo (miracolosamente un nome corretto!).

    RispondiElimina
  27. Anche noi avevamo paura di dimenticarle, e più che altro ci preoccupavamo di tradurre ai nonni, che stanno tutto il giorno con lei, le sue parole: forse non è l’unica, ma quando la piccola meraviglia capisce che non è capìta... si arrabbia come una iena e non si riesce a calmarla!
    Allora la mente ciapina di polepole ha escogitato il Sofiabolario: una semplice rubrica dove in ordine alfabetico, con tanto di data e rimandi alle evoluzioni future della parola, si racconta in altro modo questo periodo strabiliante, in cui ogni parola è un mondo di significati e la tua amichetta della porta accanto si chiama ICI (e chi la vorrebbe avere, un’amica così, invece che una semplice ALICE?!), il burattino di legno della famosa favola ha cambiato nome e abitudini (ora si fa chiamare PòPPO, ed è spesso BAO [ubriaco] e infatti quello della signora del piano di sopra sta sempre appoggiato al muro [è un portaombrelli, in verità...!]
    Bellissime le parole che sanno inventare i nostri bimbi, con tutta la fantasia possibile... ne verrà di sicuro fuori una bella raccolta!
    Anzi, quasi quasi, rifacendomi a questo, apro anch’io una sezione speciale...
    polepole

    RispondiElimina
  28. Arrabbiarmi? Ma scherzi? Anzi, ti ringrazio per avermi citata. Di solito mi citano solo in giudizio :-)

    RispondiElimina
  29. Mio figlio Lorenzo che ad agosto fa tre anni parla abbastanza bene...anzi, lui parla in italiano purissimo e a volte mi fa sentire un cane...io che mi ostino a parlare col mio dialetto parranese (io vivo tra la provincia di Perugia, quella di Terni e quella di Siena...vi lascio immaginare)! Non si stufa mai di sottolineare quando pronuncio qualche parola sfacciatamente dialettale! E si diverte anche! La parola più buffa che dice in questo periodo è "Gongaghen" per dire Wolkswagen (è un appassionato dei loghi delle macchine!)e poi anche lui si diverte molto a coniugare fantasiosamente i tempi dei verbi...però devo dire con una logica tutta sua!

    RispondiElimina
  30. Anche mia figlia di 5 anni dice "andaviamo. eraviamo...etc etc"
    Il piccolo di 2 anni e mezzo invece mi fa morire con le inversioni sillabiche! Dice CHIPPOLO --> piccolo, CHEPORA --> pecora, CARPEGGIO --> parcheggio PACRIOLO --> capriolo
    La parola rimasta negli annali di quando mia figlia era piccola (2-3 anni circa) era ASCIUMANANO --> ascigamano

    Bellissimo questo post! ;)

    Giulia

    RispondiElimina
  31. che tenerezza! mi è venuto in mente che la Pupa diceva "Asciumagano", invece, e che l'ha detto per secoli
    e poi diceva "sollecoto" al posto di solletico
    "formacchio" al posto di formaggio
    "racchio" al posto di "ratto"
    sigh che nostalgia

    RispondiElimina
  32. Posso con la nostalgia di una mamma di dodicenne? Noi tuttora quando siamo inteneriti diciamo "lavare MINE con PONE" (manine/sapone), IPPOPOTTOLO e ELICOTTOLO, "ti faccio mostrare" e "ti mostro vedere"...saluti,
    Paola

    RispondiElimina
  33. oh mamma oh mamma! siete una fonte inesauribile! anche la pupa diceva "ti faccio mostrare"...
    grazie perché mi ricordate tutte queste cose

    RispondiElimina
  34. Ciao francy 3 e mezzo suona spesso la TICARRA (chitarra), adora cars e SETTA MECCUI' (Saetta mc queen)dice che ha APRITO e IMPARAMI (insegnami)mentre suo fratello filippo ha 7 anni parla meglio di me e di suo padre messi insieme (oggi pomeriggio: possibile che tu non DEBBA mai ascoltarmi?), in compenso è una totale frana riesce a farsi male da solo stando fermo in piedi (qui il mio dna purtroppo ha fatto la sua parte..)
    ale mamma esaurita che però vorrebbe il terzo (masochismo??)

    RispondiElimina
  35. erabiamo a mangiare la bresaura...
    come si chiamano i bambini appena nati? Leonati!
    cos'è un anniversario? è cando calcuno regala calcosa a calcunaltro

    RispondiElimina
  36. Il mio bimbo di 3 anni e 1/2 vuole andare a mangiare al "MecConad": intenderà il McDonald o il supermercato??!
    E sempre in tema di supermercati quello che gli piace di più è lo "Chanteclerc Conad": unendo l'ipermercato Leclerc-Conad allo Chante Clair viene fuori il supermercato più pulito al mondo!!! ah ah!!

    RispondiElimina