Ho traslocato su erounabravamamma.it

Vi aspetto!

mercoledì 19 maggio 2010

Oh gioia, oh gaudio, tra 7 giorni esce il mio libro!

Tutto quello che so della vita l'ho imparato
da Sex and the City


Non potevo aspettare oltre per dirvelo: tra una settimana sarà in libreria il mio nuovo figlioletto di carta, in squisita contemporanea con l'uscita del film Sex and the City - 2. Il nuovo pupo è discreto, educato, molto più quieto dei miei bimbi di carne, fa ridere e soprattutto risponde a una serie di domande fondamentali, come: "perché un uomo che credevo intelligente mi ha lasciato via post-it?", "perché non è mai facile distinguere un rospo da un principe azzurro?", "perché non devi mai dare le chiavi di casa a tua suocera?".
Piccolo antefatto che troverete anche nell'introduzione: per circa un decennio ho attraversato la vita facendo a meno di Sex and the City. Mi avevano anche prestato il cofanetto, ma l'ho ignorato per anni. Ogni tanto sentivo qualcuno dire: Sex and the City è per le donne quel che il calcio è per gli uomini. Per reazione mi veniva un pensiero-pernacchia: tanto, se fossi un maschio, allo stadio non ci andrei.
Poi i 25 minuti mi hanno fregato.
25 minuti è la durata media di una puntata.
A schiacciare l'avanti veloce durante la sigla, puoi scendere a 23.
Ragazze, 23 minuti è la durata media del pisolino di un neonato (chissene, se i manuali dicono che dovrebbe dormire tre ore di fila. Non è quasi mai vero). In 23 minuti non si riesce a far niente, o quasi. Una doccia con shampoo ma senza il balsamo che devi lasciare in posa, telefonare a un'amica non troppo chiacchierona, impostare una torta salata.

Io di fronte alle alternative possibili ho cominciato a guardare Sex and the City, e non ho più smesso. Certi episodi li ho rivisti tre volte. Ho preso appunti, ho riso, ho sussultato, ho ricacciato indietro l'occasionale lacrimuccia. E ho capito che tutto quel che avevo fatto e vissuto - gli amori, i viaggi, il lavoro, la famiglia e pure le amicizie - coincideva quasi perfettamente con tutto quel che avevano fatto e vissuto Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha.

Bene. Questo post inaugurale serve a rispondere alle vostre curiosità sul libro (ammesso che ne abbiate) e per chiedervi di partecipare a un gioco, se vi piace l'idea: a voi, cosa piace fare quando - e se - avete 23 minuti liberi? Dai commenti più creativi (=non terrò conto delle risposte a monosillabi), lunedì estrarrò due vincitrici che riceveranno a casa una copia del mio libro. Ed è solo l'inizio! (Sì, lo so, suona minaccioso)

58 commenti:

  1. claudia@noknok.it19 maggio 2010 21:51

    Io passo i fatidici 23 minuti a pensare cosa potrei fare in quei 23 minuti di utile per la casa, la famiglia, il pupo, me stessa e nel frattempo gironzolo in internet tra blog, quotidiani e facebook!

    RispondiElimina
  2. ciao Paola! In bocca al lupo per l'uscita, intanto!
    i 23 minuti liberi sono più o meno i minuti liberi che ho quando la Spucci fa il bagno. Quindi sono liberi ma mica tanto, perché ovviamente devo stare lì nell'eventualità che voglia diventare un sub senza bombola d'ossigeno.
    Una volta mi sono fatta le sopracciglia e ho fatto un buco che ho coperto con la matita nera (dovevo guardare la spucci e furbescamente ho girato la faccia mentre strappavo). io sono castana. risultato raccapricciante.
    così sono passata alla consultazione di ricette e tecniche culinarie che generalmente, mi fanno venire una fame boia e mangerei pure una tavola di compensato :-)

    RispondiElimina
  3. eehhm quando il mio pupo si addormenta, lui fa le sue belle dormite anche durante il giorno, non invidiatemi per favore.....
    Cmq appena prende sonno corro in bagno ahhaha.
    Posso dire che i miei primi 23 minuti li passo lì. Emmmh sono rossa mentro lo scrivo ma sono stitica.
    Fortuna che poi continua a dormire così posso dedicarmi ad altro =) altrimenti sarei esaurita !!!!

    RispondiElimina
  4. (faccio presente che la parola da digitare è stata INGEST)

    RispondiElimina
  5. Anche la mia piccola ha il timer incorporato, fortuna che dorme la notte!
    Sonnellino del mattino: 5 minuti al bagno (incredibile ma ho quasi imparato ad 'esprimermi' a comando), 5 minuti al pc per controllare mail e news del giorno, 10 minuti per predisporre il pranzo, 2 minuti per annaffiare le piante ed 1 minuto per pensare "Speriamo che stavolta dorma un po' di più, potrei fare...." e la piccola è già sveglia.
    Sonnellino del pomeriggio: 5 minuti per buttare tutto nella lavastoviglie e dare un aspetto umano alla cucina, 5 minuti al pc per raccontare alla mia metà come è andata la giornata fino a quel momento, 2 minuti per ricomporre il soggiorno/sala giochi della piccola, 10 minuti per predisporre la cena ed 1 minuto per pensare "Speriamo che stavolta dorma un po' di più, potrei fare...." e la piccola è già sveglia.
    Buonanotte, M.

    RispondiElimina
  6. che brava paola!!!!! ti comprerò! ps in 23 minuti? mumble. mangio un gelato (sono un po' lenta...)

    RispondiElimina
  7. ecco,debora mi s'è fregata la risposta.siccome il nano non fa il riposino,se mi concedesse 23 minuti distraendosi giocando,o coi cartoni,be,prenderei un caffè,fumerei in pace una sigaretta e mi concentrerei nel pensatoio.
    sfogliando un buon libro,o che so,una bella rivista di arredamento o di craft.
    oggi purtroppo se mi va bene i 23 minuti sono ridotti a 55 secondi col cronometro,3 volte a settimana,in cui sento "maaaaaammaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa" ad intervalli regolari di 4 secondi.
    roba che ti fa venire voglia di diventare ancora più stitica!

    RispondiElimina
  8. ma guarda, e ci sforni un nuovo libro così?! è un grande momento per le mamme blogger :)
    dunque, io in 23 minuti non faccio UNA cosa compiuta, è quello il problema. Ne inizio almeno 5 e poi mi scrivo sull'agenda che devo farne altre 7...

    RispondiElimina
  9. Stare ogni 2 minuti a guardare l'ora per vedere quanto tempo è passato dalla messa a letto e non riuscire a combinare un cavolo non è certo un'attività creativa né sana e produttiva, ma se inizio a fare la qualsiasi e poi vengo interrotta è troppo frustrante, troppo... C'è di bello che se imbrocchiamo la giornata giusta arriviamo a 40-45 minuti, a volte pure un'ora, allora divento casalinga disperata e corro come un automa... Se no, anche per me, ci sono sempre i miei programmi preferiti registrati col MySky...

    p.s. Sono "nuova" da queste parti, almeno come commentatrice, sei bravissima!!! Rita

    RispondiElimina
  10. senti ... e' troppo banale se ti dico che in 23 minuti mi guardo un episodio di sex and the city??? scherzi a parte, il mio cofanetto e' sotto il tavolino che uso come comodino accanto al letto. e' sacro. penso di sapere tutte - ma tutte - le puntate a memoria.
    vabbe'.

    io in 23 minuti ... cosa vuoi che faccia? semino, ovvio! ( o travaso, pianto, innaffio ... insomma, le solite cose, no? )
    sai che sono in fissa ... e appena ho un secondo libero mi sfogo cosi' ...

    ciao! e un enorme in bocca al lupo, cara.
    bacio, paola

    RispondiElimina
  11. Congratulazioni per il libro!!! Nei 23 minuti in genere anch'io mi diletto a leggere ricette di cucina sfogliando libri, riviste ed internet...peccato che poi non ho più il tempo per preparare quei piatti succulenti e mi ritrovo con la busta dei 4salti in padella. Diciamo quindi che quei 23 minuti li uso per fantasticare su come sarà la nostra cena quando la bestiolina diventerà adulta!!!
    Fanny

    RispondiElimina
  12. Ciao, è la prima volta che commento ma sbircio il tuo blog piu' volte al giorno! in bocca al lupo per il tuo libro, intanto!
    io, nei 23 minuti di nanna (nel nostro caso, salivano di solito a 40), dormivo con il pupo!!...ovvio, nei primi mesi, quando il ritmo latte/cacca/nanna e' piuttosto vorticoso e stancante!...ogni tanto capitava che mi alzassi acidissima..da tanto il risveglio era repentino ed il mio sonno invece...di piombo!!
    Alessia S.

    RispondiElimina
  13. 23 minuti?! E chi li ha mai visti tutti insieme??
    Posso ipotizzare cosa farei... passerei lo straccio a terra, con una dose extra di Lisoform, Bi gattona e per terra ormai c'è un microcosmo. Poi stenderei la biancheria, che da giorni ormai dimora umidiccia e puzzolente di muffa, ma mi da che la devo rilavare. Poi farei una belladoccia, di quelle con tutti i sacri crismi. E infine leggerei qualche pagina di un buon libro, magari l'ultimo della Maraone, che sembra davvero bello...
    ma bisogna averli, 23 minuti liberi di seguito. Con nana 14mesenne non è mica così scontato...

    RispondiElimina
  14. Dunque dunque... 23 minuti... uhm... mumble mumble... non sono tanti però forse... ma sì dai, ce la faccio: mi fiondo così come sono (che per me vuol dire tuta da casa, ciabatte e mollettone in testa, il trucco se c'è è sfatto perché ha già subito le angherie dell'intera giornata)in garage e prelevo la macchina, sfreccio fino alla fermata della metro più vicina e sono già 10 minuti. Corro corro corro fino alla banchina e acchiappo al volo il primo treno in direzione del centro (dai facciamo finta che sono in Svizzera e i mezzi pubblici siano lindi, puntuali e veloci, e sono altri 10 minuti), arrivo in centro, solo 3 minuti ma l'adrenalina mi fornisce di scatto felino e più veloce di Carl Lewis entro in libreria e compro la mia copia del tuo nuovo libro.. yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!! Esco felice e serena e mi riposo per 23 minuti... in realtà quelli a disposizione erano già finiti, ma dai sii buona e regalamene altri 23 per l'entusiasmo!
    Un bacione e complimenti!!!
    Marina
    PS Adoro sex&thecity.. a dire il vero la mia immagine si avvicina un po' di più a quella di una donna di Botero, ma dentro sono tutta Carrie Bradshaw!

    RispondiElimina
  15. Scopro qui che passare 23 minuti al bagno è il sogno di tante mamme compresa me che quando la piccola è a letto mi fiondo nella mia accogliente "bathroom" e mi rilasso leggendo anche più di 23 minuti il che è un un bel problema perchè come effetto collaterale mi ritrovo un bello stampo nel popò.
    Stefania mamma di Vittoria

    RispondiElimina
  16. angela e giorgia20 maggio 2010 10:29

    mi siedo sul divano e poi mi stiracchio e poi mi accoccolo con le gambe raccolte sotto di me.
    mi alzo e prendo in frigo una birra.
    torno al divano e cerco un libro iniziato da tempo, che lì nei paraggi da tempo giace.
    mi guardo intorno e mi rilasso.
    mi guardo intorno e ascolto il silenzio.
    continuo ad ascoltare il silenzio, lo assaporo, lo adoro.
    bevo un sorso di birra, che buona..
    guardo la mia casa e mi piace tutto.
    bevo un altro pò di birra.
    continuo così sinchè scadono i 23 minuti:
    io, il divano, la mia casa, la birra, un libro che forse non leggerò..
    là, al termine del silenzio, c'è tutto quanto ho costruito e che amo..
    per favore ora però silenzio.

    RispondiElimina
  17. sembro una scema
    vado dal balcone
    al frigo
    e dal frigo al balcone
    pensando di cucinare qualcosa di più gratificante della pasta al burro
    ma poi mi dico
    ma chi me lo fa fare? sono già stanca solo a pensare.
    accendo una sigaretta (sul balcone) e parlo un po' con le piante, se proprio mi va stendo, ma a questo punto alla terza molletta il monello si sveglia....

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. ciao,ovvio che il libro deve essere mio,che lo vinca o meno...tanto con le mie amiche abbiamo già messo le tende fuori dall'amico libraio (altro che biglietti dell'inter)e x fortuna il meteo è dalla nostra.Anch'io sono SATC addicted,soprattutto prima di figliare mi sparavo km di puntate in dvd,ti dico solo che mi scaricavo dal sito le foto di Carrie x i suoi vestiti da favola...ma sappi che sei talmente un mito che ora SATC sta al sesso/uomini/amicizia/fashion come EUBM (=erounabravamamma!) sta alla vita con figli+marito+lavoro.Veniamo ai 23 min:premesso che i miei 2 bimbi non hanno mai dormito molto e quando ne hai più di uno se quello dorme c'è sempre l'altro/a in giro x casa, le cose che amavo e amo fare quando ho quel poco (ma meanche tanto poco) tempo x me (escludiamo il lavoro,anche se a volte...)sono, in ordine di preferenza:dormire,chiudermi in bagno e fare unghie/doccia/creme varie/peli e altre meraviglie, merendona con tutona sul divano e rivista/libro, telefonare alla mia amica del cuore (anche in concomitanza con le suddette attività,così ottimizzo). Se questi minuti sono di sera allora,oltre a dormire,amo fare le ciribiricoccole alla TopoMostro "grande" nel lettone,e magari più tardi,con le forze residue...anche a Mr Big!baci a tutte e in c#@*$ alla balena x l'uscita del libro!
    ISAbel

    RispondiElimina
  20. Ciao Paola è la prima volta che commento, ma faccio una capatina sul tuo blog praticamente ogni giorno.
    Complimenti per il tuo nuovo libro!!!!(Mi hai fatto venir voglia di leggerlo...e di iniziare a guardare Sex an the City!!!)

    In 23 minuti....mhhh...per 2 minuti penso a quale fra le tante cose che mi piacciono e mi rilassano potrei fare: cucire, cucire, cucire( :D )...svagarmi con qualche videogame...fare due "coccole virtuali" alla mia dolce metà che è ancora al lavoro, sistemarmi i capelli, guardare l'ultima puntata di Lost, leggere, leggere, leggere..e negli ultimi 3 mi risveglio dal sogno ad occhi aperti e mi ritrovo con la scopa in mano e scopro di aver già steso una lavatrice e di averne anche caricata un'altra oltre alla lavastoviglie!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. Ebbene sì non ho mai visto una puntata di sex & the City, pensando "ma che sarà mai...".
    Però Paola il tuo libro non posso perdermelo...
    Come ho già detto in altri commenti ai tuoi post, apprezzo davvero il tuo stile!
    Tornando al tema 23 minuti liberi li dedicherei senz'altro alla lettura della mia rivista preferita (che ricevo settimanalmente per posta), ho ancora qualche numero incellophanato...
    Complimenti per la tua "creatura"!.
    Serena

    RispondiElimina
  22. La serie tv non l'ho mai vista,ma in compenso il film lo conosco a memoria....ogni volta che sky lo programma gli do una sbirciatina! Ma sono anche io curiosa per il nuovo libro, che non tarderà ad arrivare sul mio comodino (me lo compro eh? perchè già ho letto un paio di post fortissimi), comunque per la cronaca io mentalmete programmo fin dal mattino (mentre accompagno con la "piccola" la "grande" a scuola) quello che mi piacerebbe fare nei fantastici 23 minuti... sognante penso:ah, oggi voglio proprio leggere quella cosa, oppure, devo assolutamente finire il 14 disegno iniziato questo mese,o anche,devo ASSOLUTAMENTE cercare di studiare per l'esame ecdl...no, no oggi non scappa....alla fine dopo 8 minuti di sonno per lei e 10 di progetti per me mi arrendo e sul mio nuovo libro "COTTO E MANGIATO" trovo una bella ricetta veloce-veloce e mi prendo il 5° caffe'decaffeinato ovviamente! In bocca al lupo per il libro.Engi

    RispondiElimina
  23. Ebbene sì: anche la Piccola Meraviglia fa parte di quelli col sonno breve e intervallato... e quei 23 minuti del suo prezioso e fragile sonno di solito li impiego a dormire anch’io... ;-)
    Ma se ne avessi altri 23, di minuti nuovi nuovi e freschi freschi a disposizione... be’, ora come ora li dedicherei ad una delle mie tante innumerevoli passioni, quelle a cui non riesco mai a dedicarmi: inizierei a spuntare la lista delle cose che sono segnate “allafermatadeltempochenonho” e come prima cosa ricomincerei da un bello smalto nuovo per le mie unghie, una volta mio vanto e orgoglio, bistrattate da quando è nata la p.m.!
    E poi, in attesa dell’asciugatura, leggerei un bel libro... anzi, vado subito a prenotarne una copia! ;-))
    polepole

    RispondiElimina
  24. Non vedo l'ora:
    a) di venire alla presentazione
    b) di leggerlo.

    RispondiElimina
  25. ottimo! per il tuo libro in anteprima ci provo volentieri...!
    23 minuti sono pochi per farmi la ceretta (visto i peli che mi ritrovo!) troppi per cucinare quando ho le balle piene.
    Invece,li vedo perfetti per attaccarmi al web-telefono con una delle mie meravigliose sorelle che dal Chile, l'Argentina o semplicemente da furoi Roma possono chiaccherare con me a basso costo (in barba alla telecom, vodafon, wind e vari...) scrutandoci, tramite web-cam: capelli, unghie o pancia come se fossimo l'una vicina all'altra criticandoci senza pietà e ridendo a crepa pelle, nonostante l'intero Oceano stia lì a cercare di dividerci.
    baci e auguri!!
    Adriana

    RispondiElimina
  26. 23 minuti... niente pianti o urla o capricci... niente pargoli appesi al collo o ai piedi che ti tirano giù i pantaloni... tutto tace finalmente: un insolito silenzio, una quiete apparente...
    Che può fare, allora, una mamma in questi 23 minuti...?!?

    Tutto dipende da che tipo di mamma sei...
    Perchè, mie care mamme, che vi piaccia o no, noi tutte apparteniamo ad una delle seguenti categorie:

    1. mamma "manager": in 23 min. ti ribalto la casa, la faccio brillare da cima a fondo, lavo, stiro, preparo la cena (anche per il giorno dopo!) e mi rimane pureil tempo per fare doccia, depilazione e qualche telefonata alle amiche!

    2. mamma "bradipo": 23 min. sono troppo pochi per fare qualsiasi cosa, se la vuoi fare bene - cerchi di autoconvincerti, in realtà potresti passare lo straccio in cucina, dove ormai li schizzi di pappa sono diventati un tutt'uno col pavimento, stendere quei panni che sono lavati da giorni e ormai puzzano di muffa, far andare la lavatrice (che tanto poi rimarrà lì per giorni e infine puzzerà di muffa!) - allora, l'unica soluzione è sbragarti sul divano/poltrona/sedia/letto e aspettare... e così aspetti il risveglio del pargolo, sfogliando un giornale trovato a caso nella confusione totale che regna in giro per la casa (poco importa che sia una rivista o solo il volantino delle offerte del supermercato!), guardando la TV sul primo canale che hai schiacciato a caso sul telecomando (va bene anche un programma della De Filippi o la pubblicità) o, semplicemente standotene inebetita, con gli occhi fissi nel vuoto, a pensare a tutto ciò che potresti e dovresti fare (ma che non hai neanche lontanamente voglia di fare!).
    NOTA: non è detto che un'attività escluda l'altra... ;-)

    A questo punto si potrebbero individuare 2 sotto-categorie:

    2.1. mamma "bradipo-tordo": alla fine, i 23 min. sono passati, i bimbi si sono svegliati e già piangono e urlano e tu, costretta ad abbandonare il tuo stato di "bradipo" e a riprendere quello di semplice mamma, ti alzi sorridendo soddisfatta, pacifica come un tordo, senza il benchè minimo senza di colpa.

    2.2. mamma "bradipo-biscia": quando i 23 min. sono passati, i bimbi si sono svegliati e già piangono e urlano ecc. ecc... tu, incazzata come una biscia, stanca (fisicamente e mentalmente!), frustrata e insoddisfatta, ti alzi con un muso così lungo che, se non stai attenta, ci inciampi camminando... e rimani incazzata come una biscia per un paio di ore a seguire!

    Paola, perchè non lanciamo un altro gioco?
    "Che tipo di mamma sei?" ovvero "Dimmi che fai in 23 min. e ti dirò chi sei..."
    :-)
    Io faccio parte della categoria delle mamme "bradipo"; la sotto-categoria dipende dall'umore, solitamente però propendo per la seconda...! :-P

    Ciao Paola e in bocca al lupo x il tuo nuovo libro!

    RispondiElimina
  27. sorry, non ho mai visto sex and the city, sarà che non ho la tv e nemmeno la radio. e infatti ho fatto tre figlie. come?
    in 23 minuti.
    preliminari, sesso, sigaretta e 20 minuti di relax.
    alla fine poi l'ho lasciato.

    RispondiElimina
  28. per avere il libro ci provo subito, incrociamo le dita!!!
    col primo è stato un vero lusso, me ne rendo conto adesso perché dormiva davvero tre ore di fila al pomeriggio, così io, in quel tempo, vivevo la mia vita come e meglio di prima (nel senso che ero a casa mia, pure pagata, felice con me stessa). Per prima cosa dormivo. Poi passavo a divertimenti (se così si può dire...). Le foto erano la mia ossessione, la digitalizzazione ha aggravato la sindrome che tutti i genitori tendono naturalmente a sviluppare per fermare la memoria, il tempo, l'attimo su qualsiasi smorfia il proprio pargolo sembra voler provare. Nel mio tempo libero così scaricavo le foto, me le rimiravo (tanto ero sola, qualsiasi forma di ossessione maniacale era permessa), le numeravo e poi - cosa più impegnativa di tutte - le dovevo scegliere per la stampa. Sono arrivata anche a farmi un corso di Photoshop seguendo passo passo uno di quei manualetti per nerd informatici. Una volta arrivato a casa l'enorme pacco si trattava di comporre gli album. Adesso mi domando com'è possibile che mi ritrovi con pagine e pagine di foto che mi sembrano tutte uguali... tant'è. Sono andata avanti con sempre minor entusiasmo fino al secondo pargolo. E il tempo a mia disposizione che già assaporavo con gioia si è ridotto all'osso. Quasi scomparso, si avvicina orribilmente - ahimè - a quei 23 minuti di cui parli nel tuo post. Non ho imparato però ad ottimizzare il tempo e succede che faccio casino appena si addormenta perché vorrei essere multitasking al massimo e così: penso contemporaneamente che dovrei (ma dovrei proprio) dormire, fare la doccia, depilarmi, tingermi i capelli, preparare la cena da brava massaia previdente, fare la lavatrice no perché tanto si sveglierebbe, pulire idem, stirare non esageriamo in fondo l'importante è che la roba da indossare sia pulita e così chiudo con la parte del dover essere. Ho provato anch'io con le puntate arretrate delle serie tv che amo, e mannaggia di solito durano 42 minuti così a volte mi dimentico pure di finirle, con i blog di mamme come questo, che nel frattempo sono entrati prepotentemente nella mia vita, mi sistemo la libreria di itunes perché perdo sempre dei pezzi, cerco nuove apps carine, mi perdo nei meandri del web. Insomma, non concludo granché con grandi sensi di colpa e l'impressione che avrei potuto riposarmi molto di più altrimenti o usare decisamente meglio il mio tempo. Il massimo della frustrazione è quando passo i 23 minuti attaccata allo stupido giochino su fb continuando a ripetermi che adesso la smetto e passo a qualcosa di più intelligente/interessante. Poi il mio meraviglioso tiranno si fa sentire e rimando a domani...

    RispondiElimina
  29. Complimenti Paola!
    Io le puntate di sex& me le vedevo durante le lunghe allattate (1 ora circa): un po' di tempo mi rimiravo il pargolo, un po' mi rilassavo così!

    23 minuti non li ho avuti fino a poco fa..adesso nei giorni fortunati sono anche di più.
    Le prime volte ero disorganizzata, sembravo una adolescente perditempo!
    Adesso invece, un po' li dedico sempre a fantasticherie varie (Joyce ed il suo stream ci fanno un baffo a noi neomamme con tutti i pensieri che ci snodiamo!), poi a puntate mi dedico alla mia persona.
    Tipo alle volte riesco a depilarmi una gamba, e a notare come sull'altra siano ricresciuti impietose delle giovani gemme..(e ok che è primavera, ma così anche domani mi tocca passare almeno 10 minuti alla ricerca del pelo perduto...).
    Piffereggio su internet, magari con il cerotto antibrufolo sul naso, se avanzano 3 minuti mi ballo una canzone come facevo a 15 anni.
    Se ne ho ancora 5 mi appallottolo sul divano e mi stiracchio.
    Di solito a questo punto all'Hobbit si accende la spia del relax e l'antifurto suona.
    A quel punto si materializza in me l'idea che in realtà non mi sono per niente organizzata e non ho nemmeno fatto la pipì.... accidenti!

    Ciao Tessoro...non vedo l'ora di ri-leggerti!

    RispondiElimina
  30. www.speriamochesiafemmina.blogspot.com

    Che bello, lo leggerò sicuramente!!!!
    In bocca al lupo!!!

    Ed ora passiamo ai fatidici 23 minuti....
    oddio, forse la mia è un'aliena perchè dorme 7 ore di seguito, giorno e notte...tant'è che ho problemi contrari: il seno che "gronda" e dio che girovago per casa chiedendomi se tirarlo via con il tiralatte o apsettare la pargola che si sveglia ( in questo caso l'è dura)......
    Non conoscendo l'orario in cui la nanetta inizierà ad urlare come un'ossessa, reclamando il suo latte in tempo reale ( e guai a non essere pronta con tetta o biberon all'istante....non sente ragioni) non riesco a pianificare il mio tempo libero....eh lo so ognuno ha la "sua croce" ;-).....
    Diciamo però che, dopo aver svolto i" compitini" da brava massaia ( ma chi me lo avrebbe mai detto!!!) il mio passatempo preferito è internet...senon altro per non sentirmi proprio tagliata fuori dal mondo e avere almeno una parvenza di rapporti interpersonali.

    RispondiElimina
  31. Ho 23 minuti. Solo 23 minuti prima che la Bubi si svegli più incazzata che mai (le abbiamo tolto il sonnellino pomeridiano solo da pochi giorni). 23 minuti prima che il Patato si svegli più affamato che mai. 23 minuti prima che la Bubi si incazzi ancora di più visto che ho lui attaccato alla tetta. Controllo le statistiche (accidenti, 90 visite solo stamattina, me gusta). Vedo i commenti (oh, cara, Polonia75 mi ha scritto anche oggi). Da dove vengono le visite? Ah, sì, mi ero iscritta anche a Madridegeneri.net e a Mammedepresse.org. Faccio una visitina a Popicopi, sì, vedi ha pubblicato qualcosa, sempre gustosi i suoi post. E anche a quella pazza della Rasoterra, è come se la conoscessi da sempre. Non può mancare la solita Mamma Flessibile, passo anche da lei e magari lascio uno dei centomilionesimi commenti. E poi butto giù qualcosa. Sì, volevo parlare dell'ultima cacchina della Bubi. Beh, forse cambio argomento. Devo scrivere ancora di allattamento. Così sì che le visite schizzano alle stelle. Oh, no, si stanno già svegliando. Dovevo ancora aprire Facebook...

    RispondiElimina
  32. No, guarda, il libro me lo compro.
    Ma io resto basita, perchè ho iniziato a vedere Sex and the City proprio nello stesso arco temporale e per gli stessi motivi!!!
    Conosco personalmente colui che ha tradotto parte dei dialoghi in italiano e continuo a guardarlo con ammirazione per questo (e per il fatto che è il doppiatore di Shrek) e lui ne è leggermente infastidito perchè magari nella vita ha fatto anche l'attore "serio"!

    RispondiElimina
  33. Solitamente io mi limito a leggere questo spassosissimo blog, ma siccome il primo libro l'ho comprato e m'è davvero piaciuto... va'(nei fatidici 23 minuti) si può anche tentare di vincere il secondo.
    Innanzi tutto i 23 minuti bisogna guadagnarseli, almeno con il mio mostrillo... Dato che in Toscana siamo stati prossimi alla mutazione in rane, causa pioggia, adesso che FORSE è giunta un po' di primavera il metodo migliore per "generare" i 23 minuti (e forse anche un po' di più) è caricarsi il pupo in spalla e passare almeno 3 ore a gironzolare tra negozi e mercati vari, con opportune soste di abbeveramento pargolo... si otterrà così una sorta di tacchinello sfatto, affamato e sudaticcio che dopo un ulteriore abbeveramento di latte, un cambio e 4 strilli, finalmente concede l'agognato premiomamma!
    Ecco... qui scoppia il panico, almeno x me.
    Che BEEP faccio?
    Potrei scalare il monte di panni sudici e decidermi a lavarne qualcuno... Ok, metto la lavatrice, guardo fuori e vedo una nuvola che mi fa il gesto dell'ombrello, chiamando a raccolta le amichette.
    Ok lavatrice andata a farsi benedire.
    Cuciniamo qualcosa va'... 10 minuti scarsi x scegliere una ricetta... altri 5 x prendere gli ingredienti, bestemmiando in turco perchè manca sempre qualcosa... 5 minuti x reperire frullatore e teglia che tuo marito, in un impeto di ordine, ha posato chissà dove (solitamente l'ultimo scaffale in cima a tutto dove nn arrivi nemmeno salendo sullo scaleo).. 2 minuti di bestemmie..1 minuto per legarsi i capelli, mettere il grembiulino e... =__=' uuuuuuuuuèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
    Ecco...i miei 23 minuti sono appena terminati, sottolineati inesorabilmente da una scureggia e un grugnito del pupo!

    Monia

    RispondiElimina
  34. quando PuffoPiccolo dorme generalmente ci sono gli altri due che chiedono tutte le attenzioni a cui devono rinunciare quando lui è sveglio, quindi vai di colori e cartoni e memory e giri in bici in cortile.....ma quelle rarissime volte in cui capita che nessuno sia attivo per 23 minuti...direi che mi faccio una doccia, mi lavo e asciugo i capelli che ogni tanto si fa fatica a fare anche quello e mi metto anche un pò di crema idratante qui e lì...che non guasta....se avanza tempo..difficile...mi metto a leggere il libro che la sera, qualsiasi libro sia, dalla stanchezza mi fa effetto soporifero...

    spero di essere estratta per poter vincere il tuo libro....posso chiederti una cosa? io vorrei tanto pubblicare il libro che ho in cantiere da secoli ma non riesco a capire da che parte iniziare con editori e quant'altro...mi daresti qualche dritta??

    RispondiElimina
  35. giusto cielo! siete come al solito fantastiche, travolgenti, comiche e argute. come regola generale: se avete domande/curiosità personali tipo
    1. ho scritto la storia della mia vita su un rotolo di carta igienica e ora vorrei pubblicarla, come faccio?
    2. so che hai 2 figli, fai 7 lavori, vivi in una casa-cantiere, hai la macchina dal meccanico, come fai, ti droghi?
    3. so che il pupo piccolo stamattina mentre uscivi per un appuntamento importante vestita anche come si deve ha a) vomitato, b) è scivolato nel suo vomito e c) è corso da te piangendo, ti ha abbracciato le gambe, e all'improvviso il tuo vestito è diventato color vomito, cos'hai fatto, ti sei drogata?
    ecco, dicevo, se avete domande e curiosità personali scrivetemi in privato a pmaraone@gmail.com perché qui non riesco a rispondere a tutto.
    grazie per il sostegno, as usual!

    RispondiElimina
  36. I 23 minuti di sonnellino li passo a tentare di depilarmi le gambe. Non a depilarle, attenzione. A TENTARE. Perché a meno di non ricorrere al rasoio (orribile e ancestrale tabù che mi attirerebbe tutti i sacramenti dell'estetista in quel giorno lontano in cui potrò tornarci - ma non perdo la speranza) la mia unica possibilità è trascorrere quella preziosa finestra di tempo alla ricerca di un anfratto della mia neppure piccola casa dove poter svolgere in tranquillità l'assai dolorosa corvée. Tutto questo perché il rumore della terrificante macchinetta spaventa a morte Superbaby, che riesce a percepirla da qualsiasi (così sembra finora) distanza casalinga provenga. L'ultima volta, giuro!, mio marito mi ha trovata nel sottoscala (dove si era fulminata la lampadina) con una torcia appesa in modo precario, mentre cercavo di attaccare la gamba destra. Ovviamente non avevo ancora superato la caviglia che il pupetto piangeva disperato. Dopo vari tentativi ho una gamba (quasi) a posto e l'altra che sembra la foresta del Borneo. Mi sa che dovrò emigrare da un'amica, con Silk-épil al seguito, dato che l'ultima volta con la ceretta mi sono quasi ustionata.

    RispondiElimina
  37. Cara Paola tantissimi complimenti!!
    Dunque 23 minuti a disposizione sono una mezza utopia, ma, x restare in tema di sex, stamattina sperando che la bimba dormisse un po, ho pensato di saltare addosso a mio marito e recuperare un po' della perduta intimità!
    ..purtroppo non ha dormito abbastanza a lungo..come anticoncezionale è fantastica!!

    RispondiElimina
  38. in 23 minuti liberi penso a quante ore vorrei dormire, e leggo il tuo blog :)

    RispondiElimina
  39. Cosa faccio ultimamente in 23 minuti? Cerco di fare un fratellino alla mia principessa ...oddio 23 minuti forse sono un po' troppi :))))))

    Chicca
    Ps: è un po' che ti leggo ...troppo spasso, complimenti.

    RispondiElimina
  40. ho letto il tuo primo libro e mi è piaciuto tantissimo non ho mai visto una puntata di sex and city...sono ancora in tempo per recuperare?! leggo prima il tuo libro?! comunque complimenti e in bocca al lupo per questo nuovo arrivo;-)

    RispondiElimina
  41. Premetto che io non ho figli e lo dico quasi fosse una giustificazione, dato che leggo spesso e volentieri blog di mamme che corrono da una parte all'altra, che non vogliono rinunciare alla carriera ma che soffrono all'idea di dover lasciare i bimbi a tate/nonni/asili. Leggo di mamme che non hanno tempo per farsi una doccia completa di shampoo, che la sera invece di una cenetta romantica alle 21 gia dormono perchè esauste. Leggo tanti blog di mamme, pur non essendola. Scusate, divagavo :)

    Io non lo so cosa farei se avessi 23 minuti liberi, perchè ora come ora, di tempo libero ne ho anche troppo. Spero di non attirarmi le ire di chi pagherebbe per averne anche solo 5 di minuti.

    Spero prima o poi, anche io, di dover scegliere cosa fare in quei 23 minuti.

    Ps: in bocca al lupo per il libro!

    RispondiElimina
  42. Oggi quei 23 minuti ho deciso di dedicarmeli facendo 2 cose che mi rilassano: leggere questo blog e tenermi stretta la mia piccola mentre dorme, perchè le coccole non bastano mai!
    E così...eccomi qua. Evviva le coccole!
    Ciao, M.

    RispondiElimina
  43. 23 minuti....una bella sfida eh! allora 10 minuti di ricamo, 10 minuti di puro dovere "stirare" mi restano 3 minuti..... mi rilasso sul divanooooooooooo!

    RispondiElimina
  44. In 23 minuti liberi memorizzo sull'agenda del cellulare quelle due o tre telefonate che devo assolutamente fare appena ho 5 minuti liberi.
    Nei restanti 2 minuti liberi vado davanti allo specchio, smadonno davanti alla ricrescita e guardo sull'agenda cartacea se ho 3 ore libere per andare dal parrucchiere.

    RispondiElimina
  45. ciao Paola sono prorpio contenta che esca il tuo libro non vedevo l'ora, in 23 minuti ho letto tutti i post che c'erano, ma solitamente anche io li passo in bagno insieme alla mia pupazza mentre si lava e con un piccolo pc portatile le cerco le canzoni dei cartoni o degli anni 60(sono fissata) su youtube e cantiamo a squarciagola.
    Sonia

    RispondiElimina
  46. Che bello!!!! Aspettavo questa notizia!!!Non vedo l'ora di leggerti...amo questo tipo di libri e visto il precedente so che non sarò delusa!!!! Credo proprio che il tuo libro entrerà nella mia lista di acquisti "da spiaggia": noi di solito andiamo al mare a Cattolica, saremo lì la seconda settimana di giugno...c'è una libreria immensa con tantissimi titoli e generi. Il giorno dell'arrivo la tappa alla libreria per gli acquisti letterari è d'obbligo!!! Ci sarà anche il tuo libro!!!!!
    A presto! Katy.

    RispondiElimina
  47. Quando ho 23 minuti -che spesso come te ho trascorso guardando "Le Ragazze" se non "Friends" o simili, penso che siano una benedizione visto che non ho MAI tregua,e penso a come sarà la mia vita se/quando avrò un bambino e a quanto mi sento egoista e orribile per non volere rinunciare a quei 23 e a tutto il resto per farlo.

    RispondiElimina
  48. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  49. P.s. scusa presa dalla contentezza di aver visto in anteprima la copertina del libro ho letto solo ora del concorso...allora cosa faccio in 23 minuti liberi...dipende dal momento della giornata...di mattina (come oggi ad esempio) se mio figlio sale giudiziosamente dai nonni di sua volontà, sono capace di caricare la lavastoviglie, accenderla, correre in bagno a raccattare i panni sporchi, scendere in garage, dividerli nei vari contenitori a seconda del tipo, svuotare la lavatrice, infilare i panni bagnati nell'asciugatrice, caricare una nuova lavatrice, raccogliere i panni asciutti stesi nello stendino, risalire di sopra, riattaccare il contatore che è saltato per esubero potenza, decidere quale degli elettrodomestici si può staccare perché la cosa che sta facendo è meno urgente, decidere che si può staccare l'asciugatrice, riscendere di sotto, staccare l'asciugatrice, risalire di sopra, dare una finta spolverata ai mobili della camera e...mi sa che i 23 minuti che di solito mio figlio mi concede alla mattina per fare velocemente (nel vero senso della parole) qualche faccendina sono passati!!!
    Scherzo!!! Sarei una pazza!! Di solito riesco a ritagliarmi 23 minuti liberi e come in questo caso li passo gironzolando tra i vari blog che seguo, curando il mio, e gironzolando per Raverly alla ricerca di idee e se proprio sono 23 minuti liberi liberi faccio anche qualche ferro di maglia!!!!Ciao Katy.
    P.s. Ho cancellato il post precedente perché mi sono accorta di un "orrore" di ortografia!!!!

    RispondiElimina
  50. in 23 minuti....in questi giorni.......musica musica musica!!!!!!!! stessa canzone (o coppia di canzoni) ripetuta varie volte e cantata con le parole davanti ah ah ah ballando con grande divertimento con Leo che ha la febbre e con Ludo quando arriva a casa. a questi 23' in questi giorni ho messo + volte il "Play again". essere a casa (lavorando da casa) e fare le pausine con tuo figliofebbricitantemachesigodelamusique è stato bellissimo. e anche, in qualcuno di questi 23 minuti: scrivere un pensierino a qualcuno che mi sta molto simpatico. e leggere la paola. non vedo l'ora che esca il libro!!!!! gli assaggi che ci hai dato calzanzo a pennello x me. io a mia suocera comunque chetral'altrsuoceranonè le chiavi non le dò. tiè.

    RispondiElimina
  51. Dunque... Di solito io in 23 minuti riesco a pulire 16 mq di bagni con la lingua ( ne ho due ) oppure a convincere mio figlio a lavarsi finalmente le mani. Ma queste non possono essere annoverate fra le mie attività più ambite per impiegare il tempo.
    Indovina cosa mi piace davvero fare in 23 minuti ( a volte anche di meno, l'uomo che amo non è più un giovanotto ) ?
    Sei intelligente, puoi farcela!
    Indovinato?
    Bravissima!
    Anzi, ti dirò, con il tempo che avanza riesco anche a farmi la french manicure :-)
    Mi sbilancio perchè so che mio marito non leggerà mai questo post.
    PS PER MIO MARITO: qualora avessi inspiegabilmente deciso di bazzicare i blog mammeschi, sappi, luce dei miei occhi, che sto scherzando!

    RispondiElimina
  52. In bocca al lupo!!! Io ho ordinato il tuo primo libro....vuoi che mi perda il secondo? anche per sogno...li leggerò in tandem...! Nel senso di "insieme" non i bici :DDD
    Besitos

    RispondiElimina
  53. complimenti Paola, anche se a me sex ecc. non piace, lo leggerò per amicizia!!!!!

    RispondiElimina
  54. Quel libro sarà mio :-) appena esce corro a comprarlo, cara POLA MARONGIU.
    Non amo Sex and The City ma due dei loro autori mi hanno fatto tracciare dalle risate con "Non gli piaci abbastanza".
    Baci e in bocca al lupo x la pubblicazione (poi te lo recensisco su musicreporters ;-)

    RispondiElimina
  55. riflettevo sui 23 minuti e forse ce li ho, ma noooon consecutivi!
    quindi nel minuto libero per ogni ora (e la ventiquattresima niente)semplicemente crollo, leggo,penso a cosa vorrei fare, ma non comincio a fare cose che non voglio interrompere..e poi canto, ma questo lo faccio spesso

    RispondiElimina
  56. Urge informazione: il libro esce oggi? Ho appena finito il Montalbano nuovo, se ti trovo in libreria corro a comprarlo!

    RispondiElimina
  57. fonti certe (il mio libraio) dicono che esce il 26

    RispondiElimina