Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

domenica 2 maggio 2010

Essere mamma è rock

Ci sono delle volte in cui dici: e io che credevo, e invece

L'altro giorno ero a Roma, a intervistare Elisa, e mentre mi raccontava del suo travaglio di quaranta ore e del metodo, ehm, bizzarro di alcune ostetriche per incoraggiarla ("Qui non tira aria di parto" e "Non sei abbastanza combattiva") un emisfero del mio cervello era solidale con lei, l'altro - quello razionale - rifletteva su una cosa: i dolori del parto sono uguali per tutte. A meno di non essere in America, dove il 99% delle vip (ma anche molte donne normali) fanno il cesareo, qui da noi quella deliziosa esperienza extraterrestre ti tocca comunque, che tu abbia vinto Sanremo o che lavori in un call center.
Sempre Elisa (se vi fa piacere troverete l'intervista su Gioia, il 6 maggio) mi ha fornito inconsapevolmente un altro spunto di riflessione: chi dice - e sono ancora tanti, ne abbiamo parlato anche su questo blog, per esempio qui - che una mamma farebbe meglio a starsene a casa a occuparsi dei bambini si sbaglia di grosso. Lei per esempio, avendo partorito in squisita contemporanea un disco e una bambina, a sei mesi dalla doppia nascita ora è in tour.
Con la pupa al seguito. "Certo, andiamo più lenti, ma facciamo le cose bene, anche meglio di prima: è un ottimo passo indietro per tutti." A immaginarsi la sua band che mette da parte birra e sigarette per tentare le prime pappe e cullare, a turno, la neonata viene da un po' da sorridere, ma in fondo, perché no? Basta avere alcune accortezze. Per esempio, come mi ha detto Elisa, "Non allattarla dopo un concerto, altrimenti le passo l'adrenalina e non dorme più".
P.S. Prometto di tornare a scrivere presto, perché vi devo raccontare di come il Pupo è stato ribattezzato Limonazio.

29 commenti:

  1. finalmente sei tornata!
    mi sei mancata un pò eh!
    attendiamo fiduciose novità sul Pupo!
    Claudia

    RispondiElimina
  2. Si si,aspettiamo notizie vostre!

    RispondiElimina
  3. bella l' esperienza di elisa. è giusto raccontarla. se riesce lei a gestire una bambina di sei mesi in tour, vuoi che non ci riusciamo noi a gestire dei treenni al parchetto???

    ciao,
    e scrivi presto!
    paola

    RispondiElimina
  4. scusate! periodo di lavoro intenso. prometto di scrivere presto, mi siete mancate!

    RispondiElimina
  5. Beh, se non è lei una mamma rock!

    Bello il fatto di portarsi dietro la piccola in tournée. Per noi che siamo una famiglia di vagabondi è pura ispirazione!

    RispondiElimina
  6. Mentre leggo ho in mente l'ultima canzone di Elisa, meravigliosa, e penso che ascoltandola mi sono detta che la gravidanza doveva averle dato ancora più grinta ed ispirazione.

    Mi emoziona veramente leggere ora queste righe.
    Bello pensare alla band che culla la neonata...

    RispondiElimina
  7. A proposito del parto e dei dolori,ho letto settimana scorsa l'intervista alla super modella Gisele su Vanity fair..oltre al fatto di essere tornata piu'magra di prima a soli 4 mesi dal parto (ovviamente,a detta sua,senza sacrifici!!)sostiene di non aver provato questi grandi dolori, perchè era troppo contenta ed emozionata al pensiero di vedere il suo bimbo..Gisele,mavvaff...

    RispondiElimina
  8. Ciao, vorrei mandarti una mail, a che indirizzo posso farlo? Grazie Jo Mason

    RispondiElimina
  9. mi unisco al vaff..
    e un altro cordiale "%$!!" al ministro Gelmini che dichiara che tutte le madri dovrebbero lavorare subito dopo il parto, come lei. secondo me OGNI MAMMA DOVREBBE POTER SCEGLIERE, cosa da cui siamo lontane anni luce! madre felice e serena=bimbo felice e sereno!

    comunque, sul dolore, è vero, principesse o serve della gleba, tocca a tutte..nemmeno alla Madonna (nel senso di mamma di Gesù) è stato risparmiato!
    non credo però che il cesareo elettivo sia una scorciatoia..c'è il dolore chirurgico, i morsi uterini e la ferita, l'esito cicatriziale, il bambino da accudire..non vorrei provarlo mai!!

    RispondiElimina
  10. Eh si, i dolori del parti li subiamo propri tutte! Anche chi, come me, ha scelto l'epidurale pensando di scansarsela e invece le ha preso solo a metà! ;D Torna presto, ci manchi!

    RispondiElimina
  11. potete scrivermi a pmaraone@gmail.com, trovate l'indirizzo anche in "visualizza il mio profilo completo".
    potremmo fare una bella lista di vaff:
    per ora abbiamo
    1. Gisele (che tra l'altro, se guardate le foto su Vanity ha le smagliature! tiè)
    2. Gelmini, i cui figli saranno tutti militanti di sinistra e pure cannaioli
    3.? andate avanti voi!

    RispondiElimina
  12. Allora, anche se non è una cosa aggiornatissima, aggiungerei alla lista dei vaff Rachida Dati, che deve essere servita di ispirazione alla Gelmini, dato che anche lei è tornata al lavoro 5 giorni dopo il parto scatenando un mucchio di polemiche. A proposito di Gisele e delle sue smagliature, chiedo a tutte un consiglio: sono agli sgoccioli dell'allattamento, resta solo la poppata del mattino che superbaby fa ormai di malavoglia (Paola, il tuo post "e i vostri nati torcano il viso da voi" sembra scritto su misura per me) ma dopo aver perso 9 chili praticamente in due mesi, ora mi ritrovo con quei 4 rimasti e la bilancia non si sposta di un millimetro nonostante mi sia messa a dieta da qualche settimana. Lo so che sembra una cavolata, ma ormai il mio armadio grida vendetta e mi sto anche deprimendo un pochino... avete trucchi, consigli, prodotti magici? aiuto!!!!

    RispondiElimina
  13. La mitica "Elisabettona" Gregoracci....neo mamma gonfia come tutte quante! Anche se metti al mondo il delfino di Briatore.

    didò

    RispondiElimina
  14. daniela - narayan3 maggio 2010 14:49

    @Typingmummy, se posso: nessun trucco né rimedio magico. Io sono ancora in allattamento e siccome non ho gran soldi da spendere sono andata dal dietologo in ospedale: 22 euro di ticket e una dieta equilibrata (non troppo stretta proprio perché sto ancora allattando) che sta facendo il suo effetto, pian piano ma nemmeno troppo. Sono contentissima.

    RispondiElimina
  15. @typing mummy: ci vuole un po' a perdere quei 4 chili... abbi pazienza ancora qualche mese e fai molto movimento quest'estate. io dopo entrambi i pupi sono tornata alla mia taglia in un paio d'anni. i primi chili li perdi in fretta, quei tre/quattro davvero più lentamente. ah! eventi eccezionali tipo un trasloco in piena estate possono aiutare a dimagrire.

    pensavo di fare un post di vaff (garbati, come è nel nostro stile) se ne raccogliamo ancora un po'

    RispondiElimina
  16. ciao bellissime,
    mi unisco al vaff alla gelmini.
    Il rientro o non rientro (immediato o meno) al lavoro dovrebbe essere una scelta. Tornare a cantare su un palco le tue canzoni per scelta è un po' diverso che rientrare in un ufficio 10 ore al giorno perché sennò non paghi il mutuo. C'ha tutto un altro sapore. Che dite?
    E per quanto riguarda i detestabili 4kg rimasti, che comunque ti aggiungono una taglia e rendono inutile il tuo guardaroba, suggerisco un po' di esercizio fisico. Appartenendo alla categoria "non c'ho tempo nemmeno di andara a fare la c...a", io salto alla corda 10 minuti un giorno sì e uno no, e abitando al 4° piano senza ascensore faccio tante scale :-)
    jane

    ps. confermo che ci vogliono un paio d'anni per tornare al proprio peso, nel frattempo da H&M si può un po' di shopping da contenimento senza svenarsi

    RispondiElimina
  17. Ciao, mi collego al commento di Micol: mi unisco al vaff........per Gisele e al "%$!!" per la Gelmini. In bocca al lupo a Elisa che ha fatto una scelta senza giudicare o commentare a sproposito chi ha intrapreso un percorso di lavoro post-parto diverso dal suo.

    Aggiungo che io ho provato tutti e due i tipi di parto. Cesareo con la prima bimba (non elettivo, dopo 8 ore di travaglio non ho mai capito perchè, ho chiesto poi,non me l'han spiegato...); parto naturale con la seconda bimba (4.520 KG). Il parto naturale non è assolutamente indolore, anzi, ma se potrò scegliere in futuro MAI un'altro cesareo (e per di più senza reale necessità!!)
    Ciao. C.

    RispondiElimina
  18. ops, ho dimenticato di sepecificare che ho iniziato il salto alla corda circa due settimane fa, ovvero 2 anni dopo il parto hihihi :-) jane

    RispondiElimina
  19. sì sì evviva il post sui garbati vaff!!!
    x la linea..a quasi un anno dal terzo parto ho perso tutti i kg della gravidanza, comunque non ero un fuscello nemmeno prima..però smagliature non ne ho (fortuna e olio di mandorle dolci e argan). in compenso calzo una misura in più di scarpe.
    ho letto dei "5 tibetani", esercizi pare miracolosi che ringiovaniscono-rivitalizzano-snelliscono..ma non ho tempo x ora di provarli. cammino però da 2 a 4 ore al giorno. c'è anche da dire che prima di avere figli facevo karate 2 volte alla settimana e smettere di praticare uno sport trasforma i muscoli in ciccia..appena riprendo il lavoro torno a nuotare una volta a settimana.

    RispondiElimina
  20. su Gelmini, ho letto intervista su "io donna" e articolo sul Corriere di sabato..Vegetti Finzi le dà torto..
    ok poi io ho il dente avvelenato in quanto insegnante di scuola pubblica che secondo me lei sta affossando..
    su Rachida sono d'accordo.

    e un bel vaff (x invidia) a quelle mamme che perdono tutti i kg a 1 settimana dal parto? ne conosco una ed è pure simpatica..

    RispondiElimina
  21. Io propongo un bel vaff a quelli che ti chiedono "come va?" e quando gli riassumi in 2 parole il tuo fine settimana tra congiuntivite, febbre, cacca sbordante ecc ecc ti guardano con sufficienza e poi dicono "eh cara, ci siamo passati tutti"
    ma VAF%$& cosa me lo chiedi a fare?
    e io cretina che rispondo!
    la prossima volta sorrido e dico "TUTTO BENISSIMO grazie " TIè

    Claudia

    RispondiElimina
  22. Anch'io mi unisco al vaff... alla Gelmini, che con poche parole ci ha rimandato indietro di cinquant'anni di stato sociale e di assistenza alla maternità.
    @claudia: sottoscrivo il tuo vaff... ho già iniziato da tempo a rispondere "tutto bene", ma non solo a quelli che rispondono "ci siamo passati tutti" ma anche a quelli senza figli che ti dicono "ah, guarda, non ho dormito nulla neanche io, sai, ho fatto le cinque l'altra sera e avevo bevuto un po' troppo"

    RispondiElimina
  23. Il mio vaffa invece è per tutti quelli senza figli che passano il tempo a dirti: 'ti limiti troppo, il bambino deve adattarsi alle tue esigenze e non tu alle sue, non esci più...dovresti dedicare del tempo per te...' e tu sei lì che ancora maledici la sera prima che sei uscita a cena e poi il bimbo ha passato la notte a svegliarsi ogni ora per l'agitazione! Chiara

    RispondiElimina
  24. Sottoscrivo al cubo Chiara! E' quello che mi è capitato proprio stanotte :-( ora mi tocca tirare la giornata con 4 ore di sonno alle spalle. Forse i saggi dispensatori di consigli dovrebbero parlare con mio figlio e convincere lui che deve adattarsi ai miei rimti eheheheh
    jane

    RispondiElimina
  25. Un bel vaff anche alle colleghe che ti rubano la scrivania mentre sei in maternità e a quelle che ti dicono " se ti interessava tanto il tuo ruolo dovevi portarti il pc in maternità"... certo e magari lo tenevo anche in equilibrio sulla testa mentre con una mano cambiavo il bambino, con l'altra reggevo la tetta mentre lo allattavo e, per ritrovare la linea perduta, saltellavo la corda canticchiando spensierata dopo una nottataccia di sveglie continue tra rigurgiti e pianti strazianti!
    Marina

    RispondiElimina
  26. le mie colleghe sono quasi tutte del tipo "ci siam passate tutte" e a me la depressione non viene a casa tra muri e pannolini, ma all'idea di tornare al lavoro dopo le mie notti con la bambina " a campanile", cioè che rintocca ad ogni ora..e poi altri due che non hanno mai sonno..
    io sono felice e fortunata di potermi godere la mia bambina e speriamo che Gelmini e Rachida non si mettano a legiferare..altro che unione europea! ma doveee? guardiamo quanto è avanti la Germania in fatto di tutela delle donne..
    ah, e poi quelle senza figli, che hanno la scienza infusa!!

    RispondiElimina
  27. ..e un vaff a tutte le persone x strada che non si fanno i fatti loro? a me una sconosciuta senza il minimo tatto ha suggerito di mettere la speciale cuffietta x tenere le orecchie della bambina a posto e voleva farmi entrare subito in un negozio di ortopedia a chiedere!! la bambina ha solo un accenno di orecchiuccia in alto e va benissimo così!

    RispondiElimina
  28. Ottima l'idea di un post di (garbati) vaff... Vorrei aggiungerne altri: vaff a chi non capisce che un bimbo può anche essere stanco e si stupisce se piange quando lo prende in braccio per forza; vaff a chi non si fa più sentire e non ti invita più perché "tanto col pargolo non puoi uscire"; vaff a chi è convinto che "allora se dorme la notte per te è una passeggiata"; e vaff anche a quelle che "ah bene, ma fa sempre in tempo a cambiare: vedrai che con i dentini avrai problemi". Scusate la lunga lista, ma avevo bisogno di dirlo: per queste categorie ho esaurito la tolleranza. Ora rispondo male e uso anche le parolacce per farli stare zitti. Tiè.

    RispondiElimina