Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

mercoledì 26 maggio 2010

Tutto quello che so della vita l'ho imparato da Sex and the City


E' uscito! Da oggi in libreria il mio figlioletto più giovane

Vi faccio alcuni esempi di quel che ho capito io guardando ossessivamente, per mesi, la serie in tv:
- Che ogni cuore spezzato prima o poi trova la sua colla
- Che quando arriva un bambino qualcos'altro se ne va
- Che con quello che ho nell'armadio potevo comprare casa
- Che almeno una volta nella vita bisogna fare sesso con un deficiente
- Che non si possono avere 35 anni per sempre
- Che per far spazio ai suoi scatoloni, a qualcuno dei tuoi vestiti devi rinunciare
(...)
Se siete curiose di sapere come ho argomentato le tesi di cui sopra - e da quale delle protagoniste, Carrie Charlotte Miranda o Samantha, ho tratto ispirazione - potete leggere il mio libro, che è in vendita da oggi. A proposito: ieri sera sono stata all'anteprima di Sex and the City 2 (il film). Ne parleremo prestissimo, appena lo vedete anche voi.
E ora, la seconda parte del concorso:
Quali sono le cose importanti della vita che avete imparato voi da Sex and the City, da un'altra serie, da un film oppure da un libro?
Avete tempo per rispondere fino a venerdì! In palio due copie del mio nuovo libro.
PS La saga Briatore mi appassiona assai (vedi mio commento al post precedente).


39 commenti:

  1. Oddio...non l'ho mai visto...e mò?

    RispondiElimina
  2. e mo'... puoi anche partecipare descrivendo quel che qualcos'altro ti ha ispirato! che sia un film, un libro, una serie tv... ma anche una persona! bacioni!

    RispondiElimina
  3. Io amo sex and city!!!! Ho imparato che si può superare i trenta e andare verso gli anta con disinvoltura anche indossando abiti improbabili e che si può rinunciare a qualunque maschio citrullo ma non alle amiche vere!

    RispondiElimina
  4. oh bene bene. mi butto subito perchè sono in aspettativa e quindi vincere il libro non sarebbe affatto malaccio. anch'io non ho mai visto sex and the city, ma da ragazzina seguivo Sentieri!! ho imparato qualche trucchetto di seduzione e poi che le mie beghe erano sempre meno gravi di quelle che le menti (malate) degli autori proponevano..soprattutto ho imparato a disconnettere il cervello x tutta la puntata! Beautiful: visto 2 volte. Imparato a ringraziare Dio che non fosse realtà e che anche il peggior parente-serpente non sarebbe arrivato a certe abiettitudini (si dice? licenza poetica). mia cognata cmq credo prenda parecchia ispirazione.
    da "chi vuol esser milionario" ho imparato ad essere un po' più riflessiva, e un sacco di nozioni interessanti. ai miei figli però non piaceva, a quell'ora c'erano le estrazioni del lotto e loro volevano vedere quelle x via delle palline che girano! (eh se girano!)
    dai libri ho imparato tutto, sono sempre stati e sempre saranno i miei più fedeli compagni. anzi, amanti. i titoli più cari: "le opinioni di un clown" di Boll (non trovo la o con la dieresi lo so che non si scrive così); "i ragazzi della via Pal", il Qoelet nella traduzione di Ceronetti, e naturalmente la ricca biblioteca di puericultura col libro di Paola in pole position!

    domani i figli vanno in gita in agriturismo e uno mi ha detto che bisogna portare il KIWI in caso di pioggia!

    la saga Briatore è fantastica!!

    RispondiElimina
  5. Se è importante non lo so,(anche no)ma per me un pò di senso ce l'ha....avete presente la scena in cui Julia Roberts in "se scappi ti sposo" si prepara le uova in tutti i modi possibili e si mette li ad assaggiarli tutti per capire qual'è alla fine LA SUA ricetta preferita per cucinare le uova? beh, quella è una delle mie preferite per la piccola morale sul piacere a te stessa prima ancora di voler piacere agli altri.....ma nel film di Sex and the city il vero mantra è il gesto di amicizia di Carrie che sprona l'amica a tornare a correre con la storica frase "ti sei c....a nelle mutante....direi che per quest'anno hai già dato" per farle superare la paura di eventuali "sfortune"suggestionata dalla vita che finalmente va!
    Paola,ne prendo 2 copie, una per me e una per l'amica che mi ha regalato "ero una brava...."! buonanotte

    RispondiElimina
  6. Cara Paola io la serie di sex & the city la conosco e mi ci sono pure divertita. E' lontana anni luce dalla mia vita...devo dire che la cosa che invidio di più alle ragazze non è il sesso sfrenato e gli uomini a vagonate, ma è la loro amicizia, il fatto di sapere che qualunque uomo incontrerai, qualunque guaio ti capiterà, le amiche ci saranno sempre. Ah, che invidia! Ma sarà possibile nella vita reale?
    Un bacio e un in bocca al lupo per il tuo libro, che sicuramente sarà un successo!
    Sara

    RispondiElimina
  7. dopo aver visto infinite volte la serie, ora cerco di usarla per togliere un po' di ruggine al mio malandato inglese. Visto che il piccolo non mi lascia tempo per studiare cerco di conciliare ore di stiro con studio e diletto!...è strano sentire le protagoniste con voci diverse a quelle a cui sono abituata.

    RispondiElimina
  8. ciao Paola! Ti auguro un grandissimo successo con questo libro (che comprerò dato che il primo mi è piaciuto tantissimo!!!)
    Mi prendo un po' di tempo per rispondere alla tua domanda...ci penso...

    baci :)
    Sara

    RispondiElimina
  9. La scena madre della mia vita, che mi ricordo ogni sacrosanta volta che mi trucco, mi “valorizzo” (come dice il mio compagno) con vestito e tacchi oltre i 4 cm (che effettivamente valorizzano e combattono la forza di gravità) …..insomma esco dallo stato di maschiaccio in cui sto tanto comoda….è quando Cher, in “Stregata dalla luna” dopo essersi tolta “tutto il grigio” in un salone di bellezza, tornata a casa, si beve un bicchiere di vino rosso, con l’opera in sottofondo e si sente bella davanti allo specchio e il camino acceso. Ammetto anche, che ogni volta che mi “faccio” femmina, ricerco nel mio uomo gli occhi occhi stupiti di Nicholas Cage.... e spesso li trovo!(certo un pò meno a pesce lesso di quelli di Nichy)

    p.s. rispetto la Gregoracci credevo che la sua intelligenza l’avesse insultata già proponendosi figa e perfetta a un mese dalla gravidanza.

    Didò

    RispondiElimina
  10. Da Sex and the city vorrei aver imparato a fare il backup del mio pc, ogni tanto. So che devo farlo, ma poi mi fa fatica. Anche se ho momenti, come questo, in cui mi faccio prendere dal panico all'idea che uno sbalzo di corrente potrebbe cancellare per sempre almeno due anni di lavoro, emozioni, foto... (oddio, ora che l'ho scritto non sarà che mi tiro la rogna?! cerco subito una pennina!)

    RispondiElimina
  11. ho visto la serie completa almeno 4 volte.
    Conosco a memoria tutte le puntate e mi sono già organizzata per lasciare pupa e quasimarito a casa domani sera.
    Molte cose si possono perdere ma non la prima di sex & the city.
    farei vedere la serie completa ad ogni uomo per fargli capire come la pensa una donna e soprattutto per fargli capire che anche noi sappiamo fare sessoebasta per il solo gusto di farlo :-)

    RispondiElimina
  12. Ohh, ce l'ho fatta! Dovrei avere giusto a partire da ora qualcosa come 23 minuti, uno più uno meno, vediamo un po'...
    Ho sempre considerato S&TC una pietra miliare per un paio di generazioni di ragazze (o ex ragazze, ma perché sottilizzare) e personalmente ho amato tantissimo il suo stile e non intendo solo tutti quei vestiti favolosi e bizzarri che indossano le protagoniste ma proprio il tipo di narrazione, la verve, il linguaggio così ironico. Ho imparato che si possono trovare delle brave ragazze anche nella categoria delle "facili" (devo ammettere che, soprattutto all'inizio inizio, ed ero giovane allora, per me Samantha era DAVVERO troppo). Che Manhattan è meravigliosa e può essere divertente, soprattutto se hai delle amiche con cui condividerla. Ah, sì, che il miglior amico di una ragazza è sempre gay, anche perché con gli altri di sesso maschile si finisce (o si vorrebbe finirci) sempre con l'andarci a letto. Dal punto di vista commerciale poi la serie è stata un trampolino di lancio per la notorietà di marchi di abbigliamento, io ad es. so benissimo cosa sono le Manolo, anche se so altrettanto bene che non me le posso permettere... Grazie a Carrie & co. però so che dall'alto dei propri tacchi si può anche affrontare meglio il mondo (basta non essere madri, almeno non di quelle canguro coi piccoli che penzolano ovunque lungo il corpo).
    p.s.= della serie "rieducational channel", ho anche imparato, perché non ne avevo proprio idea, cosa fosse un dildo, e son soddisfazioni...

    RispondiElimina
  13. Ho imparato che New York...come l'Amore...è l'unica griffe che non passa mai di moda!
    Complimenti per il blog.
    Sally Dumbit

    RispondiElimina
  14. L'ho scoperto tardi Sex & The City ma ho recuperato guardando tutte le puntate...

    Cosa ho imparato? Da Samantha...che fare del buon sesso aiuta, aiuta davvero :)

    Sempre, comunque, con chiunque e dovunque.

    L'ho imparato si, ma non l'ho ancora messo in pratica ;-)

    RispondiElimina
  15. cosa ho imparato io dalla serie? che noi donne siamo veramente capaci di farci male, di mandare a puttane una relazione solida per un uomo che ci ha dato solo farfalle nello stomaco (dici poco)...

    RispondiElimina
  16. Sex and the City è il mio compagno di poppate! il piccolo poppa e io mi guardo le ragazze...e pazienza se non è molto educativo!
    ho imparato che le vere donne spendono capitali per le scarpe e non indossano mai le calze, neppure in inverno e non mettono mai scarpe col tacco basso ed io con le mie scarpacce da grande magazzino,i calzettoni multirighe e, quando oso, tacco 5 con lancinanti dolori ho ancora parecchia strada da fare!!!

    RispondiElimina
  17. anche i frati non mettono mai le calze

    RispondiElimina
  18. Da Sex and the City ho imparato che una buona piega dal parrucchiere, un nuovo abito griffato e un paio di scarpe da urlo fanno più miracoli che anni di analisi da uno strizzacervelli....
    ...che non bisogna prendersi sempre troppo sul serio ma che l'autoironia aiuta spesso e volentieri.... che parlare di sesso intorno a un tavolino con le tue migliori amiche è mooooooolto liberatorio e ti fa fare un sacco di risate!!!!!!!! Insomma la serie tv mi ha fatto spesso pensare che tante volte basta davvero poco per sentirsi meglio e che in primis non bisogna dimenticare di amare se stessi e per questo non sentirsi in colpa se si rientra a casa con un paio di Manolo:-)))
    Comprerò sicuramente il tuo libro: con il primo mi hai fatto morire dal ridere!!!!! Sei mi ti ca!!!!!

    RispondiElimina
  19. Da sex and the city (di cui abbiamo visto tutte le puntate almeno 2 volte se non 3) ho imparato a prendermi ogni tanto mezz'ora di pausa dal lavoro per un caffé o una cioccolata tra amiche, che con i bimbi piccoli la sera è sempre più difficile vedersi!

    e... congratulazioni, Paola!

    RispondiElimina
  20. ahaha io ho imparato che dopo la gravidanza prima o poi si rientra nel vecchi adorati jeans lasciati in fondo all'armadio ... ma nella realtà ci devo ancora arrivare ;-)))

    RispondiElimina
  21. cosa ho imparato da sex & the city? sicuramente a conoscere le manolo blanhik ... !

    ciao! paola

    p.s. ora sono a istanbul - appena rientro ti mando un paio di foto di quelle t-shirt di cui ti ho parlato ... senza impegno, ovvio! ciao

    RispondiElimina
  22. da sex & the city ho imparato... ho imparato che nella macedonia della vita, il frutto più appetitoso può essere solo la big apple! Perché è vero che fashion victims si può essere ovunque, ma vuoi mettere indossare le manolo blahnik in una piazzetta del centro di Abbiategrasso anziché sulla 5th avenue di fronte alla vetrina di Tiffany's????!!!
    un bacio, Marina
    PS per le non milanesi, Abbiategrasso è una piccola cittadina nella provincia ovest di Milano

    RispondiElimina
  23. Secondo me Sex and the city rielabora con humor i classici insegnamenti della nonna, che ogni donna di 21 anni dovrebbe aver già introiettato.
    Ma il buon senso è noioso e molesto come una predica una domenica di luglio, e quindi difficilmente riesce a far presa su giovani donne in fase post adolescenziale.

    Mia nonna me lo spiegava già a nove anni che
    gli uomini talvolta preferiscono avere una moglie anzichè una donna (che è molto di più), vedi i capitoli in cui Big sposa Natascia, ma come Carrie ho dovuto subirlo di persona per capire cosa intesse dire.
    La santa donna mi aveva detto anche che poi tali uomini non sono abbastanza onesti da andare diritti per la loro strada e si ostinano a intralciare la tua, mettendomi varie volte in guardia...ma io neanche a morire la sono stata a sentire.
    Di sesso non mi aveva detto niente, devo essere sincera, ma qualche vicenda del telefilm ricalca paurosamente la mia biografia, così come la suocera di Charlotte, i problemi della malattia di Samantha, il cinismo di Miranda. Diciamo che in sex and the city ho trovato più conferme che insegnamenti ed è per questo che spero di avere presto svariate Manolo e magari anche un abito da sposa con tanto di uccello incorporato...vi farò sapere

    RispondiElimina
  24. Eccolo qui tra le mie mani....l'ho appena comprato. Mentre ero in libreria si è scatenato il temporale, per cui mi sono rientrata in ufficio tutta bagnata...vabbè.
    Purtoppo, come ho già detto in altro commento, non ho mai visto sex & the city, ma devo moltissimo ai libri. I libri hanno accompagnato tutti i passaggi più importanti della mia vita. Rifugiarmi in un libro nei momenti di sconforto è stato fondamentale per uscire dalla crisi, così come la lettura ha accompagnato grandi momenti di gioia, una sorta di ciliegina sulla torta...da ogni libro ho tratto un insegnamento, ma c'è ancora tanto da imparare!!! :-) Serena

    RispondiElimina
  25. Beh, nella vita ce ne sono state tante di cose che mi hanno ispirata, libri, film, canzoni. Sex&The City lo ha fatto soprattutto nella mia vita precedente (perché qualcuna una volta ha detto che si nasce a nuova vita con il proprio figlio;mai nulla fu detto di più vero a mio parere!) mentre nella mia nuova vita mi ispira soprattutto una tizia che quando scrive sembra… me stessa (salvo per la questione del latte in polvere nella ben nota confezione arancione che la mia piccolina adora dal suo terzo giorno di vita, forse è ancora più ingorda del pupo :D). Sarà forse per quello che ho comprato tipo 15 copie del suo libro e lo sto regalando a TUTTE le amiche che rimangono incinte come… buon augurio.
    Vorrei anche ringraziarla questa donna meravigliosa poiché quando ieri la mia piccolina è caduta dalla piattaforma salterina al parco e io non sono riuscita ad efferrarla in tempo (e avrei voluto mettermi a piangere più di lei, anche se ho resistito per farle coraggio) mi sono ricordata che ne han salvati più i pisellini Findus che la vaccinazione antipolio e sono corsa a casa, li ho trovati, li ho messi su quella testolina dura e… sembra tutto a posto.
    Ma soprattutto mi sono sentita un po’ meno peggio pensando che anche una mamma molto migliore di me e che stimo tanto è rimasta fregata come me da queste anguille unte che te la fanno sotto il naso appena ti distrai un attimo.
    Sonia B. C.

    RispondiElimina
  26. ammetto umilmente di non aver mai visto Sex and the City. Però ho visto Candy Candy, dall'inizio alla fine. Era un millennio fa ma ancora mi ricordo ciò che mi ha insegnato:
    - le buste da lettera possono essere riutilizzate, basta che le rovesci (miss pony docet) come fare a rovesciarle ancora mi è oscuro
    - mai fidarti della tua migliore amica (infatti Annie si fa adottare dalla coppia di genitori che voleva adottare Candy e alla quale Candy ha detto no per stare con Annie: perversa)
    - Il primo amore finisce sempre ( se non ti molla lui o non lo molli tu, allora cade da cavallo e schiatta)
    - Alla fine anche le santarelline bionde dagli occhi azzurri si innamorano dei tenebrosi a scorbutici moraccioni che poi fanno pure gli attori e girano il mondo
    - l'infermiera è una professione pagata male
    - Se decidi che il tuo animale domestico è un procione poi non pretendere che gli altri ti trattino come una persona normale
    - se dopo una vita passata a fare solo buone azioni, a fare l'infermiera e a mandare i soldi alla casa di pony, ad aiutare tutti i poveretti della terra, a consolare le amiche, se dopo tutto questo il tuo fidanzato ti lascia per stare con la donna che nel salvargli la vita ha perso una gamba, beh allora ti conviene andare a lourds in gita con tutta la casa di pony :-)
    forse avrei dovuto guardare sex and the city
    jane

    RispondiElimina
  27. scusate volevo dire lourdes :-)

    RispondiElimina
  28. Ordinato libro! Arriva martedì: invidio molto le altre, perché sono curiosa.

    RispondiElimina
  29. Ho visto la serie due volte. La prima mi identificavo con Carrie. Ero single, felice e in cerca di amore. Oggi a volte mi rivedo in Miranda o in Charlotte.
    Mesi fa mi veniva in mente Miranda con la sediolina vibrante per il bimbo. E ridevo. Miranda sfatta e stanca. E mi sentivo meno sola.
    Miranda che rientrava nei suoi jeans (ma questo l'avevo già detto).

    Ah, questo ve lo devo dire.
    Ho appena ricevuto un messaggio da mia madre, felicemente in vacanza. Dice più o meno " a 1500mt abbiamo toccato la neve".
    Io non so cosa risponderle. E' già fantastico che stamattina lo Hobbit e Ben Kenobi (il cane dei miei genitori qui in pensione) stiano entrambi dormendo.
    Ho digitato "A 10 mt ho toccato la merxxxxda"

    Dite che posso mandarlo o traspare troppo la gelosia? ;)

    Cosa ho imparato da sex&? Un sacco sacchissimo di cose, prima a sdrammatizzare. E che per farlo bisogna dirle le cose!
    Sempre. O quasi.... ;)

    Le mie amiche dalla serie hanno sicuramente imparato a non mandarmi messaggi sui generis. Se non vogliono avere una risposta come quella sopra e... se vogliamo restare amiche!

    baci a tutte
    e buon wendy

    RispondiElimina
  30. Congratulazioni! Me lo procurerò al più presto!

    RispondiElimina
  31. Paola, hai già estratto le vincitrici? un altro metodo da prof cattiva è: assegna un numero ad ogni intervento, poi apri un libro a caso e leggi il numero della pagina..se è troppo alto sommi le cifre..e oplà ecco chi devi interrogare in geometria!

    RispondiElimina
  32. uhm.... mi sa che Paola è scappata a Dubai sulle tracce di Carrie & company dopo aver visto il film...
    Marina

    RispondiElimina
  33. no no no sono qua! ho fatto un weekend lungo senza internet. a tra poco per l'annuncio delle vincitrici!

    RispondiElimina
  34. su su...che se non vinco corro a comprarlo;-)

    RispondiElimina
  35. Paola, se non ti fai sentire entro breve, chiamiamo "Chi l'ha visto"! Poi te la vedi tu con la Sciarelli!!!!
    :-D Marina

    RispondiElimina
  36. Comprato il libro oggi pomeriggio, ma non sono ancora riuscita a sfogliarlo ben bene. In compenso ho scoperto i nomi dei Pupi! Baci.

    RispondiElimina
  37. Ciao Pola, la mazzata/insegnamento più grossa della mia storia di apprendista di vita, me l'ha data il Signore degli Anelli - l Ritorno del Re: per avere un marito figo devi essere un'elfa immortale che rinuncia all'immortalità.
    La capiranno in poche ma pazienza

    RispondiElimina
  38. Scusa.. come faccio a comprare tuo libro se io abito in messico?

    RispondiElimina
  39. Grazie a te lo guarderó!
    salutti dal messico.. scrivi di meraviglia, mi sono divertita tanto :D

    RispondiElimina